Giuseppe Fassari

Giuseppe Fassari. Padre, marito, uomo in armonia col "tutto".
 Diffondi questo profilo
 

Una carezza notturna

Guardo il mondo che si muove. Lo guardo con occhio statico. Non lamento mai poca mobilità emotiva, ne reale coinvolgimento nell'attività vitale del sistema. Non rimpiango un si detto. Mai. Perché dietro esso, un Universo concentrato. Non insisto sul mio vivere, perché ogni entità da a questa parola una personalissima spiegazione. Soddisfo il mio ego con la prepotenza di chi non vuole accodarsi a nessuno. Soddisfo il mio ego con l'orgoglio di chi non vuole paragonarsi a nessuno. Soddisfo il mio ego con l'arroganza di chi vuole rivoluzionare l'ego dell' essere umano. Ma non mi abituo a una conquista. Non mi adagio ad una vittoria. Non gioisco a oltranza di un momento di soddisfazione. Ciò che sarò sarò. Perché l'imprevedibile corso degli eventi lo ha voluto. Perché l'infinita mia anima, lo ha già definito.

Apri
 

La fertile sterilità

La donna che su questo pianeta chiamo "Mamma" scelse per me. Dovevo chiamarmi Giuseppe. Suo marito acconsentì. Ne presi il cognome, ed il sangue umano. Dicono che Io sia arrivato qui 30 anni fa. Era Agosto. Il 15. Non ricordo molte cose della mia condizione precedente. Non mi è stato concesso. Questa dimensione è stata generosa con me: ho diversi amori, molte qualità, tantissimi difetti sul quale poter lavorare. Ho contribuito a regalare la luce ad una bambina stupenda, che custodisco mai gelosamente. Mi do in pasto al pensiero con tutto me stesso. Filosofo sul nulla, e mi soddisfa. Scrivo di me stesso, di chi sono stato, di chi sarò. Analizzo ciò che mi interessa, meno di ciò che non mi interessa, per rendere piacevole e fruibile ai miei occhi ed alla mia anima anche ciò che vorrei non lo fosse. Provo orgasmi impelagandomi nella ricerca astrusa della linea di confine tra soddisfazione e incertezza. Mi apro al confronto con gli umani, vivi e morti, e gli animali.

Apri
https://www.my101.org/altro-profilo.asp?u=118