Adolfo Tasinato

 

Speech in Israel on the occasion of the presentation of Giancarlo Elia Valori’s book Geopolitics of t

Tel Aviv – June 29, 2021 Hotel Hilton – Tel Aviv Ladies and gentlemen, dear friends, I am very glad to come to the beautiful city of …. and to participate in this meeting. First of all, I would like to extend my personal warm thanks to Ambassador Avi Pazner, author of the excellent foreword of my book, and to all those who have made it possible for my considerations on international politics to be brought together in a book that is so dear to me! I wish to express my heartfelt thanks to those who invited me to this happy event. Today’s world is undergoing major changes never seen in a century. On the one hand, the profound development of globalisation and information technologies has led to unprecedented development and integration in all countries of the world, while – on the other hand – it has caused unbalanced development and a growing gap between rich and poor. Some people have seized the opportunity to support populism and protectionism in an attempt to make the world

 

Il petrolio rimasto sulla Terra e l'olio di scisto. Di Giancarlo Elia Valori.

Quando eravamo molto giovani, sentivamo dire che il petrolio si sarebbe esaurito in pochi decenni al massimo, ma col trascorrere dei lustri, abbiamo scoperto che c’è ancora molto petrolio. I prezzi sono in costante calo e non c’è alcun segno di esaurimento. Perché?Secondo gli ultimi dati di ricerca effettuati negli Usa, il petrolio può essere utilizzato fino ad un lunghissimo periodo. Prima di capire il perché così tanto petrolio è spuntato all’improvviso sul nostro pianeta, cerchiamo prima di comprendere il processo di nascita del petrolio. La teoria precedente era che le carcasse di animali e molte piante sulla terra affondassero lentamente nel terreno. Dopo centinaia di milioni di anni di complesse reazioni geologiche, le carcasse formavano petrolio e le piante in lenta decomposizione davano origine al carbone.In seguito, venimmo a sapere che qualcosa non andava. Secondo la stima del valore energetico, per formare oggi una scala di stoccaggio così enorme di petrolio e carbone, ci... Continua a leggere

 

L’Oceania e gli interessi contrapposti di Pechino e Washington. Di Giancarlo Elia Valori

I Paesi delle isole del Pacifico hanno una vasta area, che copre 51,8 milioni di chilometri quadrati di acqua e solo circa 303.000 kmq. di superficie terrestre (pari a poco più di quella italiana). Essi sono sparsi fra Melanesia, Micronesia e Polinesia. Alcuni esempi. Palau è situata nei mari occidentali della Micronesia: il Paese copre un’area di circa 487 kmq; ci sono anche circa 340 isole vulcaniche, con una zona economica esclusiva (ZEE) di 630.000 kmq., che è strategicamente importante perché può controllare le principali rotte tra le Filippine e Guam. Le ZEE sono aree marine, adiacenti alle acque territoriali, in cui uno Stato costiero ha diritti sovrani per la gestione delle risorse naturali, giurisdizione in materia di installazione e uso di strutture artificiali o fisse, ricerca scientifica, protezione e conservazione dell’ambiente marino. Le isole Marshall sono poste situate nei mari orientali della Micronesia: la superficie del Paese è di soli 181,3 chilometri quadrati, ma

 

ANTARTIDE: IL NUOVO ELDORADO? IL SESTO CONTINENTE TRA PRETESE E DIRITTO INTERNAZIONALE

Il 1° dicembre 2019 ha segnato il 60° anniversario della firma a Washington del Trattato sull’Antartide, il principale atto giuridico per la gestione delle attività pratiche e la regolamentazione delle relazioni interstatali nel territorio a meridione del 60° di lat. S. Il 2 maggio 1958, il Dipartimento di Stato Usa mandò inviti ai governi di Australia, Argentina, Belgio, Cile, Francia, Giappone, Gran Bretagna, Nuova Zelanda, Norvegia, allora Unione Sudafricana e Urss alla Conferenza internazionale sull’Antartide. Si proponeva di convocarla a Washington nel 1959. La cerchia dei partecipanti alla conferenza era limitata ai Paesi che avevano realizzato progetti antartici nel quadro dell’Anno Geofisico Internazionale (luglio 1957-dicembre 1958). L’Unione Sovietica sostenne l’idea di convocare una conferenza. In una lettera di risposta, il Cremlino sottolineò che il risultato della Conferenza avrebbe dovuto essere il Trattato Internazionale sull’Antartide con i seguenti principi di base:... Continua a leggere

 

La tradizionale indipendenza ed equilibrio della RPD della Corea del Nord. DI Giancarlo Elia Valori

La tradizionale indipendenza ed equilibrio della RPD della Corea del Nord Anni fa, parlando con Kim Il-Sung, mentre stavamo affrontando le questioni del Mediterraneo, mi raccontò un episodio che riguardava un Paese nostro vicino, ma molto vicino geograficamente: l’Albania. Nel corso del XXII Congresso del Partito Comunista dell’Unione Sovietica (17-31 ottobre 1961) – che segnò la spaccatura fra Mosca e Tirana – la rappresentanza, capeggiata dal mio amico in persona, non accolse affatto l’invito di Mosca a stigmatizzare i comunisti albanesi, e non una parola di condanna fu indirizzata nei confronti di Tirana. Anzi, cinque anni dopo, una delegazione del Partito del Lavoro della Corea presenziò – con tutti gli onori – ai lavori del V Congresso del Partito del Lavoro d’Albania (terza nell’ordine: dopo il Partito Comunista Cinese ed il Partito dei Lavoratori del Vietnam). I residui Paesi socialisti sopravvissuti (e non) al triennio 1989-1991 risentirono di grandi crisi politiche (Madagascar);... Continua a leggere

 

La tradizionale indipendenza ed equilibrio della RPD della Corea del Nord. DI Giancarlo Elia Valori

La tradizionale indipendenza ed equilibrio della RPD della Corea del Nord Anni fa, parlando con Kim Il-Sung, mentre stavamo affrontando le questioni del Mediterraneo, mi raccontò un episodio che riguardava un Paese nostro vicino, ma molto vicino geograficamente: l’Albania. Nel corso del XXII Congresso del Partito Comunista dell’Unione Sovietica (17-31 ottobre 1961) – che segnò la spaccatura fra Mosca e Tirana – la rappresentanza, capeggiata dal mio amico in persona, non accolse affatto l’invito di Mosca a stigmatizzare i comunisti albanesi, e non una parola di condanna fu indirizzata nei confronti di Tirana. Anzi, cinque anni dopo, una delegazione del Partito del Lavoro della Corea presenziò – con tutti gli onori – ai lavori del V Congresso del Partito del Lavoro d’Albania (terza nell’ordine: dopo il Partito Comunista Cinese ed il Partito dei Lavoratori del Vietnam). I residui Paesi socialisti sopravvissuti (e non) al triennio 1989-1991 risentirono di grandi crisi politiche (Madagascar);... Continua a leggere

 

La crisi fra Russia ed Ucraina, analisi di Giancarlo Elia Valori

Ucraina, Unione Europa e Usa hanno spesso interagito tra loro e la crisi in Donbass è difficile da fermare, in quanto da metà marzo la situazione al confine tra Russia e Ucraina si è surriscaldata. Il 13 aprile, il ministro degli Esteri ucraino ha partecipato alla riunione straordinaria del Comitato NATO-Ucraina e ha tenuto colloqui con il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg e il segretario di Stato americano Tony Blinken, sperando di ottenere il sostegno dei Paesi della NATO nel confronto con la Russia. Lo stesso giorno, il presidente USA Biden ha parlato con l’omologo russo Putin. Biden ha ribadito il sostegno degli Usa all’Ucraina e ha proposto di tenere un vertice in un Paese terzo nei prossimi mesi per discutere in modo esauriente le attuali questioni che devono affrontare i due Paesi. Il motivo per cui le parti sono cadute in una situazione così tesa è naturalmente legato al conflitto storico tra Ucraina e Russia. Dall’inizio del 2021, il governo ucraino ha intrapreso... Continua a leggere

 

Energia biomarina, un progetto con l'International World Group

In futuro, la Cina e l’Europa competeranno e coopereranno nel settore della produzione di energia oceanica ed energia verde all’idrogeno. Per tale ragione è fondamentale tale punto nell’edificazione di un ponte di cooperazione e amicizia tra Cina ed Europa. L’energia del moto ondoso in Cina è generalmente bassa corrisponde solo ad un settimo dell’energia del moto ondoso in Europa. La Fujian Smart Energy Technology Co., Ltd. dispone di una nuova tecnologia brevettata che può aumentare l’energia del moto ondoso nell’area di operatività di oltre 10 volte, causando all’ambiente cambiamenti trascurabili. Si tratta di una tecnologia rispettosa dell’ambiente che non influisce sulla libera circolazione della vita marina, e può incrementare la generazione di potenza del moto ondoso per più di 100 MW. È, certamente, innovativa, geniale e audace. Essa richiederà un forte sostegno da parte del Ministero delle Risorse naturali. I “National Independent Contributions” sono piani nazionali non vincolanti... Continua a leggere

 

Emilia Marinelli Valori, una madre che ha insegnato il rispetto per le persone e per i Popoli.

Il ricordo di Emilia Marinelli Valori in occasione dell’anniversario dell’Olocausto. Emilia Marinelli Valori, amatissima Madre del Prof. Giancarlo Elia Valori, è Giusto tra i Giusti dello Stato di Israele per la Sua opera a favore di tanti cittadini italiani di religione ebraica durante la seconda Guerra mondiale. Nel bellissimo articolo, un autentico viaggio nella Storia, il ricordo a cura di Marcello Silvestri e di Retewebitalia.net https://www.bankimpresanews.com/la-riflessione/2021/04/11/15311_15311/

 

La questione dello Xinjiang-Uygur di GIANCARLO ELIA VALORI

Gli Usa, il Canada, il Regno Unito e l’Unione europea hanno intrapreso a fine marzo scorso un’azione concertata per annunciare sanzioni contro le violazioni dei diritti umani degli uiguri e di altre minoranze etniche nello Xinjiang-Uygur da parte del governo cinese. È la prima volta dall’incidente di piazza Tienanmen nel 1989 che l’Unione europea e il Regno Unito hanno imposto sanzioni alla Cina per questioni di diritti umani. Inoltre, anche l’Australia e la Nuova Zelanda hanno rilasciato dichiarazioni in cui esprimevano sostegno alle sanzioni congiunte contro la Cina da parte di Usa ed Unione Europea. Il Segretario di Stato americano Tony Blinken ha dichiarato che “l’operazione transatlantica congiunta invia un segnale forte a coloro che violano o calpestano i diritti umani internazionali”. Questa operazione congiunta è chiaramente parte di uno sforzo concertato degli Usa per lavorare con i suoi alleati occidentali contro la Cina attraverso sforzi diplomatici. Noi ci chiediamo... Continua a leggere

 

Giancarlo Elia Valori ospite d'onore al 56° Annual Award dell'Appeal of Conscience Foundati

Tra i Manager italiani più apprezzati al mondo, accademico di altissimo livello, abile nel tessere amicizie e solide cooperazioni con Capi di Stato, dirigenti di eminentissimo profilo internazionale, il Professor Giancarlo Elia Valori, anche quest’anno, prenderà parte nell’Annual Award, giunto alla 56^ edizione organizzata dall’Appeal of Conscience Foundation, tra gli ospiti d’onore del Rabbino Arthur Schneier. L’Appeal of Conscience Foundation è una istituzione innovativa, fondata e guidata dal 1965 dal Rabbino Arthur Schneier per stabilire una virtuosa coalizione di leader internazionali su temi interreligiosi, religiosi e di politica estera, sostenere il principio "vivi e lascia vivere" e affrontare le questioni relative ai diritti umani, alla libertà religiosa. Lunedì, 22 marzo prossimo celebrerà, in modalità virtuale, l’evento assegnando l’ambito premio a Sua Eccellenza Shinzo Abe già Primo Ministro del Giappone per la pregevole opera, sono le parole del Rabbino Schneier,... Continua a leggere

https://www.my101.org/altro-profilo.asp?u=168