Giovanni

 

Il Circolo Culturale “L’Agorà” organizza una conversazione su Pier Paolo Pasolini

Il prossimo 24 giugno sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, sarà disponibile la conversazione, organizzata dal Circolo Culturale “L’Agorà”, sul tema “1922-2022: nel centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini”, con il patrocinio della Città Metropolitana di Bologna. Pier Paolo Pasolini (Bologna 5 marzo 1922 – Roma 2 novembre 1975) è tra le personalità più rappresentative del Novecento italiano. Un intellettuale eclettico che si è messo alla prova in diversi campi – dalla scrittura al cinema, alla musica e alla pittura – e che oggi viene ricordato soprattutto per il suo pensiero controcorrente e la dura critica rivolta alla società capitalista, oltre che per lo spazio riservato agli ultimi della società. Pier Paolo Pasolini è stato un attore italiano, regista, scrittore, sceneggiatore, co-sceneggiatore, montatore, musicista. Nel 1971 ha ricevuto il premio come orso d'argento al Festival di Berlino per il film Il Decameron. Dal 1960 al 1971 Pier Paolo Pasolini... Continua a leggere

 

"Un posto per Camagna": la memoria storica a Reggio Calabria

Il Circolo Culturale “L’Agorà”, come da intenti statutari rivolge particolare attenzione al recupero ed alla valorizzazione della memoria storica del territorio, come da sempre ed istituzionalmente organizzato, ed i rapporti tra storia locale (microstoria) e gli eventi inseriti in una sfera più ampia (macrostoria). Questo percorso, in funzione della ricerca e della cultura è, da sempre consultabile sia in scrittura che in video sia sul nostro portale internet che sulle varie piattaforme dei Social Network presenti nella rete. Queste doverose premesse per sfatare ipotetiche leggende metropolitane, falsi miti, luoghi comuni che risultano ben radicati in determinate aree geografiche. Quest’anno ricorre il centenario della morte dell’Onorevole Biagio Camagna, il cui decesso si verificò il 29 luglio del 1922 presso la propria abitazione, sita nell’allora rione Romano. A riguardo la brillante carriera sia essa forense che politica se ne vogliono ricordare soltanto alcune tappe del suo percorso... Continua a leggere

 

In ricordo di Vittorio Gassman

Il prossimo 17 giugno sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, sarà disponibile la conversazione, organizzata dal Circolo Culturale “L’Agorà”, sul tema “1922-2022: nel centenario della nascita di Ugo Gassman”, con il patrocinio del Comune di Genova e della Città Metropolitana di Genova. Il motivo della conferenza, organizzata dal sodalizio culturale reggino, si basa su un’idea indirizzata a gettare le basi di un ponte culturale tra i territori in quanto si registra la presenza del giovane Vittorio Gasmann nella provincia reggina. Infatti all’età di 5 anni visse un anno a Palmi, (provincia di Reggio Calabria), dove il padre era impegnato nella costruzione di una nuova area abitativa, denominata “Ferrobeten”. Tale acronimo deriva dalla nota Società Anonima Italiana Ferrobeton fondata a Genova nel 1908. Vittorio Gassman raccontò spesso di ricordi legati a quella breve esperienza vissuta nella cittadina reggina e di come vi rimase legato, tanto da citarla nel film “Il mattatore”... Continua a leggere

 

In ricordo di Ugo Tognazzi

Con il patrocinio dell’Amministrazione Provinciale di Cremona, il prossimo 10 giugno sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, sarà disponibile la conversazione relativa alla conversazione sul tema “1922-2022: nel centenario della nascita di Ugo Tognazzi”, a cura del Circolo Culturale “L’Agorà”. L’incontro, organizzato dal sodalizio culturale reggino, ha in programma i saluti di ringraziamento da parte di Gianni Aiello (Presidente del Circolo Culturale “L’Agorà”, quelli istituzionali da parte del Presidente dell’Amministrazione Provinciale di Cremona Paolo Mirko Signoroni. Il Presidente dell’Ente cremonese traccerà la figura dell’uomo e dell’artista nato un secolo addietro, ricordando alcune della tappe fondamentali del grande attore e regista cremonese. Ugo Tognazzi (Cremona, 23 marzo 1922 – Roma, 27 ottobre 1990) è stato un attore, regista conduttore televisivo e radiofonico, comico e sceneggiatore italiano è considerato uno dei volti più importanti della commedia alla... Continua a leggere

 

1922-2022: nel centenario della nascita di Raimondo Vianello

Il prossimo 3 giugno sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, sarà disponibile la conversazione, organizzata dal Circolo Culturale “L’Agorà”, sul tema “1922-2022: nel centenario della nascita di Raimondo Vianello”. Considerato una delle colonne portanti del varietà italiano, Raimondo Vianello, nato il 7 maggio 1922, è stato uno dei personaggi più amati del piccolo schermo. Attore, conduttore e sceneggiatore, ha saputo spaziare dalla televisione al cinema al teatro, creando sodalizi artistici di successo, come quello con la moglie Sandra Mondaini, durato oltre mezzo secolo.Gli inizi televisivi nella trasmissione «Un due tre», in coppia con Ugo Tognazzi, in onda dal 1954 al 1959, sul Programma Nazionale: un varietà di satira che inciampò nella censura quando uno sketch prese di mira l’allora presidente della Repubblica Giovanni Gronchi per un incidente accaduto alla Scala di Milano. Così Vianello e

 

Due conversazioni sulla Rivolta di Reggio del ‘70 organizzate dal Circolo Culturale "L'Agor

Il Circolo Culturale “L’Agorà” organizza un nuovo incontro da remoto inerente alla rivolta di Reggio Calabria del 1970. Il 14 luglio di cinquantuno anni fa, a Reggio Calabria, esplode una violenta rivolta popolare. Ad innescarla è la decisione di stabilire Catanzaro la sede dell’Assemblea Regionale a Catanzaro. Il rapporto alla Città da parte del Sindaco Piero Battaglia, l’occupazione della Stazione Centrale, la violenta reazione da parte delle forze dell’ordine nei confronti dei manifestanti, il primo caduto nel corso della seconda giornata di sciopero cittadino caratterizzata da durissimi scontri tra scioperanti e forze dell’ordine. In diversi punti della Città spuntano le barricate che paralizzano Reggio Calabria. Cariche della polizia, gas lacrimogeni, lancio di pietre, colpi di arma da fuoco, il primo caduto nella seconda giornata di sciopero, e sulle cui cause ancora vi sono molti interrogativi.In diversi... Continua a leggere

 

Conversazione sul tema dell'anatomia archeostatuaria

Il prossimo 13 maggio sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, sarà disponibile la conversazione relativa agli aspetti della “Anatomia archeostatutaria”. L’Anatomia Archeostatuaria è la Scienza che studia la postura, la gestualità e i muscoli -visibili- delle statue antiche, che, per fisionomia, somatometria o gestualità tecnica, possono essere Atleti dell’antica Grecia. Lo scopo dell’Anatomia Archeostatuaria è quello di risalire alla specialità sportiva praticata dal soggetto analizzato e di individuare gli attrezzi sportivi, le armi e gli utensili che gli stessi Atleti, presumibilmente, hanno adoperato per praticare le loro attività sportive. L’Anatomia Archeostatuaria, per le proprie ricerche, tiene in considerazione le leggi scientifiche dell’Anatomia Umana, lo studio della morfologia muscolare e della somatometria dei distretti muscolari, i gesti tecnici delle discipline sportive praticate nell’antica Grecia, le tecniche belliche adoperate dagli eserciti e qualsiasi... Continua a leggere

 

La Campagna di Russia del 1812 il filo conduttore della XIX edizione del "5 maggio"

Il prossimo 5 maggio sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, sarà disponibile la conversazione relativa alla diciannovesima edizione del “5 maggio”, giornata di studi, organizzata dal Circolo Culturale “L’Agorà” e dal Centro studi “Gioacchino e Napoleone”. Il tema della nuova edizione riguarderà la Campagna di Russia (23 giugno - 14 dicembre 1812). Nel corso della nuova conversazione culturale, giunta alla XIX edizione, organizzata dalle due co-associazioni reggine, parteciperanno in qualità di relatori la ricercatrice toscana Elena Pierotti che relazionerà sul tema "Napoleone e la sua Campagna di Russia dal punto di vista diplomatico" , mentre Gianni Aiello (presidente del Circolo Culturale “L’Agorà” e del Centro studi “Gioacchino e Napoleone”) sul tema “Presenze calabresi al seguito di Napoleone nella Campagna di Russia”.Nel 1807 lo zar Alessandro I di Russia e Napoleone firmarono il... Continua a leggere

 

La grotta della Monaca di Sant’Agata di Esaro

In collaborazione con il Centro Regionale di Speleologia “Enzo dei Medici”, il Circolo Culturale “L’Agorà” di Reggio Calabria organizza un incontro da remoto sul tema “La grotta della Monaca di Sant’Agata di Esaro”. Si tratta di un sito di grande valenza archeologica, che fu luogo di dimora di comunità stanziali tra il VI e il II millennio Avanti Cristo. La Grotta della Monaca è situata nel Comune di Sant’Agata di Esaro, alle pendici del Parco Nazionale del Pollino, nel settore nord-occidentale della regione Calabria. La cavità domina con un maestoso ingresso l’alta valle del fiume Esaro ed è collegata alla costa tirrenica tramite il valico montano del “Passo dello Scalone”. Si tratta di un “geo sito” ubicato nel territorio del Comune cosentino di Sant’Agata di Esaro.Chiamata così per il volto della monaca presente all’interno della grotta, la concrezione calcitica che da’ il nome alla della grotta è ampio ed è situato a 600 m s.l.m. dominando l’alta valle dell’Esaro.Essa e’ divisa in tre settori: 1) la pregrotta con il suo ampio ingresso; 2) la sala dei pipistrelli; 3) i cunicoli terminali. Dall’anno 2000 e’ diventata oggetto di sistematiche campagne di scavo archeologico da parte della cattedra di paleontologia dell’Università degli studi di Bari il cui coordinatore delle indagini è il dott. Felice Larocca.Scavi archeologici condotti negli anni 2000-2012 dall’Università di Bari hanno rivelato il grande interesse archeologico di questa cavità, frequentata dall’uomo – pur con tutta una serie di iati – dal Paleolitico superiore sino all’età post-medievale. Un momento di intensa presenza umana si registra tra la tarda età neolitica e gli inizi della successiva età eneolitica, quando diversi ambienti ospitano attività estrattive a carico dei minerali di ferro e rame presenti in abbondanza nel sottosuolo. Queste alcune delle cifre che saranno oggetto di analisi da parte della dott.ssa Antonella Laino. Archeologa e speleologa, attualmente specializzanda in Archeologia Classica presso la Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dell’Università degli Studi della Basilicata con sede a Matera. Tenuto conto dei protocolli di sicurezza anti-contagio e dei risultati altalenanti della pandemia di COVID 19 e nel rispetto delle norme del DPCM del 24 ottobre 2020 la conversazione sarà disponibile, sulle varie piattaforme dei Social Network presenti nella rete, a far data da venerdì 29 aprile. ... Continua a leggere

 

Guelfi e Ghibellini a confronto in una conversazione culturale

Il Circolo Culturale “L’Agorà” di Reggio Calabria, organizza una conversazione sul tema “Guelfi e Ghibellini”. I guelfi e i ghibellini in principio erano i due partiti politici nati in Germania nel XII secolo, dalle lotte per la successione al trono di Enrico V. In seguito però la lotta tra questi partiti politici assunse le sembianze del conflitto tra l’autorità dell’impero e della Chiesa e nel XIII secolo la lotta passò in Italia, in particolare a Firenze. I ghibellini sostenevano la supremazia dell’impero sulla Chiesa, mentre i guelfi erano favorevoli ad una politica d’accordo con i pontefici. Storicamente si tratta di due movimenti in netta contrapposizione nella geografia della politica italiana del Basso Medioevo, in particolare dal XII secolo sino alla nascita delle Signorie nel XIV secolo, che tra faide e battaglie insanguinarono varie parti della Penisola. Gli acronimi "guelfo" e "ghibellino" vennero in un primo momento utilizzati a seguito della geopolitica... Continua a leggere

 

Dino Buzzati nel cinquantesimo della morte

Il prossimo 15 aprile sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, sarà disponibile la conversazione relativa alla quarta giornata di studi, organizzata dal Circolo Culturale “L’Agorà” sul tema “Dino Buzzati nel cinquantesimo della morte”.«Sono un pittore il quale, per hobby, durante un periodo purtroppo alquanto prolungato, ha fatto anche lo scrittore e il giornalista». Così si descrive Dino Buzzati (1906-1972) scrittore talentuoso e profondo, uno dei più belli del nostro Novecento al punto che le sue pagine, intense e ispirate, allegoriche e ammonitrici, sono tra le più amate anche dai lettori odierni. Nato a San Pellegrino, vicino a Belluno e alle amate montagne dolomitiche, che amava scalare, Dino Buzzati ha poi vissuto gran parte della sua vita a Milano, città in cui ebbe modo di osservare l’alienazione dell’uomo contemporaneo, disarcionato dal rapporto con la natura. Queste alcune delle cifre... Continua a leggere

 

Il soggiorno di Marco Tullio Cicerone nel territorio di Reggio Calabria

Con il patrocinio dell’Amministrazione Provinciale di Frosinone ed il Comune di Arpino, il Circolo Culturale “L’Agorà” di Reggio Calabria organizza un incontro da remoto sul tema “Il soggiorno di Marco Tullio Cicerone nel territorio di Reggio Calabria”. Dopo i saluti istituzionali la parola passerà al relatore Antonino Megali (socio e vice-presidente del sodalizio organizzatore). Marco Tullio Cicerone rappresenta una delle figure più rilevanti di tutta l'antichità romana. La sua vastissima produzione letteraria, che va dalle orazioni politiche agli scritti di filosofia e retorica, oltre a offrire un prezioso ritratto della società romana negli ultimi travagliati anni della repubblica, rimase come esempio per tutti gli autori del I secolo a.C., tanto da poter essere considerata il modello della letteratura latina classica. Grande ammiratore della cultura greca, attraverso la sua opera i Romani poterono anche acquisire una migliore conoscenza della filosofia. Avvocato, politico e filosofo,... Continua a leggere

 

Il Circolo Culturale “L’Agorà” continua la programmazione con una mostra virtuale sulla Mitologia

Per le note vicende inerenti alla Pandemia di COVID 19 il Circolo Culturale “L’Agorà” ha inteso procedere con un nuovo dispositivo organizzativo per ovviare all’emergenza sanitaria, tributando alla comunicazione digitale il principale se non l’unico strumento e possibilità di relazione, di dialogo e di contatto fra le persone. La necessità di promuovere e raccontare una grande quantità di eventi concentrati in un breve periodo garantendo la massima visibilità ad ognuno di essi, hanno portato alla decisione di aprire ed alimentare dei nuovi canali social. Tra questi percorsi culturali quelli relativi ad una serie di installazioni in rete atte alla realizzazione di una «mostra virtuale» all’interno della quale saranno visibili le opere artistiche, facenti parte del patrimonio del Circolo Culturale “L’Agorà”, ed il cui accesso, in modo gratuito è consultabile da qualsiasi strumento informatico o dispositivo mobile. Il percorso multimediale immersivo organizzato dal Circolo Culturale “L’Agorà”... Continua a leggere

 

“Guerre batteriologiche e pandemie tra storia, finanza, cinema, letteratura”

Il prossimo 25 marzo sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, sarà disponibile la conversazione relativa alla quarta giornata di studi, organizzata dal Circolo Culturale “L’Agorà” sul tema “Guerre batteriologiche e pandemie tra storia, finanza, cinema, letteratura”.Interverrà Gianni Aiello, ricercatore e Presidente del sodalizio culturale organizzatore, sul tema “Guerre batteriologiche e virus tra realtà e finzione”.Le tracce più antiche le troviamo nel Deuteronomio, libro della Bibbia all’incirca del 1200 a.C. dove si raccomanda di non avvelenare i pozzi o le sorgenti durante le guerre. Cinesi ed Assiri nel primo millennio a.C. erano soliti utilizzare zolfo e petrolio durante le campagne di guerra. Qualificate fonti storiche dell’antichità, quali Tucidite e Plutarco, attestano l’utilizzo di fumi di zolfo nella

 

Questione nazionale italiana, tra vincoli esterni e sudditanza euro-atlantica

Il prossimo 18 marzo sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, sarà disponibile la conversazione relativa alla terza giornata di studi, organizzata dal Circolo Culturale “L’Agorà” sul tema “Guerre batteriologiche e pandemie tra storia, finanza, cinema, letteratura”. Interverrà Francesco Labonia, componente della redazione della rivista (cartacea) "Indipendenza" e del direttivo dell'omonima associazione, sul tema “Questione nazionale italiana, tra vincoli esterni e sudditanza euro-atlantica”. La fine della guerra fredda ha certamente modificato la natura delle relazioni tra UE e USA. Non esiste più un unico avversario comune e la necessità di garantire la sicurezza militare non è più l'elemento principale dei loro rapporti. Nel nuovo mondo multipolare, Unione europea e Stati Uniti stanno instaurando nuove relazioni con altri partner, gli Stati Uniti nell'ambito dell'APEC e con il Sudamerica, e l'Unione europea con l'Europa centrale... Continua a leggere

 

La pandemia nella letteratura

Il Circolo Culturale “L’Agorà” di Reggio Calabria organizzerà per tutto il mese di marzo una serie di incontri sul tema “Guerre batteriologiche e pandemie tra storia, finanza, cinema, letteratura”. Nel corso della seconda giornata di studi, che sarà disponibile, sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, a far data dall’11 marzo, si parlerà di “La pandemia nella letteratura”, tema trattato da Antonino Megali (vice presidente del Circolo Culturale “L’Agorà”). Da Tucidide a Susan Sontag, passando per Lucrezio, Procopio, Boccaccio e Manzoni: un viaggio fra le più autorevoli testimonianze delle pandemie che funestarono il mondo nei secoli (e nei millenni) scorsi La letteratura è, da sempre, un formidabile strumento di trasmissione della memoria storica. Ed è proprio grazie ad essa se, oggi, conserviamo le testimonianze (talvolta dirette, talvolta indirette) degli eventi più importanti della storia dell’umanità, tra i quali sono comprese – purtroppo – molte epidemie e pandemie.... Continua a leggere

 

Guerre batteriologiche e pandemie nel nuovo millennio

Il Circolo Culturale “L’Agorà” di Reggio Calabria organizzerà per tutto il mese di marzo una serie di incontri sul tema “Guerre batteriologiche e pandemie tra storia, finanza, cinema, letteratura”. Si tratta di una full immersion, dove diversi relatori che interverranno nel corso di tale contest e che saranno oggetto di approfondimento da parte degli intervenuti. Il programma organizzato dal Circolo Culturale “L’Agorà” di Reggio Calabria si baserà su quattro appuntamenti (4,11,18,25) all’interno dei quali saranno analizzati argomenti, alquanto variegati, da diversi relatori che interverranno nel corso di tale contest e che saranno oggetto di approfondimento da parte degli intervenuti. Nel corso della prima giornata di studi (4 marzo) interverranno il presidente di Confesercenti di Reggio Calabria, Claudio Aloisio sul tema“Dalla pandemia sanitaria a quella economica. Quale futuro per l’area metropolitana?”, di Andrea Guerriero (socio del sodalizio organizzatore) e cultore di storiografia... Continua a leggere

 

Il Circolo Culturale “L’Agorà presenta “Storia di un numero” di Davide Rossi

Il 25 febbraio, sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, sarà disponibile la presentazione del romanzo “Storia di un numero”, dello scrittore pavese Davide Rossi. “Storia di un numero” di Davide Rossi è un viaggio caratterizzato da scelte, a volte anche dolorose, di amicizia, di amore, ma anche di paure ed incertezze che si trovano lungo un cammino posto al bivio tra le aree desertiche e le acque del Mediterraneo. Un numero – come spiega l’autore - non è fine a se stesso: ha un'esistenza, una storia, un inizio e una fine. Un numero può essere umano, vivere e morire. In una contemporaneità corrosa dalla malavita e dall’opportunismo,Kenny nasce in un piccolo stato africano, flagellato dalla povertà, messo in ginocchio dalla corruzione, dimenticato e disprezzato dagli stessi esseri viventi. Alla conversazione,organizzata da remoto, dopo i saluti di Gianni Aiello (presidente del Circolo Culturale “L’Agorà”, a seguire la conversazione culturale tra il noto conduttore

 

Il Circolo Culturale “L’Agorà” presenta “Trasgressioni artistiche”

Il 18 febbraio, sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, sarà disponibile la presentazione di “Trasgressioni artistiche”, il percorso estetico dell’artista reggina Eugenia Musolino. La conversazione,organizzata dal Circolo Culturale “L’Agorà”, sarà presenziata dal vice presidente del sodalizio organizzatore Antonino Megali. Il racconto visivo di Eugenia Musolino è una lettura che non illustra ma interpreta ed emoziona attraverso il tratto pittorico, il colore, la raffigurazione e l’immaginazione. I lavori di Eugenia Musolino (quadri, incisioni, sculture) si trovano in collezioni private e pubbliche in Italia e all’estero. L’artista reggina ha partecipato a numerose collettive e rassegne dove è stata premiata. Ha esposto nell’Istituto Italiano di Cultura di Atene incisioni,terrecotte,sculture sul Mito; ha esposto incisioni sulla mitologia greca nel Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria., nella Biblioteca Nazionale di Budapest, nell’Archivio di Stato di Reggio... Continua a leggere

 

La figura di Gioacchino Prosperi, il nuovo incontro del Circolo Culturale “L’Agorà

Il Circolo Culturale “L’Agorà” organizza da remoto un nuovo incontro da remoto su “Etica del Risorgimento: Padre Gioacchino Prosperi da gesuita a rosminiano”, tema trattato dalla ricercatrice toscana Elena Pierotti.Gioacchino Prosperi, sacerdote lucchese, aristocratico di nascita, divenuto gesuita in S. Andrea al Quirinale a Roma nel 1815 che, una volta trasferitosi nel 1820 a Torino, in rapporti con gli ambienti sabaudi, divenne intimo di Cesare D'Azeglio e che scrisse sul giornale del marchese "L'Amico d'Italia". Nel 1826 pare sia uscito dall'ordine gesuita per abbracciare i valori rosminiani, mantenendo però stretti contatti con tutto l'entourage liberale in ambito nazionale. Attivo nelle questioni risorgimentali, fu predicatore in Corsica negli anni quaranta del XIX secolo, in verità svolgendo compiti di natura politica. Abbracciò al momento dell'unità nazionale l'adesione al nuovo... Continua a leggere

 

La figura di Gioacchino Prosperi, il nuovo incontro del Circolo Culturale “L’Agorà

Il Circolo Culturale “L’Agorà” organizza da remoto un nuovo incontro da remoto su “Etica del Risorgimento: Padre Gioacchino Prosperi da gesuita a rosminiano”, tema trattato dalla ricercatrice toscana Elena Pierotti.Gioacchino Prosperi, sacerdote lucchese, aristocratico di nascita, divenuto gesuita in S. Andrea al Quirinale a Roma nel 1815 che, una volta trasferitosi nel 1820 a Torino, in rapporti con gli ambienti sabaudi, divenne intimo di Cesare D'Azeglio e che scrisse sul giornale del marchese "L'Amico d'Italia". Nel 1826 pare sia uscito dall'ordine gesuita per abbracciare i valori rosminiani, mantenendo però stretti contatti con tutto l'entourage liberale in ambito nazionale. Attivo nelle questioni risorgimentali, fu predicatore in Corsica negli anni quaranta del XIX secolo, in verità svolgendo compiti di natura politica. Abbracciò al momento dell'unità nazionale l'adesione al nuovo... Continua a leggere

 

“Io sono Pericle” il tema della nuova conversazione organizzata dal Circolo Culturale “L’Agorà”

Il Circolo Culturale “L’Agorà” organizza un nuovo incontro da remoto inerente ai risultati degli studi di Anatomia Archeostatuaria svolti dal Prof. Riccardo Partinico presso il Museo della Magna Grecia di Reggio Calabria “sull’uomo” rappresentato dalla “Statua B” che avrebbero permesso di individuare in Pericle, militare, stratega e statista vissuto nel V sec. a.C., la persona rappresentata dalla statua. Nel corso della conversazione il prof. Riccardo Partinico spiegherà le motivazioni scientifiche che l’hanno indirizzato alla individuazione della “Statua B” con il famoso statista ellenico. Le varie ricerche sviluppate sia nel campo dell’anatomia archeostatuaria che in altri ambiti scientifici individuerebbero in Pericle, ciò che viene raffigurato nella statua in argomento. Tenuto conto dei protocolli di sicurezza anti-contagio e dei risultati altalenanti della pandemia di COVID 19 e nel rispetto delle norme del DPCM del 24 ottobre 2020 la conversazione sarà disponibile, sulle varie piattaforme... Continua a leggere

 

“I Presidenti della Repubblica italiana”

Il Circolo Culturale “L’Agorà” organizza nuovo incontro da remoto sul tema “I Presidenti della Repubblica italiana”. Dopo il referendum del 2 giugno 1946 che istituì la Repubblica, il Presidente del Consiglio dei Ministri Alcide De Gasperi divenne il Capo provvisorio dello Stato. Dalla nascita della Repubblica Italiana ai giorni nostri si sono susseguiti dodici Presidenti. L’unico ad essere stato eletto per un secondo mandato è stato Giorgio Napolitano nel 2013, poi dimessosi poi due anni più tardi. I vari periodi storici che hanno attraversato la Penisola italiana dal 1948 ai giorni nostri, aneddoti, curiosità, saranno oggetto di analisi da parte di Nino Megali, vice Presidente del Circolo Culturale “L’Agorà”. Tenuto conto dei protocolli di sicurezza anti-contagio e dei risultati altalenanti della pandemia di COVID 19 e nel rispetto delle norme del DPCM del 24 ottobre 2020 la conversazione sarà disponibile, sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, a far data dal 28... Continua a leggere

 

Il Circolo Culturale “L’Agorà” apre l’anno con una mostra virtuale dedicata a Fabrizio De André.

Per le note vicende inerenti alla Pandemia di COVID 19 l’attività del Circolo Culturale “L’Agorà” si era fermata momentaneamente il 13 marzo del 2020 a causa della forte criticità dei casi sanitari, stravolgendo letteralmente la quotidianità e le abitudini di tutti. L’emergenza sanitaria COVID 19, ha fortemente condizionato tutte le azioni organizzative del Circolo Culturale “L’Agorà”, non solo nelle modalità di svolgimento ma anche e soprattutto nella loro ideazione, realizzazione e sviluppo. Tali circostanze hanno spinto i componenti del Circolo Culturale “L’Agorà” a porsi una serie di quesiti a riguardo tale scenario e sulla sua criticità e sulle possibili nuove vie da seguire per il normale prosieguo delle attività associative. E dopo una serie di attente valutazioni, il sodalizio culturale reggino ha inteso procedere con un nuovo dispositivo organizzativo per ovviare all’emergenza sanitaria, tributando alla comunicazione digitale il principale se non l’unico strumento e possibilità... Continua a leggere

 

“Dante Alighieri: immagini in movimento” nuova lettura sul settecento dantesco a cura del Circolo Cul

Continuano in remoto le conversazioni da remoto, organizzate dal Circolo Culturale “L’Agorà” di Reggio Calabria su Dante Alighieri, il Sommo Poeta, simbolo e icona della cultura italiana nel mondo e creatore della Divina Commedia, testo base della lingua italiana, morto a Ravenna nella notte tra il 13 e il 14 settembre del 1321. Il Circolo Culturale “L’Agorà”, presieduto da Gianni Aiello, nel mese di dicembre, ha dato inizio ad un terzo ciclo di incontri, dopo quelli del mese di marzo e di ottobre scorsi, con cinque nuovi appuntamenti dedicati a Dante Alighieri. Cinque letture variegate ed alquanto eterogenee che riguardano argomenti come il cibo, la medicina, i fumetti, la televisione, la radio, il cinema, la pubblicità. Il primo di tali incontri ha riguardato il tema “Dante ed il cibo” di Nino Megali (Circolo Culturale “L’Agorà”). Il cibo nella Commedia di Dante, però, non ha un significato univoco: se ricorre nella memoria di tutti il girone dei golosi, ben pochi sanno come la materia... Continua a leggere

 

Terzo ciclo di incontri sul settecentenario dantesco organizzato dal Circolo Culturale “L’Agorà”

Settecento anni fa, nel 1321, moriva a Ravenna, nella notte tra il 13 e il 14 settembre del 1321, Dante Alighieri, il Sommo Poeta, simbolo e icona della cultura italiana nel mondo e creatore della Divina Commedia, testo base della lingua italiana. Il 2021 è l’anno del Sommo Poeta ed nel corso di questo periodo sono stati organizzati vari eventi, mostre, spettacoli, convegni e itinerari dedicati alla sua figura. Anche il Circolo Culturale “L’Agorà” di Reggio Calabria, nel suo piccolo, ha organizzato una serie di incontri coinvolgendo vari studiosi, accademici di diversa provenienza che ricorderanno il padre della lingua italiana, e simbolo dell’unità del nostro Paese. L’influenza culturale di Dante Alighieri consiste nella ricezione che la produzione poetica del Sommo Poeta ha vestito in Italia e nel resto del mondo nel corso dei secoli, andando incontro a periodi avvicendati di stima e di chiara malevolenza da parte dei critici e degli artisti italiani e stranieri. Il Circolo Culturale

 

Il Circolo Culturale “L’Agorà” organizza un nuovo incontro sulla Rivolta di Reggio Calabria del 1970

“Le organizzazioni giovanili della destra reggina dopo la Rivolta del ‘70”, sarà il tema della nuova conversazione, organizzata da remoto dal Circolo Culturale “L’Agorà”, alla quale parteciperà, in qualità di relatore, Giuseppe Agliano, già assessore e consigliere del Comune di Reggio Calabria. Si tratta, in buona sostanza di una conversazione con il gradito ospite del sodalizio organizzatore caratterizzata da domande a cura di Gianni Aiello (presidente del Circolo Culturale “L’Agorà”. Si parlerà del Fronte della Gioventù (FdG) , l'organizzazione giovanile del Movimento Sociale Italiano , delle sue varie iniziative sul territorio, dei personaggi che ne fecero parte, tra i quali si registra quella del reggino Giuseppe Scopelliti, che nel 1993 venne nominato segretario nazionale del Fronte della Gioventù, la cui carica continuò fino al 1995. Tra le altre realtà il FUAN (Fronte universitario d'azione nazionale). Tenuto conto dei protocolli di sicurezza anti-contagio e dei risultati... Continua a leggere

 

Continua il percorso del Circolo Culturale “L’Agorà” sulla Rivolta di Reggio

Il Circolo Culturale “L’Agorà” organizza un nuovo incontro da remoto inerente alla rivolta di Reggio Calabria del 1970. Il 14 luglio di cinquantuno anni fa, a Reggio Calabria, esplode una violenta rivolta popolare. Ad innescarla è la decisione di stabilire Catanzaro la sede dell’Assemblea Regionale a Catanzaro. Il rapporto alla Città da parte del Sindaco Piero Battaglia, l’occupazione della Stazione Centrale, la violenta reazione da parte delle forze dell’ordine nei confronti dei manifestanti, il primo caduto nel corso della seconda giornata di sciopero cittadino caratterizzata da durissimi scontri tra scioperanti e forze dell’ordine. In diversi punti della Città spuntano le barricate che paralizzano Reggio Calabria. Cariche della polizia, gas lacrimogeni, lancio di pietre, colpi di arma da fuoco, il primo caduto nella seconda giornata di sciopero, e sulle cui cause ancora vi sono diverse zone d’ombra e tanti interrogativi. Un territorio che diventò teatro di durissimi scontri tra civili,... Continua a leggere

 

Nuova conversazione sui fatti di Reggio del ‘70

Conosciuti come “i fatti di Reggio Calabria”, dove un intero territorio diventò teatro di durissimi scontri tra civili, di ogni estrazione sociale e partitica, e lo Stato. Attentati dinamitardi, cortei pacifici repressi violentemente dalle forze dell’ordine, l’invio dei mezzi cingolati nella Città dello Stretto, così come avveniva sia nell’Est europeo che in diverse realtà dell’America Latina. I moti di Reggio sono considerati come la rivolta più lunga e violenta del Novecento della Penisola italiana. Da queste cifre il Circolo Culturale L’Agorà di Reggio Calabria organizza un nuovo ciclo di incontri, relativi alla Rivolta di Reggio del 1970. L’iniziativa, in programma per l’intero mese di novembre, prevede una serie di conversazioni che coinvolgeranno studiosi, protagonisti di diversa provenienza che ricorderanno fatti, circostanze, storie di uomini, di quelle circostanze storiche che coinvolsero l’intero territorio. La seconda conversazione avrà come tema “Reggio ‘70: presenze testimonianze... Continua a leggere

 

A Reggio Calabria si organizza un nuovo incontro sui moti del ‘70

L’onorevole Aloi, sarà il gradito ospite del Circolo Culturale “L’Agorà” che nel corso del suo intervento da remoto andrà a ricordare la figura del marchese Felice Genoese Zerbi, analizzando il saggio “Montagne di cartapesta”. Il sodalizio culturale reggino, non nuovo alle iniziative relative alla Rivolta del 1970 di Reggio, ha organizzato un nuovo ciclo di incontri, relativi ai Fatti di Reggio del 1970. L’iniziativa, in programma per l’intero mese di novembre, prevede una serie di conversazioni che coinvolgeranno studiosi, protagonisti di diversa provenienza che ricorderanno fatti, circostanze, storie di uomini, di quelle circostanze storiche che coinvolsero l’intero territorio. “Montagne di cartapesta e la palude della politica” del marchese Zerbi. Analisi dell’onorevole Aloi sarà il titolo della nuova conversazione da remoto, sui fatti di Reggio del 1970 organizzato dal Circolo Culturale “L’Agorà”: […] Il 23 settembre del 1970 alla riunione del consiglio comunale, l’avv. Federico a

 

A Reggio Calabria si organizza una nuova lettura sui moti del ‘70

L’onorevole Aloi, sarà il gradito ospite del Circolo Culturale “L’Agorà” che nel corso del suo intervento da remoto andrà a ricordare la figura del marchese Felice Genoese Zerbi, analizzando il saggio “Montagne di cartapesta”. Il sodalizio culturale reggino, non nuovo alle iniziative relative alla Rivolta del 1970 di Reggio, ha organizzato un nuovo ciclo di incontri, relativi ai Fatti di Reggio del 1970. L’iniziativa, in programma per l’intero mese di novembre, prevede una serie di conversazioni che coinvolgeranno studiosi, protagonisti di diversa provenienza che ricorderanno fatti, circostanze, storie di uomini, di quelle circostanze storiche che coinvolsero l’intero territorio. “Montagne di cartapesta e la palude della politica” del marchese Zerbi. Analisi dell’onorevole Aloi sarà il titolo della nuova conversazione da remoto, sui fatti di Reggio del 1970 organizzato dal Circolo Culturale “L’Agorà”: […] Il 23 settembre del 1970 alla riunione del consiglio comunale, l’avv. Federico a

 

A Reggio Calabria si organizza una nuova lettura sui moti del ‘70

L’onorevole Aloi, sarà il gradito ospite del Circolo Culturale “L’Agorà” che nel corso del suo intervento da remoto andrà a ricordare la figura del marchese Felice Genoese Zerbi, analizzando il saggio “Montagne di cartapesta”. Il sodalizio culturale reggino, non nuovo alle iniziative relative alla Rivolta del 1970 di Reggio, ha organizzato un nuovo ciclo di incontri, relativi ai Fatti di Reggio del 1970. L’iniziativa, in programma per l’intero mese di novembre, prevede una serie di conversazioni che coinvolgeranno studiosi, protagonisti di diversa provenienza che ricorderanno fatti, circostanze, storie di uomini, di quelle circostanze storiche che coinvolsero l’intero territorio. “Montagne di cartapesta e la palude della politica” del marchese Zerbi. Analisi dell’onorevole Aloi sarà il titolo della nuova conversazione da remoto, sui fatti di Reggio del 1970 organizzato dal Circolo Culturale “L’Agorà”: […] Il 23 settembre del 1970 alla riunione del consiglio comunale, l’avv. Federico a

 

A Reggio Calabria si organizza una nuova lettura sui moti del ‘70

L’onorevole Aloi, sarà il gradito ospite del Circolo Culturale “L’Agorà” che nel corso del suo intervento da remoto andrà a ricordare la figura del marchese Felice Genoese Zerbi, analizzando il saggio “Montagne di cartapesta”. Il sodalizio culturale reggino, non nuovo alle iniziative relative alla Rivolta del 1970 di Reggio, ha organizzato un nuovo ciclo di incontri, relativi ai Fatti di Reggio del 1970. L’iniziativa, in programma per l’intero mese di novembre, prevede una serie di conversazioni che coinvolgeranno studiosi, protagonisti di diversa provenienza che ricorderanno fatti, circostanze, storie di uomini, di quelle circostanze storiche che coinvolsero l’intero territorio. “Montagne di cartapesta e la palude della politica” del marchese Zerbi. Analisi dell’onorevole Aloi sarà il titolo della nuova conversazione da remoto, sui fatti di Reggio del 1970 organizzato dal Circolo Culturale “L’Agorà”: […] Il 23 settembre del 1970 alla riunione del consiglio comunale, l’avv. Federico a

 

Il Circolo Culturale “L’Agorà” organizza un nuovo incontro per omaggiare il Sommo Poeta.

Il 2021 è l'anno del settecentenario della morte di Dante Alighieri, avvenuta a Ravenna, suo luogo d’esilio, nella notte tra il 13 e il 14 settembre del 1321. Il Circolo Culturale “L’Agorà” di Reggio Calabria proprio nel mese di ottobre, darà inizia ad un secondo ciclo di incontri, dopo quelli del mese di marzo, con due nuovi appuntamenti dedicati a Dante Alighieri, la seconda serie di questo ideale viaggio attraverso il territorio nazionale. L’influenza culturale di Dante Alighieri consiste nella ricezione che la produzione poetica del Sommo Poeta ha vestito in Italia e nel resto del mondo nel corso dei secoli, andando incontro a periodi avvicendati di stima e di chiara malevolenza da parte dei critici e degli artisti italiani e stranieri. Il Circolo Culturale “L’Agorà” rivolgerà una seconda serie di letture dedicate al Sommo Poeta nel mese di ottobre, con due nuove conversazioni che idealmente rappresenteranno delle passeggiate culturali nei luoghi, negli eventi e con i personaggi... Continua a leggere

 

Migranti: poche strutture di accoglienza e le esistenti vengono demolite

Nelle ultime settimane, a seguito dei continui sbarchi di migranti, sono emerse delle criticità, nonostante l’impegno continuo e prezioso da parte delle forze dell’ordine e del personale medico ed infermieristico, egregiamente coordinati dalla Prefettura. Ebbene, nonostante tale impegno, emerge la mancanza di strutture di prima accoglienza a partire dall’area portuale. Qualcuno ricorderà che all’interno dello scalo marittimo era ubicata una struttura, poi demolita nel 2017. Tale costruzione, edificata qualche anno prima, era la stazione “Reggio Calabria Mare”, ed era ubicata a poca distanza dalla nuova stazione marittima degli aliscafi. Quella stazione ferroviaria “Reggio Calabria Mare” era stata costruita proprio per collegare il vecchio binario ferroviario alla linea principale, consentendo così ai treni di arrivare e partire dal porto in concomitanza con le corse degli aliscafi e creare un sistema integrato di trasporti tra Reggio e Messina. Tralasciando le motivazioni del lavoro delle... Continua a leggere

 

A Reggio Calabria le letture dantesche: L’Agorà “organizza” un secondo ciclo di incontri

Il 2021 è l'anno del settecentenario della morte di Dante Alighieri, avvenuta a Ravenna, suo luogo d’esilio, nella notte tra il 13 e il 14 settembre del 1321. Il Circolo Culturale “L’Agorà” di Reggio Calabria proprio nel mese di ottobre, darà inizia ad un secondo ciclo di incontri, dopo quelli del mese di marzo, con due nuovi appuntamenti dedicati a Dante Alighieri, la seconda serie di questo ideale viaggio attraverso il territorio nazionale. L’influenza culturale di Dante Alighieri consiste nella ricezione che la produzione poetica del Sommo Poeta ha vestito in Italia e nel resto del mondo nel corso dei secoli, andando incontro a periodi avvicendati di stima e di chiara malevolenza da parte dei critici e degli artisti italiani e stranieri. Il Circolo Culturale “L’Agorà” rivolgerà una seconda serie di letture dedicate al Sommo Poeta nel mese di ottobre, con due nuove conversazioni che idealmente rappresenteranno delle passeggiate culturali nei luoghi, negli eventi e con i personaggi... Continua a leggere

 

A Reggio Calabria la XXVI edizione sul periodo napoleonico

Giunge alla XXVI edizione la giornata di studi, organizzata dal Circolo Culturale “L’Agorà” e dal Centro studi “Gioacchino e Napoleone”, denominata “Gioacchino Murat: un Re tra storia e leggenda”. Il filo conduttore del nuovo appuntamento verterà sugli aspetti relativi alle operazioni navali e l’intelligence durante l’amministrazione murattiana. Napoleone portò allo spionaggio quel che v'era di matematico, di tecnico, di scientifico nella sua personalità e nella sua preparazione militare. Alla conversazione, organizzata da remoto, parteciperanno in qualità di relatori la ricercatrice toscana Elena Pierotti e Gianni Aiello (presidente delle due co-associazioni organizzatrici). Tenuto conto dei protocolli di sicurezza anti-contagio e dei risultati altalenanti della pandemia di COVID 19 e nel rispetto delle norme del DPCM del 24 ottobre 2020 la conversazione sarà disponibile, sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, a far data dal 13 ottobre.

 

A Reggio Calabria la XXVI edizione su Gioacchino Murat

Giunge alla XXVI edizione la giornata di studi, organizzata dal Circolo Culturale “L’Agorà” e dal Centro studi “Gioacchino e Napoleone”, denominata “Gioacchino Murat: un Re tra storia e leggenda”. Il filo conduttore del nuovo appuntamento verterà sugli aspetti relativi alle operazioni navali e l’intelligence durante l’amministrazione murattiana. Napoleone portò allo spionaggio quel che v'era di matematico, di tecnico, di scientifico nella sua personalità e nella sua preparazione militare. Alla conversazione, organizzata da remoto, parteciperanno in qualità di relatori la ricercatrice toscana Elena Pierotti e Gianni Aiello (presidente delle due co-associazioni organizzatrici). Tenuto conto dei protocolli di sicurezza anti-contagio e dei risultati altalenanti della pandemia di COVID 19 e nel rispetto delle norme del DPCM del 24 ottobre 2020 la conversazione sarà disponibile, sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, a far data dal 13 ottobre.

 

Una giornata dedicata al grande Nino Manfredi

Con il patrocinio dell’Amministrazione Provinciale di Frosinone e del Comune di Castro dei Volsci, il Circolo Culturale “L’Agorà” organizza, in remoto, un’apposita giornata di studi sul tema “1921-2021: nel centenario della nascita di Nino Manfredi”. Nino Manfredi, battezzato Saturnino, nacque cento anni fa, a Castro dei Volsci, in Ciociaria, terra di tradizioni antiche e di gente di cinema. E ne aveva 50 quando, nel 1971, scrisse, diresse e recitò un classico del cinema italiano, “Per grazia ricevuta”. Attore. Dopo aver preso la Laurea in Giurisprudenza per compiacere i suoi genitori, inizia a frequentare a Roma l'Accademia d'Arte Drammatica. I primi passi da attore sono sul palcoscenico del Piccolo Teatro di Milano dove interpreta Shakespeare e Pirandello. Ma la vena umoristica e la simpatia che caratterizzano tutti i suoi personaggi vengono alla luce sui palcoscenici del teatro di rivista. Da queste cifre la nuova conversazione organizzata in remoto dal Circolo Culturale “L’Agorà”,... Continua a leggere

 

in ricordo di Gigi Proietti

Con il patrocinio della Città Metropolitana di Roma Capitale, il Circolo Culturale “L’Agorà” di Reggio Calabria, organizza una conversazione in remoto avente come tema “in ricordo di Gigi Proietti”.La Città Metropolitana di Roma Capitale ha disposto al sodalizio culturale reggino tale concessione in quanto l’iniziativa è stata ritenuta di particolare valore e significato sia per l’Ente che per la comunità metropolitana. Trasformista, mattatore, artista a tutto tondo, nel corso della sua carriera ha sperimentato con successo anche la strada del doppiaggio. Da Gatto Silvestro nel 1964 alla voce prestata ai grandi divi hollywoodiani, da Robert De Niro a Charlton Heston, Richard Burton, Marlon Brando, Sylvester Stallone e Dustin Hoffman. Sua la voce dei due draghi siamesi Devon e Cornelius nel film d'animazione “La spada magica - Alla ricerca di Camelot”, è stato la voce di Kevin Costner in “Attraverso i miei occhi”, la Voce della Morte in “Brancaleone alle crociate”, “il Genio in Aladdin”.... Continua a leggere

 

A Reggio Calabria conversazione da remoto su incontro da remoto su Ettore Petrolini

Con il patrocinio della Città Metropolitana di Roma Capitale, il Circolo Culturale “L’Agorà” organizza, in remoto, un’apposita giornata di studi sul tema “I grandi umoristi: Ettore Petrolini”. La Città Metropolitana di Roma Capitale ha disposto al sodalizio culturale reggino tale concessione in quanto l’iniziativa è stata ritenuta di particolare valore e significato sia per l’Ente che per la comunità metropolitana. Alla base del suo repertorio c’è la “macchietta’, alla quale diede lustro creando personaggi ben delineati e di spessore, che diventarono punto di riferimento per il teatro comico dell’epoca e non solo: “Gigi er bullo‘, “Sor Capanna‘, “i Salamini‘, “Fortunello‘. Petrolini divenne il re dello sberleffo, della burla, della satira pungente, con la quale condannò ipocrisia e malcostume non risparmiando nessuno, né popolani, né potenti e neppure il regime fascista, che criticò con sapiente sarcasmo, anche con “Nerone” . Da queste cifre la nuova conversazione organizzata in remoto

 

"Storia del Cabaret" nuova conversazione del Circolo Culturale "L'Agorà"

Il cabaret (o, meno usato, cabarè) è storicamente una forma di spettacolo che combina teatro, canzone, commedia e danza. Nato sul finire del XIX secolo in Francia, si differenzia subito dal café-chantant orientandosi maggiormente verso la sperimentazione di nuovi linguaggi che non sul solo intrattenimento. Da queste cifre la nuova conversazione organizzata in remoto dal Circolo Culturale “L’Agorà”, avente come tema “Storia del Cabaret”, alla quale parteciperà in qualità di relatore Antonino Megali (socio e vice presidente del sodalizio organizzatore). Tenuto conto dei protocolli di sicurezza anti-contagio e dei risultati altalenanti della pandemia di COVID 19 e nel rispetto delle norme del DPCM del 24 ottobre 2020 la conversazione sarà disponibile, sulle varie piattaforme Social Network presenti nella rete, a far data dal 3 settembre.

 

"Il caso Giuseppe Zangara": nuovo incontro da remoto a cura del Circolo Culturale "L&#

Continua la programmazione in remoto del Circolo Culturale “L’Agorà con un nuovo incontro avente come titolo “Il caso Giuseppe Zangara”. Giuseppe Zangara, immigrato della fascia jonica reggina, nel 1933 fu autore di un tentativo di omicidio nei confronti del Presidente degli Stati Uniti, Franklin Delano Roosevelt, dell’assassinio del Sindaco di Chicago Anton Joseph Cermak, ed artefice di alcuni feriti. Giuseppe Zangara venne tratto in arresto dagli agenti di polizia presenti al Bayfront Park di Miami. Il 20 marzo dello stesso anno venne giustiziato tramite l’uso della sedia elettrica nel penitenziario di Raiford. Diverse le chiavi di lettura a riguardo le vicende che ebbero a verificarsi in Florida il 15 febbraio dello stesso anno, tra le quali la pista anarchica, l’organizzazione criminale di Chicago, conosciuta come Outfit alla quale il sindaco Cermak aveva manifestato una ferma e decisa opposizione. Altra congettura da non sottovalutare, riguarda l’iniziativa criminale che secondo

 

A Reggio Calabria la conversazione su “Le autostrade del mare”

Continua la programmazione in remoto del Circolo Culturale “L’Agorà con un nuovo incontro dedicato al tema relativo a “Le autostrade del mare”. Il Consiglio europeo ha designato quattro corridoi, la cosiddetta autostrada del mare, che possono essere sintetiz-zati così: rotta del Baltico: collega gli Stati membri del mar Baltico con gli Stati membri dell’Europa centrale e occidentale; rotta dell’Europa dell’ovest: collega il Portogallo e la Spagna, attraverso l’arco Atlantico, al mare del Nord e al mare d’Irlanda; rotta dell’Europa del sud-est: collega il mare Adriatico al mar Ionio e al mar Mediterraneo orientale; rotta dell’Europa del sud-ovest: collega Spagna, Francia, Italia e Malta nel mar Mediterraneo occidentale, raccordandosi con la rotta dell’Europa del sud-est e con il mar Nero. Parteciperà in qualità di relatore Enzo Rogolino (Segretario Generale Fastconfsal Calabria). Tenuto conto dei protocolli di sicurezza anti-contagio e dei risultati altalenanti della pandemia di COVID

https://www.my101.org/altro-profilo.asp?u=317