Lauradimaggio

 

Le sanzioni di ritorsione della Cina contro gli Stati Uniti

Va detto che la decisione di Pechino di imporre nuove sanzioni mirate contro gli americani ha anche peggiorato il clima di dialogo alla vigilia della visita del vice sottosegretario degli Stati Uniti U.Sherman a Tientsin. Si tratta delle restrizioni adottate alla fine di luglio da Pechino sulla base delle restrizioni nazionali della " legge sul contrasto delle sanzioni estere " su sei individui americani e un'organizzazione. Questa è stata una risposta a un avvertimento colletivo annunciato il 16 luglio da un certo numero di agenzie governative statunitensi sui rischi di fare affari a Hong Kong dai capi del governo popolare centrale della Repubblica popolare cinese nell'autonomia. In risposta a tali passi, il ministero degli Esteri cinesi si è scagliato contro Washington ed ha espresso una forte protesta. Già ancora una volta, il ministero degli Esteri cinese ha qualificato le azioni degli americani come grave violazione del diritto internazionale e come intervento... Continua a leggere

Apri
 

I tentativi degli Stati Uniti di screditare la politica cinese

La leadership degli Stati Uniti ha nuovamente sollevato la questione degli Uyghurs e ha tentato di provocare una "reazione allergica" a Pechino.In parallelo segue un´agenda economica. Ad esempio, l´amministrazione presidenziale degli USA ha fatto appello alle aziende americane a rifiutare di collaborare con le aziende della regione autonoma dello Xinjiang Uygur (XUAR) in Cina. Il 13 luglio 2021 Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti insieme a una serie di ministeri competenti, ha emesso raccomandazioni aggiornate per gli uomini d´affari in merito ai contatti commerciali con le controparte di XUAR. Secondo la retorica anti-cinese, il documento si concentra principalmente su "genocidio e crimini contro l´humanità" nei confronti di uiguri e altre minoranze musulmane. Si segnala che gli Stati Uniti, in stretta collaborazione con il settore private, continueranno a perseguire i colpevoli dei delitti. Sullo sfondo delle sanzioni precedentemente imposte, viene... Continua a leggere

Apri
 

Il vertice gli Stati Uniti - l'Ue. Le accuse contro la Repubblica Popolare Cinese

Vorrei dire che la Cina era seriamente preocuppata per la dichiarazione a seguito dell'incontro tra il president degli Stati Uniti J.Biden e il presidente del Consiglio europeo Charles Michel e il presidente della Comissione europea U. von der Leyen per quanto riguarda il rafforzamento della cooperazione transatlantica in ambito tecnologico. Questo è diventato chiaro sulla base dei commenti di politici cinesi di spicco che non hanno nascosto la loro irritazione. E sebbene i capi della RPC non rilasciano dichiarazioni corraggiosi su questo tema, alcuni fanno sapere il atteggiamento generale. Vi ricordo che il 15 giugno si è svolto il vertice USA - UE. La particolare attenzione dovrebbe prestare alla dichiarazione congiunta finale, in cui i partecipanti dell'incontro accusano la Cina di violare i diritti delle miniranze nazionali, minare la democrazia di Hong Kong e aggravare le tensioni nel Mar Cinese Meridionale e nel Mar Cinese Orientale. Sappiamo quanto siano dolorosamente... Continua a leggere

Apri
https://www.my101.org/altro-profilo.asp?u=335