Discussione

Come sarà organizzare le vacanze estive nel 2021 per gli Italiani?

Come sarà organizzare le vacanze estive nel 2021 per gli Italiani?

Anche quest’anno è arrivato il momento di pensare alle vacanze estive: la stagione calda è alle porte e ci invoglia a staccare dalla routine quotidiana e a prenderci un momento di pausa. Inoltre, la limitazione negli spostamenti a cui siamo stati sottoposti, con l’obiettivo di evitare la propagazione incontrollata del Covid-19 ( https://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioContenutiNuovoCoronavirus.jsp?area=nuovoCoronavirus&id=5351&lingua=italiano&menu=vuoto ), ha alimentato in noi la voglia di essere liberi, di muoverci e di viaggiare. E allora, vediamo come si prospettano le vacanze di quest’estate 2021, tra mete nazionali e internazionali, tamponi obbligatori, e Green pass. VACANZE ESTIVE 2021 ALL'ESTERO: SCONSIGLIATE LE METE LONTANE Se pensiamo di organizzare le vacanze estive del 2021 all’estero, dobbiamo considerare che viviamo in un’epoca di pura incertezza, dove le novità e le sorprese sono all’ordine del giorno. Pertanto, forse è meglio evitare ancora mete lontane ed esotiche. Infatti, non esiste un’uniformità a livello globale sulla gestione dell’emergenza legata al Covid-19. Ogni Paese ha le sue regole, fra chi consente l’ingresso ai viaggiatori a patto che vengano rispettate determinate regole (giustificati motivi di viaggio, obbligo di quarantena, ecc.), e chi sembrerebbe aver chiuso definitivamente le porte al turismo fino a fine anno, come l’Australia. Non si consiglia poi di viaggiare in Argentina, Brasile o India ( https://covid19.who.int/region/searo/country/in ), dove la situazione è ancora delicata e rischiosa. La scelta migliore per godersi le proprie vacanze in tutta serenità, senza eccessivi disagi e imprevisti, quindi, sembra quella di rimanere entro i confini nazionali o europei. SE VIAGGI ALL'ESTERO, LE VACANZE ESTIVE 2021 POTREBBERO ESSERE PIÙ CARE DEL PREVISTO La predisposizione dei Paesi europei all’apertura nei confronti del turismo accontenterà tutti, da chi preferisce passare le sue vacanze estive del 2021 in una località balneare, a chi decide di visitare una città d’arte, oppure di fuggire dalla calura estiva per raggiungere mete più fredde, come i Paesi scandinavi. Tuttavia, per consentire ai vacanzieri di muoversi in tutta sicurezza e mantenere la crisi pandemica sotto controllo, ci si potrà spostare soltanto se si è già stati sottoposti al vaccino contro il coronavirus (avendo ricevuto entrambe le dosi), oppure previa realizzazione di un tampone, rapido o molecolare ( https://www.ats-milano.it/portale/EMERGENZA-CORONAVIRUS/FAQ-Domande-frequenti/Tamponi/Che-differenza-c%C3%A8-tra-un-tampone-antigenico-rapido-o-molecolare ) a seconda delle leggi vigenti nel Paese scelto come meta. In Italia, i costi dei tamponi sono stabiliti su base regionale: di media, comunque, un test antigenico costa sui 20-30€, mentre quello molecolare può arrivare a superare i 100€. La spesa per eseguire il tampone, dunque, può essere importante e deve essere tenuta a mente prima di partire. Inoltre, bisogna pensare che il test va eseguito anche per rientrare nel nostro Paese, e che i più piccoli non ne sono esenti. IL GREEN PASS: VIAGGIARE SICURI E CON MENO PENSIERI Uno strumento pensato per muoverci in tutta l’Unione Europea con più libertà e meno ‘scartoffie’ a cui pensare è il Green Pass ( https://www.ilsole24ore.com/art/green-pass-tutto-quello-che-c-e-sapere-dieci-domande-e-risposte-AEj0q1J ). Si tratta di una sorta di passaporto sanitario, in formato cartaceo o digitale, che indicherà se il possessore è stato sottoposto al vaccino, al tampone, oppure indicherà l’avvenuta guarigione da coronavirus. Tre condizioni che garantiscono presumibilmente l’immunità dell’interessato. Il Green Pass entrerà in vigore dal primo luglio 2021, dopo essere stato approvato dal Consiglio Europeo ed essere stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale. Seppure non sia da escludere che in futuro il Green Pass sarà reso obbligatorio anche per gli spostamenti all’interno del Bel paese, per il momento le regioni sembrano disposte ad aprire i propri confini per favorire il turismo estivo. Sembra quindi che l’idea migliore per trascorrere le proprie vacanze dell’estate 2021 senza troppe preoccupazioni sia quella di scegliere di rimanere all’interno dei confini nazionali. Alla fine, in fondo, viviamo in un Paese ricco di cultura, paesaggi naturali e buon cibo. Nulla da invidiare alle mete estere.

Commenta