Discussione

PREMIO ALLA REGIA DEL "MILAZZO INTERNATIONAL FILM FESTIVAL" AL MAESTRO PUPI AVATI

PREMIO ALLA REGIA DEL "MILAZZO INTERNATIONAL FILM FESTIVAL" AL MAESTRO PUPI AVATI

Il "Premio alla Regia" del "Milazzo International Film Festival" è stato assegnato al grande maestro del cinema, Pupi Avati, che già con il suo ultimo film "Lei mi parla ancora" ha vinto la sezione "Lungometraggi" dello stesso festival. Ad assegnargli i premi è stata la regista Annarita Campo, direttrice artistica e presidente di giuria del "Milazzo International Film Festival", fondato nel 2018 dalla medesima regista di origini siciliane. Pupi Avati, classe 1938, è un regista, produttore cinematografico, sceneggiatore e scrittore. Studia "Scienze Politiche" all'Università degli studi di Firenze e tenta inizialmente una carriera nel mondo del jazz. Per quattro anni lavora come rappresentante della Findus, compagnia di surgelati. Nel 1970 ottenne da un misterioso imprenditore due finanziamenti per realizzare i suoi primi film "Balsamus,l'uomo di Satana" e "Thomas e gli indemoniati". Dopo aver collaborato all'ultima fatica di Pier Paolo Pasolini ovvero "Salò o le 120 giornate di Sodoma", dirige il suo terzo lungometraggio dal titolo di "La mazurka del barone, della santa e del fico fiorone" con protagonisti Ugo Tognazzi e Paolo Villaggio. Segue poi "La casa delle finestre che ridono" nel 1976. Nel 1977 esce "Bordella" che venne censurato e che vedeva protagonista Cristian De Sica. Nello stesso anno esce il film "Tutti defunti...tranne morti". I più conosciuti però sono "Regalo di Natale" film con protagonista Diego Abatantuono, Carlo Delle Piane, Gianni Cavina e Alessandro Haber. Nel 2005 gira "Ma quando arrivano le ragazze?" con protagonisti Vittoria Puccini, Paolo Briguglia, Claudio Santamaria. Dirige poi "La seconda notte di nozze" con Antonio Albanese, Katia Ricciarelli e con Marisa Merlini. Mentre nel 2007 gira "La cena per farli conoscere" dove dirige Diego Abatantuono, Francesca Neri, Ines Sastre, Vanessa Incontrata e Violante Placido e "Il nascondiglio" con Laura Morante. Nel 2008 gira "Il papà di Giovanna" e da lì numerosi altri film. Nel 2011 alla Festa del Cinema di Roma presenta "Il cuore grande delle ragazze" con protagonista Micaela Ramazzotti e Cesare Cremonini. Pupi Avati presiede la "Fondazione Federico Fellini". Nel 2014 vince il premio come "miglior sceneggiatura" per il film "Un ragazzo d'oro" con Sharon Stone e Riccardo Scamarcio. Nel 2019 torna al cinema con il film "Il signor Diavolo", interpretato da Alessandro Haber, Lino Capolicchio, Chiara Caselli e Andrea Roncato. "Il signor Diavolo" vince un "Nastro D'Argento" nel 2020. Nel febbraio 2021 esce il film "Lei mi parla ancora" tratto dal libro che racconta la vita del padre di Vittorio Sgarbi e la storia d'amore dei genitori. Il film è interpretato da Renato Pozzetto, Stefania Sandrelli, Isabella Ragonese, Alessandro Haber e tanti altri attori. Pupi Avati è sposato con Nicola, ed ha tre figli: Mariantonia Avati, anch'ella regista, Tommaso, sceneggiatore, e Alvise, animatore 3d. Ha un fratello maggiore, Antonio, sceneggiatore e produttore.

Commenta