Discussione

Ines Callori "Il dolce ritorno dell'ottimismo"

 Ines Callori "Il dolce ritorno dell'ottimismo"

Si è svolta nella suggestiva location di Villa Aurora a Roma, il 19 giugno, la sfilata della stilista Ines Callori "Il dolce ritorno dell'ottimismo". La sua originalità e attenzione ai particolari, alla scelta dei colori, dei tessuti e degli accessori ha suscitato grande interesse ed emozione nei presenti. La donna è al centro delle creazioni di Ines Callori con la sua femminilità da esprimere attraverso un abito elegante che può essere indossato sia dalla donna di classe che dalla ragazza attenta all'evoluzione degli stili e della moda. Ogni colore ha un suo significato e una sua sensibilità che la stilista Ines Callori imprime nel suo design e nella scelta dei tessuti di semplice vestibilità ma di sofisticato e profondo fascino Abbiamo intervistato la stilista Ines Callori, entusiasta del suo lavoro anche dopo le lunghe ore di lavoro per la preparazione della sfilata che ha riscosso un ottimo successo. - Quando è iniziata la sua passione per la moda? Fin da piccola ho avuto la passione per la moda e ho iniziato a realizzare le prime creazioni che sono state apprezzate e mi hanno spinto ad andare avanti con entusiasmo in un mondo difficile come quello della moda, tra l'altro fermato, in modo evidente, dalla pandemia. Quando realizza un nuovo abito si ispira ad uno stilista famoso? No, non ho stilisti di riferimento. MI lascio guidare dalle mie emozioni e dalla mia immaginazione. Ad esempio mi piace creare ascoltando musica di vario genere. E' la mia compagna fedele delle mie creazioni. Non ne potrei fare a meno. Anche la scelta dei colori per me è un momento molto importante e dedico molte energie affinchè le creazioni possano risultare piacevoli agli occhi della donna più esigente. Inoltre mi dedico anche alla realizzazione degli accessori moda che per me sono un vero completamento all'eleganza di una donna. Quanto contano le persone care che a sostengono nella sua attività? Il mio più grande orgoglio è avere creato un'azienda di famiglia dove alcuni familiari si occupano della promozione sui social e su internet della mia attività, mi aiutano nell'organizzare gli eventi e tutto ciò che occorre per portare avanti con successo quest' attività. Senza gli affetti più cari che ti sostengono sarebbe tutto più arduo. Quali sono i progetti per il futuro? Ne ho molti. Non smetto mai di creare quindi ci saranno altre occasioni per presentare le mie creazioni. E considerando l'entusiasmo, la passione e l'emozione che traspare dalle parole della stilista Ines Callori c'è da crederle... Angelo Antonucci

Commenta