Discussione

Immunità al COVID: la tendenza a perderla partirebbe a 6 mesi dalla seconda dose

Negli Stati Uniti, tre vaccini COVID-19 tra cui BNT162b2 (Pfizer-BioNTech), mRNA1273 (Moderna) e Ad26.COV2.S (Johnson & Johnson/Janssen) hanno ricevuto l’approvazione per l’uso di emergenza (EUA) dalla Food and Drug Administration statunitense (FDA) entro febbraio 2021. Secondo il rapporto dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC), oltre 445 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate a oltre 205 milioni di persone entro settembre 2021 negli Stati Uniti. Data la sua elevata efficacia contro l’infezione da coronavirus SARS-CoV-2 della sindrome COVID-19 sintomatica, il vaccino Pfizer ha recentemente ricevuto la piena approvazione da parte della FDA. Tuttavia, con una crescente prevalenza della variante delta, sono stati segnalati diversi casi di vaccinazione in tutto il paese. I casi di svolta vaccinale possono derivare da vari fattori, tra cui il calo dell’efficacia del vaccino, la rimozione delle restrizioni sulle misure di controllo non farmacologiche (indossare la maschera, l’allontanamento fisico e la limitazione dei movimenti) o l’emergere di varianti virali resistenti al vaccino. Per spezzare la catena di trasmissione, è quindi importante valutare la durabilità dei vaccini COVID-19 e attuare strategie appropriate. In uno studio condotto presso la Mayo Clinic, negli Stati Uniti, gli scienziati hanno studiato l’efficacia a lungo termine del vaccino contro il coronavirus a base di mRNA BNT162b2 (Pfizer) contro la malattia sintomatica. I risultati rivelano che, sebbene si verifichino infezioni rivoluzionarie in individui completamente vaccinati, il vaccino rimane efficace contro il COVID-19 sintomatico diversi mesi dopo la vaccinazione completa. Lo studio è stato condotto su persone completamente vaccinate che sono state testate presso la Mayo Clinic per sospetta infezione sintomatica da SARS-CoV-2. Come da protocollo generale, vengono somministrate due dosi del vaccino Pfizer ad un intervallo di 18-28 giorni. Le persone che sono state vaccinate tra febbraio e agosto 2021 sono state incluse nell’analisi. L’analisi è stata condotta su 11.606 persone che sono state completamente vaccinate con BNT162b2 e successivamente sono state sottoposte a test SARS-CoV-2 basati su PCR presso la Mayo Clinic. more ... https://www.medicomunicare.it/2021/09/09/immunita-al-covid-la-tendenza-a-perderla-partirebbe-a-6-mesi-dalla-seconda-dose/

Commenta