Discussione

Genetica e abitudini alimentari: cosa porta a scegliere zuccheri, grassi o proteine?

Il cervello è soggetto a vari segnali che influenzano i comportamenti alimentari e regolano l’equilibrio energetico corporeo, ad esempio modificando l’appetito e il dispendio energetico in risposta ai livelli ematici di ormoni e nutrienti. Pertanto, la variazione genetica in questi segnali può portare a fame e obesità estreme. Le persone con obesità e diabete sono spesso stigmatizzate per aver fatto scelte alimentari non salutari. Mentre l’assunzione di cibo è modellata da molti fattori, come quelli sociali, demografici, religiosi o politici, studi precedenti hanno dimostrato che le differenze individuali ereditate contribuiscono a cosa, quando, perché o quanto mangiamo. Questi primi studi stanno iniziando a identificare le regioni del cervello e i processi molecolari che influenzano l’assunzione di cibo, ma c’è stata una ricerca limitata negli esseri umani per identificare le firme molecolari alla base della suscettibilità variabile al comportamento di scelta del cibo. Un team di ricercatori della Boston University School of Public Health e di altre istituzioni ha ora identificato più di due dozzine di regioni genetiche che possono influenzare l’assunzione di cibo. Per fornire approfondimenti, il caporicerca Dr. Merino e i suoi colleghi hanno condotto un’analisi genetica ed esaminato il consumo di cibo di 282.271 partecipanti di origine europea della Biobanca britannica e del Consorzio Cohorts for Heart and Aging Research in Genomic Epidemiology (CHARGE). Lo studio è il più grande fino ad oggi che ha esaminato i fattori genetici legati all’assunzione di cibo. Il team ha identificato 26 regioni genetiche (loci) associate a una maggiore preferenza per cibi contenenti più grassi, proteine ​​o carboidrati e queste regioni sono state arricchite per i geni espressi nel cervello. Le analisi computazionali a valle hanno evidenziato sottotipi specifici di neuroni specializzati distribuiti nel sistema nervoso centrale che rispondono a proteine, grassi o carboidrati e, quando attivati, possono spiegare perché le persone hanno maggiori probabilità di preferire cibi o pasti con una maggiore quantità di grassi o proteine ​​o carboidrati. I ricercatori hanno anche scoperto che due gruppi principali di varianti genetiche erano associati in modo diverso all’obesità e alla malattia coronarica. more... https://www.medicomunicare.it/2021/09/10/genetica-e-abitudini-alimentari-cosa-porta-a-scegliere-zuccheri-grassi-o-proteine/

Commenta