Discussione

Novità terapeutiche per la malattia infiammatoria intestinale: alla riscoperta delle statine

La colite ulcerosa (ULC) provoca infiammazione e ulcere nell’intestino, lasciando i pazienti vulnerabili a una serie di sintomi spiacevoli, tra cui dolore addominale, sangue nelle feci, stitichezza e affaticamento. La condizione, pur non essendo pericolosa per la vita, può essere gravemente debilitante, soprattutto se i farmaci antinfiammatori non funzionano. Ma potrebbero esserci buone notizie per il quasi 1 milione di persone affette: le statine, farmaci per abbassare il colesterolo comunemente prescritti, sembrano essere un trattamento efficace anche se inaspettato per la condizione, secondo un team di Stanford Medicine. Attualmente, le uniche linee di difesa contro la colite ulcerosa sono i farmaci antinfiammatori e l’asportazione chirurgica di parte o tutto il colon. Circa il 30% dei pazienti con colite ulcerosa alla fine deve sottoporsi a un intervento chirurgico come ultima risorsa. Guidati dal Dr. Purvesh Khatri, PhD, professore associato di Medicina e Scienze biomediche, gli scienziati hanno rintracciato una connessione tra una manciata di farmaci e la diminuzione dei sintomi della colite ulcerosa, attingendo a set di dati pubblici disponibili di informazioni anonime sulla salute dei pazienti, inclusi dati genomici e di prescrizione. https://www.medicomunicare.it/2021/09/23/novita-terapeutiche-per-la-malattia-infiammatoria-intestinale-alla-riscoperta-delle-statine/

Commenta