Discussione

La Spia d'Italia Affascinante fortezza che svetta sulla pianura Padana

La Spia d'Italia    Affascinante fortezza che svetta sulla pianura Padana

Durante un breve e spensierato periodo della mia vita ebbi la possibilità di vivere a Solferino nell' alto mantovano e li feci la conoscenza della "Spia d' Italia"! Il suo vero nome è la Rocca di Solferino che sovrasta l' abitato del paese e che fu eretta nel 1022 . Successivamente nel 1315 venne acquistata dà un Signore di Mantova Rinaldo Bonacolsi facente parte dell' aristocrazia Virgiliana. Fu però durante il Risorgimento che la Rocca prese il nome di Spia d'Italia grazie alla sua strategica posizione geografica . Divenne anche teatro della famosa Battaglia di Solferino e San Martino del 24 Giugno 1859 tra l'esercito Franco-Piemontese ed Austriaco. Poi ci fu un periodo di abbandono della Rocca fino al 1870 quando venne restaurata. Entrando nella Rocca troviamo al piano terra un museo storico con cimeli quadri e armi della seconda guerra d' Indipendenza. Prima di raggiungere la grande terrazza troviamo la "Sala dei Sovrani" dove campeggiano i ritratti di Vittorio Emanuele secondo e Vittorio Emanuele terzo. Arrivati sulla meravigliosa terrazza possiamo scorgere a nord l alta torre di San Martino che dista a 10 km. e poco più in là si scorge il Lago di Garda mentre se volgiamo lo sguardo a sud vediamo l' abitato di Castiglione delle Stiviere e la vasta pianura Padana fino alle prime propaggini degli Appennini. Questa astorica Rocca si pensa che sia una vecchia struttura anzi che antica .Essa era la fortezza di un castello che faceva parte di un più grande sistema fortificato. Se venne eretta più in alto del maniero sottostante nella piazza di Solferino fu dovuto alla conformazione del monte dove sorge il quale si assottiglia nella parte occidentale dove il costruttore tagliò la sua cima per innalzarvi la stessa Rocca. Questo avvenne secondo una scritta incisa nel muro della fortezza nel 1016. Attorno alla Rocca nei terreni circostanti troviamo un bosco di castagni secolari dove crescono varie specie di funghi. Una vera meraviglia di luogo da visitare e dove si può anche trovare un'antico piatto della gastronomia di Solferino ,una prelibatezza di nome "Capunsel" un particolarissimo tipo di gnocchetto di pane che si usava cucinare quando si accostava il dolce al salato. Questo è uno dei piatti più amati dell'alto Mantovano. Per ultimo non dimentichiamo che qui durante la Battaglia di Solferino e San Martino avvenne la nascita della Croce Rossa Internazionale per opera di Henry Dunant. Comunque siamo in presenza di una zona che profuma di storia e di epiche battaglie e durante la visita ci fa rivivere l'epoca Risorgimentale in un contesto di rara bellezza tra le Colline Moreniche e la pianura Padana che personalmente porto ancora nei miei occhi e nel mio...Cuore! NICOLA

Commenta