Discussione

era tutto previsto

Le profezie del vecchio testamento ( i salmi di Davide ) sono riferite si a Gesù ma ( è questa la novità ) anche al popolo di Israele, nel senso che Gesù con la sua passione morte e resurrezione ha profetizzato la passione morte e resurrezione del suo popolo che sono gli ebrei.Quando il salmista Davide scriveva: “un branco di cani mi circonda” ciò è riferito al fatto che i nazisti usavano i cani contro gli ebrei.Quando il salmista scriveva:”sulle mie vesti gettano la sorte” ciò è riferito si a Cristo, ma anche al fatto che i nazisti spogliavano nudi gli ebrei prima delle fucilazioni e delle camere a gas e spedivano tutti i vestiti in Germania. Gesù prima di essere ucciso fu flagellato,questa è una profezia di quello che doveva passare il suo popolo,infatti gli ebrei prima di essere uccisi venivano bastonati e torturati. Davide nella profezia dei salmi dice “hanno forato le mie mani e i miei piedi posso contare tutte le mie ossa” questo è riferito si a Gesù, ma anche al popolo ebraico che veniva fucilato alla testa (corona di spine) ed è riferito anche al fatto che i nazisti facevano letteralmente morire di fame gli ebrei nei ghetti e campi di concentramento ed erano così magri che potevano contare tutte le loro ossa. Gesù è stato tre giorni nella tomba e israele è stato rifatto 3 anni dopo che i massacri sono finiti nel 45. La resurrezione di Gesù simboleggia la creazione dello stato di Israele nel 1948. Per ultimo vorrei far notare l’innocenza sia di Gesù sia del popolo ebraico nel meritare una morte simile

Commenta
 

Nu Bobapa a Giammauro: l'identificazione del popolo d' Israele col suo Messia è affermato anche da Sergio Quinzio che a proposito del libro dell'Esodo commenta le prescrizioni dei dieci comandamenti e la Torah in generale come legge che il popolo di Dio riceve e in cui si identifica e così rispettando i precetti della Torah il popolo di Dio, Israele vive nello spirito del suo Dio che lo ha liberato dalla schiavitù dell' Egitto e che ne ha fatto un popolo di uomini liberi produttori agricoli ciascuno proprietario e signore di un suo pezzo di terra della terra promessa conquistata strappandola alle nazioni pagane preabitanti la venuta d' Israele nella terra promessa. Si arriva, si può arrivare al punto di negare la figura del Messia come un essere individuale per identificare il Messia in tutto il popolo eletto cioè collettivamnete e non più individualmente anche se gli ebrei credenti ancora oggi aspettano la venuta del Messia d' Israele coi suoi poteri personali carismatici non riconoscendo ancora come i cristiani in Gesù cristo il Messia di cui parla la bibbia.