ester

 

CONQUISTE

Ci sono politici che attirano come calamite, conquistano perché sono carismatici, hanno un sorrise dolce, un carattere amabile, galvanizzano le masse per la loro intraprendenza, vivacità, esperienza, per la loro vita in apparenza votata verso il bene. Si mostrano docili, solidi, insostituibili. I loro discorsi sono a prova di bomba, in realtà sono sempre gli stessi da anni con solo apportate alcune sapienti varianti che fanno colpo. Sono personaggi osannati, invidiati, apprezzati. Il loro talento, il loro eloquio è fonte di stima. Queste persone hanno molti al seguito, in un batter di ciglia trovano collaboratori, confidenti, portaborse. Si mostrano determinati, privi di distrazioni, convincenti. Attuano una specifica strategia di difesa del popolo con cui mostrano di avere un legame speciale, unico. E’ assodata la loro partecipazione con le masse. I punti caldi dei loro comizi vertono proprio sul benessere del popolo, della gente comune. Si mostrano onesti, volenterosi, fedeli. Con... Continua a leggere

 

PUZZONE

In Trentino si produce un formaggio tipico dichiarato di origine controllata dal 2013 detto puzzone. Si produce nei caseifici sociali della val di Fassa e della valle di Fiemme, nelle zone di Predazzo e Moenia. Il formaggio è nato anticamente nei caseifici per produrre un formaggio robusto e grasso in grado di supportare la dieta povera dei contadini del luogo basata solo su patate e polenta. Il suo in origine era Spretz nome ladino che significava formaggio saporito. Il formaggio si diffuse rapidamente in tutto il nord Italia specie durante il primo conflitto mondiale, apprezzato per il suo odore intenso, il sapore piccante con retrogusto amaro. Si tratta di un formaggio pregiato con produzione limitata. Si è molto diffuso negli anni settanta. Nel 1974 durante una trasmissione radiofonica fu chiamato per scherzo puzzone in riferimento al suo odore forte, fu ribattezzato con questo nome che è divenuto quello ufficiale. Il formaggio venne apprezzato anche in Francia e all’estero.

 

RITUALE

Molti sono i riti che ancora sopravvivono ai nostri giorni e che avvengono nell’ambito della tradizione e della religione. Un tempo riguardavano la sfera del mito e solo del sacro. Anche oggi avvengono celebrazioni rituali collettive. Antropologi e sociologi hanno studiato da vicino il fenomeno del rito nella storia antica e moderna. Il rito ha avuto spesso una funzione culturale e sociale. Un tempo c’erano molti esempi di riti più o meno importanti, alcuni temporanei altri duraturi: il rito di iniziazione, quello di passaggio, il rito propiziatorio, il rito espiatorio, il rito funebre e poi con il cattolicesimo troviamo il rito liturgico. I riti più diffusi nei vari popoli erano quelli di festa per il raggiungimento della pubertà. Alcuni riti avvenivano quotidianamente e richiedevano anche partecipazione emotiva. I riti cambiano in rapporto al tempo, alle generazioni, alle epoche e possono essere diversi, anche in contrasto fra loro. Un rito accettato in una civiltà è visto come minaccia... Continua a leggere

 

DITALI

Il ditale è un piccolo oggetto costruito per proteggere le mani delle cucitrici e può assumere forme diverse. Le sue origini risalgono al neolitico quando serviva per cucire le vele con grossi aghi ed era fatto in pietra, ferro, bronzo. In Cina si usava il ferro. Nel Medioevo si usava molto sia in pelle che in metallo ed era costoso, in questo periodo si crearono molte forme fantasiose. Il boom del ditale si ebbe nel settecento quando si crearono veri oggetti da collezione da esibire di porcellana, avorio, oro ornati con pietre preziose, in platino, in legno pregiato, con scritte e motti, disegni floreali. Gli artigiani dell’epoca intendevano proteggere le mani delle donne nobili. Nel novecento iniziò la produzione in serie per lo più in acciaio. A Creglingen in Germania, nel land Baden, sulla strada romantica, vicino il fiume Tauber, troviamo il museo del ditale unico al mondo. Il museo è stato inaugurato con una cerimonia pubblica l’otto agosto 1982. Esso è sorto per volontà di... Continua a leggere

 

DITALE

Il ditale è un piccolo oggetto costruito per proteggere le mani delle cucitrici e può assumere forme diverse. Le sue origini risalgono al neolitico quando serviva per cucire le vele con grossi aghi ed era fatto in pietra, ferro, bronzo. In Cina si usava il ferro. Nel Medioevo si usava molto sia in pelle che in metallo ed era costoso, in questo periodo si crearono molte forme fantasiose. Il boom del ditale si ebbe nel settecento quando si crearono veri oggetti da collezione da esibire di porcellana, avorio, oro ornati con pietre preziose, in platino, in legno pregiato, con scritte e motti, disegni floreali. Gli artigiani dell’epoca intendevano proteggere le mani delle donne nobili. Nel novecento iniziò la produzione in serie per lo più in acciaio. A Creglingen in Germania, nel land Baden, sulla strada romantica, vicino il fiume Tauber, troviamo il museo del ditale unico al mondo. Il museo è stato inaugurato con una cerimonia pubblica l’otto agosto 1982. Esso è sorto per volontà di... Continua a leggere

 

PEONIA

La peonia è una pianta di cui esistono circa trentacinque specie dai vari nomi , alcune profumate, di solito perenne, che può vivere oltre cento anni., la sua crescita è lenta Di solito per praticità si distinguono solo due specie fondamentali: erbacea e arbustiva. La erbacea ha origini europee, non è molto profumata, ed esistono molte varietà colorate, la arborea ha un fusto legnoso, è nata in Cina, ed è facile da piantare e coltivare. Le foglie sono caduche, i fiori colorati e grandi, i semi sono scuri, le radici tuberose., le foglie traslucide La pianta per lo più ornamentale può arrivare a due metri di altezza. I colori sono rosa, giallo, rosso, sfumato ecc. La pianta che fiorisce in primavera è resistente e si adatta a diversi climi e non ha bisogno di molte potature. Ci sono anche specie con il fiore doppio che possono essere coltivate in vaso. La pianta va annaffiata con moderazione, in misura maggiore in estate. Predilige i terreni argillosi, lavorati, terreni leggermente

 

ACCOMPAGNARE

Le chiese, le comunità parrocchiali, religiose, le sedi di partito, i campi sportivi sono notevoli punti di incontro e di aggregazione sociale specie nei paesi, nei borghi, nei quartieri periferici di grandi metropoli. Ognuno sceglie soggettivamente in base alle sue intime esigenze il luogo più adatto da frequentare nel tempo libero lontano dagli impegni di lavoro e di studio. Molte persone con vari disagi sociali, corporali, psichici, morali ama frequentare certi centri anche sociali e si ostinano a voler entrare in certe cerchie di persone. Certe esperienze spesso invece di procurare sollievo, gioia procurano solo rabbia o inquietudine ribollente e dolorosa. In alcuni contesti l’affetto, la stima non sono ricambiati. In certi ambienti selettivi non esiste pietà, commozione, rispetto. Spesso ci sono le buone intenzioni ma non sono suffragate da comportamenti intensamente affettuosi. La solidarietà esiste sulla carta, a parole, la pace, la riconciliazione sono parole vuote di

 

CIMITERI

Spesso siamo rattristati e arrabbiati per la morte di un amico, di un parente, ci lasciamo prendere dallo sconforto, non sopportiamo la sua assenza e allora per alleggerire il peso del macigno che abbiamo sul cuore insistiamo ad andare al cimitero mostrando un volto tetro di malumore. Pianifichiamo le visite convinti che al cimitero potremo ristabilire una sorta di contatto, una convinzione irrazionale che ci aiuta a sopravvivere. Nel cimitero amiamo restare soli per affondare nella nostra disperazione per poi risollevarci con un saluto al defunto. Non sopportiamo intrusioni. Restiamo costernati quando ci capita di andare al cimitero durante delle festività, delle solennità. Le giornate di Pasqua, di Natale, di ognissanti diventano se andiamo al cimitero insopportabili. Non vediamo l’ora di uscire, di fuggire lontano. Il nostro intuito infallibile si rende subito conto di quello che accade intorno anche se siamo impotenti. Davanti al comportamento folle degli altri restiamo immobili,... Continua a leggere

 

FALLIMENTARE BILANCIO

Spesso ci soffermiamo a ripercorrere velocemente il nostro passato e scopriamo con stizza che esso è costellato, corredato da rovinose cadute, fallimenti, abbagli avuti in buona fede, curiosi scontri, cadute di stile. Attingendo al passato ci vengono incontro critiche, pettegolezzi sul nostro passato, frasi al veleno . Spesso perdiamo il senso del nostro vivere e sbuffiamo come adolescenti insoddisfatti, rabbiosi e stanchi. Le scelte ci appaiono irrazionali, selvagge. A ben guardare la nostra vita ci appare una matassa intricata senza bandolo. Se sbirciamo dentro di noi troviamo tracce di fallimenti che non osiamo raccontare, che ci angosciano, ci fanno tremare. Verso le nostre azioni siamo critici poco indulgenti, poco amorevoli. Anche gli altri con noi non mostrano di avere clemenza, buona creanza, ci accusano giustamente o ingiustamente. La nostra reazione spesso è violenta, altre volte ci lasciamo andare a riflessioni filosofiche. Scopriamo di aver combinato molte marachelle anche... Continua a leggere

 

SARACINESCO

Saracinesco è un borgo che si trova nelle vicinanze di Roma. Fa parte della comunità montana dell’Aniene e della unione comuni della valle di Giovenzano. Situato nella zona del monti Ruffi si trova a novecento metri di altezza. Il nome probabilmente deriva da un antico insediamento saraceno del IX secolo. La grande attrattiva è la rocca benedettina del XI secolo. In questo paese si trova un singolare museo del tempo all’aperto. Nelle vie del centro storico, vicino alla piazza principale dedicata a Galileo Ferrari, troviamo sette strumenti di misurazione del tempo, diversi fra loro dislocati nei vari angoli. Sono esempi di arte gnomonica, troviamo gnomoni, orologi solari equatoriali, orologi solari pastorali usati dai pastori durante la transumanza, una meridiana orizzontale e verticale, un quadro declinante, un orologio solare di Lambert, la riproduzione di un globo, orologi portatili in acciaio, un orologio solare analemmatico. Ci sono grossi orologi di vari colori. Il motto di molti... Continua a leggere

 

CARATTERI

Ci sono come sappiamo varie razze di gatti e ogni razza ha le sue caratteristiche peculiari. Ogni razza è unita da alcuni aspetti che altre razze non hanno. In Oriente si da risalto anche ai segni zodiacali degli animali e in particolare dei gatti. E’ innegabile che un gatto nato sono il segno dell’ariete sia vispo e vivace all’opposto di un nato sotto il segno del capricorno più riflessivo e chiuso. A prima vista un gatto di un segno di fuoco si presenta più allegro, all’apparenza più intraprendente. Le differenze caratteriali dei vari gatti sono visibili. Ci sono quelli più caldi ed espansivi, quelli più docili e remissivi, quelli più morbidi e riflessivi, quelli teneri e arrendevoli, quelli dispettosi, capaci di marachelle di ogni tipo, che saltano da una parte all’altra. Ci sono poi gatti gelosi, rivali, intriganti, rabbiosi che graffiano per un nulla. Molti abbandonano certi gatti per via del carattere ribelle. Molti non ascoltano il padrone e fanno di testa propria. Alcuni sono... Continua a leggere

 

A BRUCIAPELO

Nell’ambito sanitario spesso non è tutto rose e fiori. Negli ospedali, nelle cliniche apparentemente è tutto a posto, tutto perfetto, tutto si mantiene in ordine, ma ci sono sempre tracce di maleducazione, di corruzione. Spesso accadono fatti spiacevoli, incresciose situazioni che ci lasciano l’amaro in bocca. I professionisti della sanità hanno spesso comportamenti sopra le righe. Ci sono infermieri che non sono affatto graziosi, che nei loro comportamenti tradiscono rabbia e insofferenza. Nel passato e ai nostri giorni ci sono pagine dolorose che riguardano proprio il comportamento degli stessi medici e capi di reparto. Sembra che si dia fondo a atteggiamenti scorretti oltre misura, poco rispettosi. Alcuni medici sembra che abbiamo il fuoco dentro e sono ironici, caustici, intrattabili. Il caso più frequente di evidente maleducazione è la comunicazione a bruciapelo senza preamboli, senza alcun tatto e accortezza, di una eventuale malattia mortale o gravissima. Il paziente è avvisato... Continua a leggere

 

TELEFONICAMENTE

Negli ultimi tempi ci rendiamo conto che i rapporti con i parenti, amici si sono trasformati, sono mutati, sono stati scombussolati dalla routine quotidiana, sono stati alterati. Molti fattori sia interni che esterni interferiscono e scombinano rapporti, sovvertono la realtà. I rapporti sono sempre più frettolosi, sbrigativi, certe volte ci sentiamo di troppo e allora subentra la inquietudine. Serbiamo di alcuni parenti ricordi dolorosi, ricordiamo la loro mancanza di tatto, la loro ironia. Alcune esclusioni non ci garbano. Il risultato è sempre un allontanamento, una distruzione. Nessuno vuole aprirsi, mostrare la propria intimità. I parenti stessi si blindano e non vogliono intrusioni nella loro sfera personale, diventano iene intrattabili e ci considerano alla stregua di estranei, siamo trattati in modo indelicato come gli altri considerati invasori. Spesso accettiamo di buon grado con calma e accortezza la fine dei rapporti con parenti e amici. Anche i parenti sembra non affezionarsi... Continua a leggere

 

PULSANO

A Pulsano in provincia di Taranto si svolgono importanti manifestazioni come la processione dei martiri del venerdì santo che avviene di notte dove le statue sono di legno e cartapesta e cristallo, il concorso di bellezza miss Pulsano, il corteo storico medievale che coinvolge tutti i rioni. In questo paese si svolge pure il torneo dei poeti per iniziativa di un gruppo letterario del luogo, in collaborazione con alcune case editrici. Non è un vero concorso letterario, è un vero torneo unico nel suo genere in Italia. Il torneo è arrivato al suo quarto anno. Si tratta di una innovativa gara che avviene ad eliminazione diretta. Sono previsti in tutto quattro gironi. I partecipanti si sfidano sul campo a suon di versi, presentando alla giuria una raccolta inedita di poesie personali. Possono partecipare i maggiorenni di ogni nazionalità. La lingua preferita è la italiana. Il torneo non prevede quote di iscrizione, ma è necessaria la presenza fisica del poeta al momento della selezione

 

FISSAZIONI

Tra le pieghe della nostra società si nascondono varie ossessioni, varie fissazioni che spesso ci fanno sorridere per la loro ridicolezza. Ci sono persone veramente e solo ossessionate dalle firme. Devono comprare solo oggetti, indumenti, fazzoletti, ombrelli firmati. Anche i peluche, i giocattoli, i tovaglioli, le tovaglie, i bicchieri, le cornici devono essere firmate. I regali devono essere firmati, l’argento deve essere tutto rigorosamente firmato. Alcuni per camuffare ricorrono a imitazioni di grandi firme a plagi ma spesso vengono sgamati dagli amanti delle firme autentiche. Le scarpe da ginnastica e le tute devono essere firmate, chi porta altri generi è guardato come un mendicante non degno di attenzione, un povero disgraziato, uno zotico privo di gusto. Molti si mettono di impegno e seguono da vicino ogni mutamento della moda. Molti eccedono al punto di avere pure pantofole, pigiami firmati, abiti per il gatto e il cane. Si cercano solo cose raffinate create da grandi firme. Si... Continua a leggere

 

TURCHIA

Nella zona settentrionale della Turchia nella provincia di Samsun è nata quella che è chiamata Ked Kasabase detta anche dokum park si tratta di un villaggio per gatti randagi, senza tetto. Un rifugio organizzato ricco di varie attrattive. Ci sono piccole stanze, bungalow, campi da gioco, bar e punti di ristoro, luoghi per esercizi fisici, sottofondo di musica classica, attrezzature di vario tipo, giardini, aiuole, intrattenimenti. Il luogo è gestito da un gruppo di veterinari esperti. Il complesso possiede un sofisticato sistema di riscaldamento per combattere il gelo invernale. Esiste una area dedicata a gatti disabili e malati. Ci sono ben sessantaquattro stanze ampie. Ci sono cucce singole e di gruppo o formato famiglia, C’è pure una foresta di otto ettari cosi i gatti possono vivere all’aria aperta. Esistono pure condomini di gatti con rampe e scale di collegamento. Ci sono macchine erogatrici di cibo. La architettura nel suo complesso è robusta e originale. I rifiuti sono smaltiti

 

LIVELLI

Le persone di livello sono facilmente distinguibili. La loro impazienza di farsi notare è elevata. Bisogna accettare in certi casi la loro tracotanza. Alcune persone per fortuna sono disponibili, colte, sincere, tolleranti, di coscienza, buone, miti ma sono rare. Di solito troviamo arroganza, supponenza, prepotenza. I giovani rampanti, in carriera, di livello, colti e plurilaureati copiano e imitano i loro superbi dirigenti. Si scopre cosi un esercito di vanitosi pronti a pavoneggiarsi. Molti di livello ci mettono soggezione, persino ansia, turbati non sappiamo mai come comportarci, come intrattenere rapporti con loro. Molti di livello trasudano altezzosità, ci guardano intensamente quasi con disprezzo senza simpatia. Quelli di livello a volte si presentano allegri, spensierati, prepotenti e sono fra loro amici almeno in apparenza, fanno fronte comune. Scopriamo di parlare con persone di livello quando vediamo un comportamento compassato, rigido. Ci sono dei segni che dobbiamo interpretare.... Continua a leggere

 

SUSAN WIGGS

Susan Wiggs è nata il 17 maggio 1958, vive nello stato di Washington. Ha scritto il suo primo romanzo alla età di otto anni avvicinandosi con le letture precocemente alla letteratura. Dopo la laurea nella prestigiosa università di Harward, ha fatto per anni l’insegnante di matematica abbandonando la scrittura. Poi ha ripreso a scrivere con lena abbandonando l’insegnamento per divenire scrittrice a tempo pieno. La sua produzione è vasta, infatti di solito scriveva due libri l’anno e pure di più. Ha scritto pure racconti rosa per un pubblico squisitamente femminile. Ha pubblicato libri cartacei e online. I suoi romanzi sono stati tradotti in molteplici lingue come russo, ungherese, olandese, giapponese ecc. Ha scritto pure per antologie e libri illustrati e collane romantiche,. E’ entrata nella classifica di usa today e molti articoli sono comparsi su di lei nel New York times. Ha scritto pure cronache di vario tipo non solo di viaggio. Ha ottenuto molti premi letterari di pregio

 

EFEDRA

L’Efedra è una pianta arbustiva, che può assumere la forma di cespuglio, ed arrivare alla altezza di trenta centimetri. Fu scoperta ufficialmente, anche se prima veniva usata da molte popolazioni, nel 1885 da un farmacista ricercatore giapponese. Esistono più di sessanta specie dai nomi diversi come efedra minuta, vulgaris, alata, altissima, intermedia, monosperma ecc. alcune specie ma non tutte sono rampicanti. Si trova generalmente in sud America, in nord America, specie nella Patagonia, in Asia, in Africa, alle Canarie. Le radici sono molto robuste e sviluppate, le foglie sono grigioverdi, i frutti rossi, i rami sottili e nodosi. Un tempo in Cina la pianta veniva usata per curare asma e bronchite, e problemi di natura respiratoria. Gli indigeni americani la usavano per l’asma, per stimolare la diuresi, per problemi di eccessiva sudorazione. La pianta contiene la efedrina un alcaloide che ha una struttura chimica simile alle anfetamine per questo la pianta è stata usata come

 

APPENA

I legami amorosi, coniugali stanno diventando sempre più pesanti, difficili da gestire. I rapporti sono sempre più tesi fra i sessi in modo indecente. Lentamente si scivola verso la intolleranza, verso l’odio. Ci sono uomini che vessano, uccidono, impongono regole, fanno dispetti. Ci sono donne che insultano, sfregiano, scherniscono. Ci sono uomini insolenti, villani, violenti, donne sensuali, pettegole, intriganti. I rapporti sono tumultuosi, complessi culminano nella violenza. All’interno di una relazione non vi è amicizia, si alternano alterchi e dispetti, ripicche e rabbie. Le liti sono continue. Ci sono uomini che sono dei traditori seriali, sostengono il loro ruolo virile di dominio sadico., pieno La moglie non può salutare nessuno, devi evitare contatti umani ma lui in qualità di marito, di consorte volta le spalle tradisce in modo depravato, si fa scoprire pure dai figli che magari a turno lo vedono in giro con l’amante. Gli uomini possono tradire liberamente, le donne devono... Continua a leggere

 

MESSE

La messa è un rito liturgico domenicale che avviene nel rito cattolico ma anche in quello ortodosso, luterano, anglicano. Il termine è di origine latina, missa, ma molti scrittori religiosi come Cipriano la chiamano eucarestia. All’origine nella nascita del cristianesimo avveniva in case private per ricordare e rievocare la ultima cena di Cristo con gli apostoli. Si facevano dei banchetti propiziatori, poi il rito si svolse nei regolari luoghi di culto preposti. Di solito la comunione avveniva nelle due specie del vino e del pane. Il concilio di Trento propose anche di fare delle messe in suffragio delle anime dei defunti e impose la divisione della messa in due parti, la liturgia della parola e la liturgia eucaristica. Ci sono in verità diverse preghiere eucaristiche come indicate nello stesso diritto canonico. Esiste pure il rito bizantino simile a quello romano, solo con delle sfumature diverse. Cambiano magari i paramenti e i colori liturgici. Un tempo le messe erano animate... Continua a leggere

 

ZAGABRIA

Zagabria, molto popolosa, divisa in diciassette quartieri, in Croazia è una città dai mille volti non ultimo quello culturale. Vanta una università prestigiosa anche cattolica nata nel 1874 sulla base di un collegio gesuitico. Nella città alta troviamo palazzi dagli stili più diversi, collegata al resto della città da una funicolare risalente al 1890. Troviamo molti musei come quello archeologico con reperti egiziani e collezioni di numismatica, quello di arte moderna inaugurato nel 1905 che ospita artisti croati e stranieri, il museo della tecnologia con modelli di aerei, automobili specie dell’ottocento, il museo di arte naif e il particolare museo delle relazioni interrotte con il racconto di storie d’amore finite male nato nel 2011. Troviamo poi la cattedrale in stile neogotico, la chiesa di san Marco con il tetto in piastrelle smaltate policrome in rosso, bianco e celeste e poi sinagoghe, moschee, teatri, giardini, parchi, sale concerto dove si svolgono ogni anno molti festival.... Continua a leggere

 

PRIMAVERA

La primavera è una stagione molto complicata, giornate di sole si alternano a giornate piovose, di vento, persino freddine. Per le giovani donne, specie turiste è un piacere girare nei centri storici composte a testa alta, spavalde, vispe con abiti scollati e succinti. Nel centro della città ci sono anche persone che lavorano, professionisti che si alzano molto presto al mattino per ragioni di lavoro, per impegni e che poi non possono presentarsi al lavoro con abiti troppo appariscenti. Certi lavori non consentono abiti leggeri neppure in estate, bisogna stare in giacca e cravatta in tallieur. Certamente chi si alza molto presto al mattino si rende conto che l’aria è ancora gelida e quindi di conseguenza usa abiti appropriati per ripararsi ed evitare un malanno. Dopo nel corso della giornata l’aria si scalda e allora certe persone con abiti più pesanti possono apparire ridicole ma il problema è che si alzano prestissimo a differenza di chi è in vacanza o lavora in modo diverso... Continua a leggere

 

MISCELLANEA

Per miscellanea si intende generalmente uno specifico genere letterario un tempo abbastanza di moda. L’intento era quasi sempre didattico ma non sempre. Si trattava di una specie di saggio. Il genere era molto in voga nel rinascimento, meno nel periodo barocco. Il genere era per lo più popolare ma non mancarono i trattati aulici e dotti di autori illustri. Si cimentarono in questo genere pittori, scrittori, artisti. Il genere si diffuse soprattutto in Italia e in Spagna dove molti furono gli autori specie nel seicento. Di solito la miscellanea era una raccolta di opere non solo letterarie composta di materiali eterogenei, un miscuglio di opere di vario tipo. Lo scopo era didattico ma anche ludico. Non mancarono raccolte di drammi e di commedie satiriche. Si mescolavano spesso con un criterio logico e in altri casi alla rinfusa teatro, drammi, poesie, novelle, racconti, prosa. Alcune raccolte fornirono lo spunto e influenzarono opere importanti divenute famose. Molte furono redatte

 

ARTISTI DA STRADA

I primi artisti da strada furono quelli dell’antico Egitto che si esibivano nei mercati. Il diritto romano, dato l’alto numero di artisti, regolamentò la materia. Nel medioevo la diffusione di giullari e cantastorie fu notevole specie in feste, fiere, piazze. Ai nostri giorni il numero degli artisti da strada è aumentato a dismisura. In base ai vari regolamenti comunali occorre la licenza di spettacolo viaggiante, e pagare la tassa occupazione suolo pubblico. Il regolamento migliore è quello di Milano. In Inghilterra sono abbastanza tutelati ma devono avere regolari permessi. Negli stati uniti possono esibirsi in parchi e metropolitane, piazze. Esiste pure un ufficio per artisti da strada. Gli artisti del nostro tempo sono molti, e diffondono pure i loro video su internet e sono inseriti in una piattaforma online , teatranti, mimi, cantanti, disegnatori alcuni detti madonnari, ballerini, danzatori, giocolieri, musicisti, ritrattisti, clown, acrobati, maghi, saltimbanchi, graffitari,... Continua a leggere

 

AMBROSIA

Si dice che gli dei si nutrissero di nettare e ambrosia, una bevanda dolce fatta probabilmente di acqua, miele e alcol. Un aroma molto dolce, dal sapore fruttato come di mango e albicocca, pera e melone. Una specie di vino liquoroso molto stimolante. Molti non conoscono l’ambrosia e pensano che sia una bevanda di fantasia. L’ambrosia, il cui nome significa immortale in greco forse in riferimento alla sua resistenza, è una pianta che può essere sia annuale che perenne. La sua origine è americana, si trova soprattutto in sud America. Si trova in zone climatiche temperate come Asia, Canada, Balcani, Svizzera, in Italia si trova nella pianura padana, in Piemonte, in Umbria e Molise nelle Alpi ed esistono cinque specie spontanee. Si trova di solito sulle rocce, nelle scarpate, nei terreni incolti, aridi e sabbiosi, nelle distese erbose, nei cantieri, nelle massicciate delle ferrovie, nei prati asciutti e soleggiati, negli argini dei fiumi, ai bordi delle strade, nelle macerie e nei ruderi,... Continua a leggere

 

AMENDOLA

Giorgio Amendola nel suo libro Una scelta di vita si rivela uno scrittore politico. Nel libro le vicende private e vissute si intrecciano con la storia di Italia e di Europa, il racconto inizia dalla sua infanzia trascorsa nella casa di Viale Parioli a Roma, infanzia disordinata, funestata dalla malattia della madre che verrà ricoverata in una casa di salute. Con toni pacati descrive la severità di suo padre Giovanni uomo politico di ampie vedute, le sue amicizie con personaggi di spicco e intellettuali del tempo come Sereni, Croce, Moravia, Marinetti, Ciano, Labriola ecc. il passato non è abbellito ma solo rivissuto. I primi anni sono caratterizzati da problemi economici familiari e da letture disordinate nella grande libreria di famiglia e da corrispondenze epistolari di spicco. Suo padre semplice impiegato deve sempre chiedere anticipi al lavoro. I parenti si rivelano critici verso la gestione di sua madre. Gli anni di scuola primaria e secondaria e liceale sono caratterizzati da comitive... Continua a leggere

 

INOSSERVATI

Ci sono persone che ricevono ogni giorno manifestazioni di gradimento, di indulgenza, possono fare il bello e il cattivo tempo ma sono sempre accolti in maniera gentile, non sono mai guardati con malevolenza. Si comportano in modo abietto e vigliacco e sono osannati, rispettati, persino imitati. Sembra che i misfatti di cui si sono macchiati non siano da ascrivere a loro. Ricevono sempre complimenti. I loro peccati sono scontati al ribasso in modo chiaro e efficace. Molti si comportano in modo indegno e maleducato ma sono facilmente perdonati. Indubbiamente contano di più le loro qualità di ammaliatori fascinosi. Sono apprezzati, invidiati, la loro aggressività e abilità alimenta solo gelosie. Rapiscono il cuore della gente e sono abili in molti campi. Spesso godono a fare il male agli altri, agli animali, alla natura ma trovano sempre amici pronti a difenderli. Non perdono mai gli amici sono leader, modelli da seguire. Ci sono persone oneste, educate, sincere che invece passano

 

PESSIMO GUSTO

Negli ultimi tempi assistiamo a una serie di comportamenti solo all’apparenza normali ma agli occhi attenti si rivelano atteggiamenti di pessimo gusto. Alcuni comportamenti sono in aperto contrasto con quanto accadeva nel passato. Ad esempio in passato i dirigenti di aziende erano abbastanza rispettosi con i dipendenti, avevano comportamenti amichevoli o per lo meno normali, quasi educati, alcune volte persino comprensivi, ora ci sono stati molti casi di dirigenti aggressivi, sguaiati, boriosi, bellicosi che hanno dato vita a rapporti conflittuali che hanno preso a parolacce i dipendenti. Si sono spesso sentite urla isteriche, parole indegne di essere riportate. Uno scadimento nella volgarità. Un dirigente comprensivo è un sogno irrealizzabile. Non serve ovviamente contestare. Prevale sempre nei dirigenti il tratto ironico quasi beffardo che li porta ad essere capaci di comportamenti sopra le righe. I rimproveri devono avvenire ma non in modi bruschi e violenti. Ora i rimproveri sono... Continua a leggere

 

LIMBO

La parole Limbo significa propriamente bordo, orlo, zona limite. Il termine risale al XII secolo e fu inventato da Pietro Lombardo e si diffuse ampiamente nel Medioevo. Nella concezione teologica e religiosa indica una zona ai margini dell’inferno, scura e piena di nebbia dove andrebbero dopo la morte le anime dei bimbi non battezzati e quindi pregni del peccato originale, gli individui saggi ma atei, i bimbi mai nati, le persone buone e caritatevoli ma miscredenti, i giusti nati prima di Cristo, i pagani virtuosi, i bimbi nati morti . Il luogo ultraterreno per alcuni studiosi di storia sacra è solo il luogo di una condizione temporanea non eterna, un luogo di transito, di sospensione. Del limbo ne parlarono molti scrittori latini come Orazio e greci come Aristotele. Del limbo ne parlano pure altre dottrine e religioni. La Divina commedia ne parla come di un luogo oscuro e nebuloso situato nel primo cerchio dell’inferno. Le anime vivrebbero in uno stato di serenità malinconica per... Continua a leggere

 

CASIMIRO

Casimiro era nato a Cracovia nel 1458 terzogenito del re di Polonia proveniente da una antica famiglia nobile dinastica. Era nato in un palazzo reale. Fu formato da un noto precettore storiografo di grido e canonico di fama. Parte dei resti del suo corpo sono conservati nella basilica di san Lorenzo a Firenze donati dal vescovo di Vilnius. Nonostante i suoi nobili natali si dedicò alla cura del prossimo fra veglie, preghiere, digiuni e penitenze. La sua famiglia era di origini pagane ma lui si convertì al cristianesimo in giovane età. I suoi genitori contrastarono la sua vocazione religiosa ma poi lo aiutarono nella carriera. Morì a causa della tubercolosi, del resto il suo fisico era minato dai troppi digiuni. Fu sepolto nella cattedrale di Vilnius e nel 1517 iniziò il processo di canonizzazione. Lo stesso re Sigismondo chiese al papa Leone X di procedere nell’iter di santificazione. Nel 1521 fu canonizzato. Papa Urbano VIII lo proclamò patrono di Lituania. Pio XII lo proclamò patrono

 

MACULOPATIA

La maculopatia è una degenerazione visiva dell’occhio causata da un deterioramento della parte centrale della retina. La visione appare alterata, i colori sfocati, e sbiaditi gli oggetti rimpiccoliti, la visione è solo laterale, la visione notturna è scarsa. La malattia non da dolori ed è spesso veloce. Di solito è bilaterale ma non sempre. Si possono verificare emorragie ma non sono la regola. Ci sono vari tipi, quella più comune è quella senile, poi abbiamo la miopica, la diabetica, la giovanile, quella secca e umida. La causa è la ereditarietà, ma anche fattori ambientali possono influire come fumo, esposizione al sole senza protezione, obesità, colesterolo, età avanzata, dieta squilibrata ricca di grassi, uso di alcol e farmaci anticoagulanti, età avanzata, ipertensione arteriosa. Di solito colpisce più le donne dopo i sessanta anni, è quelli con carnagione chiara e pelle chiara. Si tratta di una perdita graduale della vista ma non è detto che si arrivi alla cecità totale. Spesso... Continua a leggere

 

ETERNITA'

Il concetto di eternità è stato da sempre oggetto di interessanti e profonde considerazioni filosofiche. Nella eternità il tempo calcolato al millimetro è assente, lo spazio infinito è vuoto di materia. Nella eternità tutto è immutabile, c’è l’assenza del mutamento . Spesso per eternità molti intendono una semplice temporalità ciclica. In verità nella eternità la cronologia è illimitata. L’eternità è oggetto di studi prevalentemente metafisici. Platone fu uno dei primi a individuare la condizione atemporale. Si occuparono di eternità molti filosofi come lo stesso Tommaso di Aquino e molte religioni che identificarono l’eterno con la stessa essenza divina. Anche Democrito e Epicuro si sono occupati di eterno. Lo stesso Kant si è occupato di eternità e anche altri filosofi del settecento e ottocento. I simboli dell’eterno sono il cerchio e il serpente che si morde la coda. I colori sono il nero profondo e il bianco simbolo divino di unità assoluta e pura. Il bianco come l’eterno... Continua a leggere

 

FARE MALE

Ci sono dei parenti che si mostrano gentili, capaci di accogliere le nostre confidenze che ci inducono a credere in loro. Ci accorgiamo con il tempo che non sono solo gli altri ad avere comportamenti torbidi e oscuri ma anche i parenti più stretti. All’inizio si tratta sempre di episodi circoscritti a cui non diamo peso. Poi notiamo una avversione che non comprendiamo un sadismo che non è più temporaneo e occasionale dettato dal momento. I parenti spesso passano la misura e si inseriscono di diritto nella lista nera dei nostri avversari. Sono solleciti infatti solo a farci del male persino fieri di farlo. I loro attacchi sono frequenti, forti e decisi. Alcuni sfruttano la nostra debolezza e disponibilità. Molti si compiacciono di metterci in cattiva luce. Ci sono quelli che arrivano ad eccessi fino a metterci alla berlina. Spesso restiamo passivi per non dar vita a scontri. Ci sono quelli che ci punzecchiano in modo sagace e spietato e noi ci sentiamo torturati. Il supplizio peggiore... Continua a leggere

 

BIMBO

Un tempo i bambini erano abbastanza semplici, spontanei, in parte timidi, in grado però di fare amicizia con tutti. Si eccitavano nei giochi di gruppo, accettavano amici di passaggio. Di solito non erano razionali e selettivi. Non respingevano i diversi. I loro messaggi erano pacifici fatti con piglio risoluto. Non scansavano i poveri dai loro giochi, non imbrattavano i muri compresi quelli della anima. I bimbi non erano presi da invidia divorante verso i ricchi. Il loro comportamento era abbastanza ammirevole. Nella testa dei bambini non c’era il concetto di perfezione, di successo. I bambini erano concentrati solo nel gioco, nel divertimento, nell’apprendimento. Si dedicavano agli studi con decisione. Nei bambini non c’era l’idea di esclusività. Sperimentavano la amicizia nelle vie, nella scuola senza pregiudizi, con crescente aspettativa. Le amicizie avvenivano rapidamente, e nel tempo acquistavano spessore. Gli affetti erano palpitanti. Non osavano guardare male storpi e ciechi. Non... Continua a leggere

 

INVIDIOSI

Ci sono persone gaie che spesso ci riempiono di attenzioni, sono anime vibranti che fanno tutto con slancio e calore. Ci assediano in modo serrato per avere la nostra stima e amicizia. Ci rapiscono con la loro audacia languida. Sono persone che ci stimolano e si mostrano sempre attente e razionali. Ci inducono a confidarci con loro senza timore. La loro leggiadria ci affascina., ci stimola Ci lanciano messaggi di sicurezza e trionfo. Sono persone sicure di sé, che si vantano sempre della loro sapienza, sveltezza, franchezza. Sono persone che con il tempo si mostrano orgogliose e superbe. Si vantano delle loro posizioni in modo smoderato. Si mostrano puntigliosi e poco arrendevoli. La loro superbia senza riserve diventa invadente, clamorosa, ci coglie direttamente. La loro ostentazione puntuale diventa generalmente fastidiosa. Ci sentiamo attaccati apertamente. Per loro noi siamo indecorosamente fragili e insicuri. Ci attaccano in vari modi. .Loro soli sono infallibili. Loro soli sono

 

VALLOMBROSA

Nel comune di Reggello in provincia di Firenze nella diocesi di Fiesole troviamo il monastero di Vallombrosa eletto a basilica minore dallo stesso papa Pio XII, monastero indipendente . Il monastero, che segue la regola benedettina, è considerato a tutti gli effetti monumento nazionale italiano. Il luogo spirituale fu creato per volontà di san Giovanni Gualberto, infatti a Vallombrosa troviamo una statua e una cappella a lui dedicate. Il luogo sacro sorse su un terreno donato da un chierico che aveva aderito alla comunità religiosa. Furono i vari abati che si sono succeduti a dar vita alla chiesa in pietra, all’oratorio in legno, al chiostro, al piazzale, al refettorio, alla biblioteca ecc. Dopo una serie di incendi, nel settecento si ebbe una ristrutturazione con l’aggiunta di opere come la pala del Perugino. Si realizzò un nuovo coro e si ebbe un rinnovamento decorativo non indifferente. Si crearono audaci cicli pittorici, altari in pietra ecc. il campanile invece risale al XII secolo... Continua a leggere

 

OROLOGIO

Tovo san Giacomo è un ridente paesino in provincia di Savona, a pochi km dal mare, dalla nota cittadina di Pietra ligure. In una frazione del borgo Bordino nuovo si trova il museo dell’orologio unico nel suo genere. Il museo è dedicato alla storia, anche familiare, dell’ultimo orologiaio Giovanni Bargallo che ha preferito donare anche la sua collezione di orologi prodotti al borgo. Nel museo appare la produzione artigianale della ditta Bargallo di orologi per torri, campanili, municipi ecc. Molte sono le torri civiche italiane e straniere che hanno questa tipologia di orologi antichi e artigianali. Il museo è sorto nella casa officina della famiglia attiva soprattutto a partire dal 1860 fino quasi al 1980 facente parte di una associazione di maestri orologiai. Il museo sorge in via san Sebastiano vicino alla omonima chiesa. Il museo è nato nel 1996 ed è stato inaugurato nel 1997 nella scuola del paese . E’ stato lo stesso Giovanni Bargalli a volerlo quando era ormai novantenne. La

 

ARGENTI

A Vienna nell’ala della Hofburg nella vecchia sede della cancelleria imperiale si trova il museo storico della argenteria, ora chiuso temporaneamente per restauro. Si possono fare nel frattempo visite virtuali Sono racchiusi oggetti e addobbi della tradizione della famiglia asburgica alcuni risalenti al quattrocento. Sono più di trecento oggetti di vario tipo come cofanetti, pentole, bicchieri, posate, ventagli, ricette, pignatte, fornelli, calici, piatti decorati, tazze, teiere, tazzine, anfore, piatti da portata, biscottiere, bottiglie. Sono oggetti finemente decorati, dipinti in argento con aggiunta di rame, avorio, cristallo. Ci sono porcellane, cristalli, servizi sontuosi da tavola della ex casa imperiale. Le stoviglie in rame e porcellana sono tutte piene di decorazioni fatte rigorosamente a mano. Ci sono centrotavola in oro e argento che sono pezzi rari di grande valore e di pregio artistico. Ci sono oggetti di oreficeria italiana, porcellane asiatiche e orientali, cinesi e giapponesi.... Continua a leggere

 

SEGNALI

La fretta domina la nostra vita, non abbiamo tempo per gli altri, persino per i sentimenti, le emozioni, l’allegria. Gli stessi giorni di festa come giovedì e martedì grasso passano come niente fosse. Le giornate sono tutte normali, tutte uguali, tutte monotone, scandite dall’orologio, dal lavoro, dagli impegni. Anche il giorno di san Valentino magari passa noioso per via di visite mediche, corsi formativi, trasferte di lavoro. San Valentino non scatena nessuna reazione, non evoca nessun sentimento. Restiamo di sasso davanti alla indifferenza del partner, della gente. Certi comportamenti ci pietrificano. In certe giornate non ci sono stimoli, mutazioni, cambiamenti. Esiste solo una cronica carenza di affetto. Diamo troppo peso agli abiti, alle auto, alle apparenze. A livello psicologico niente ci coinvolge, ci stupisce. In teoria non ci accorgiamo più neppure di chi ci sta vicino e vive con noi a stretto contatto. Non percepiamo i segnali che gli altri ci inviano sia pure in codice.... Continua a leggere

 

FABRIZIO CATALANO

Fabrizio Catalano era nato a Collegno in provincia di Torino il 30 novembre 1985, primogenito molto atteso dalla famiglia, solo quattro anni dopo nascerà Alessio. Frequenta al suo paese le elementari nella scuola Italo Calvino e le medie a Torino come pure il liceo scientifico nell’istituto Cattaneo. Si interessa di sport praticando nuoto, pattinaggio, hockey su ghiaccio in cui si rivela particolarmente abile. Si interessa di musica suonando il violino sin da piccolo e la chitarra classica studiata con il metodo suzuki. Frequenta l’oratorio san Giuseppe di Collegno dove diviene animatore e catechista. Entra nel volontariato sociale frequentando un corso di operatore socio assistenziale. Assiste gli anziani in una casa di riposo di Torino. Dopo il diploma decide di seguire un corso universitario di quattro anni di musicoterapia ad Assisi dove si trasferisce per i corsi estivi prendendo una casa in affitto insieme a tre colleghe di corso. Ad Assisi doveva rimanere tre settimane, dopo... Continua a leggere

 

ASCENDENTE

L’ascendente è il punto dello zodiaco che interseca l’orizzonte terrestre al momento della nascita. E’ il punto di partenza della casa natale detto cuspide nella suddivisione della casa natale del cielo della nascita. Si tratta del segno dello zodiaco che sorge nell’ora esatta della nascita che solitamente cambia, a detta degli esperti, ogni due ore circa. Per calcolare l’ascendente, anche online, ci vuole l’ora precisa della nascita. L’ascendente serve per capire la posizione esatta dei pianeti al momento della venuta alla luce e per captare gli eventuali messaggi stellari. Il calcolo per individuarlo è matematico. In base all’ascendente si può comprendere se una persona è ambiziosa, tenace, coinvolgente, sicura o irascibile, arrogante, presuntuosa, se sa gestire al meglio le emozioni. Anticamente si dava una enorme importanza all’ascendente che era considerato una specie di maschera della persona. Infatti la prima impressione che gli altri ricevono di un carattere individuale

 

DRAGO

L’anno che è appena entrato nel calendario e nell’oroscopo cinese corrisponde al segno del drago. I segni cinesi sono in tutto dodici contraddistinti da animali. Sono nati nel segno del drago personaggi famosi come Martin luther King, Putin, il poeta Poe, Freud, Lennon, Al Pacino. Il drago è un animale leggendario, immaginario di grande suggestione, di elevata reputazione e in Cina rappresenta la forza, il coraggio, lo stesso potere imperiale. Molti sono i cinesi che pretendono di far nascere i figli sotto questo segno. Il drago indica la prosperità, il cambiamento, l’intelligenza, la rinascita, la crescita personale e sociale. Il drago influisce sul carattere, sulla società, sul benessere economico. Le persone del drago sono attraenti, generose, portate alla condivisione, sincere, divertenti, non arroganti, fieri, a tratti ostinati ed eccentrici, leali, appassionati, socievoli, costanti, orgogliosi, tenaci, responsabili, ambiziosi, attivi, sentimentali, romantici, capricciosi,... Continua a leggere

 

SENSUALITA'

Stefano Zecchi è nato a Venezia nel 1945, oltre come scrittore è noto come opinionista e filosofo. Ha frequentato il liceo Marco Polo e si è laureato in filosofia a Milano. Ha insegnato filosofia a Padova e estetica a Milano dove ha pubblicato una antologia sulla storia della estetica. Ha insegnato pure a Calcutta. E’ stato assessore alla cultura a Milano e consigliere comunale a Venezia. Ha tradotto molti testi filosofici specie di età romantica. Ha scritto molti saggi sulla estetica e sulla bellezza. Ha scritto molti romanzi come figlio giusto e Sensualità dove lo scrittore si rivela profondo conoscitore dell’anima femminile. Nel romanzo sensualità due donne tra loro amiche si incontrano di nuovo a Calcutta . Giulia e Miriam legate da una antica amicizia. Nel romanzo rivivono le esperienze dirette dello scrittore che ha soggiornato in India e insegnato. Giulia è coraggiosa, ostinata, molto sensuale e scopre come l’India accenda la sua sensualità, Miriam invece è fragile e ironica,

 

AZZORRE

Le isole Azzorre, regione autonoma del Portogallo, nell’Atlantico, si sono formate in epoca terziaria e sono di origine vulcanica. Il nome deriva dal portoghese arcaico che significa azzurre in riferimento al loro colore viste da lontano, per molti storici il nome deriva da una specie di uccelli presenti sulle isole dell’arcipelago. Ci sono ben diciannove comuni e cinque centri urbani. Negli ultimi tempi sono divenute la principale meta turistica di americani e italiani anche in bassa stagione . Si possono fare infatti vari sport acquatici e non come parapendio, golf, bici, trekking. Ci sono itinerari naturalistici che permettono anche di vedere vari tipi di cetacei come la stenella maculata atlantica Il clima inoltre è mite grazie all’influsso della corrente del golfo. Si possono visitare le piantagioni di ananas e the verde collocate in coltivazioni fatte con disegni geometrici e vedere le tecniche di lavorazione di questi prodotti. Si possono ammirare i caldeires ossia getti di... Continua a leggere

 

CHIEMSEE

Tra Monaco e Salisburgo nella Bavaria orientale vicino a un famoso castello circondato da spettacolari montagne troviamo il lago di Chiemsee. Il lago, profondo 73 metri, è considerato il mare tedesco per eccellenza. E’ il terzo lago per estensione della Germania. La sua origine è glaciale, e si è formato per graduale interramento del bacino. Nel tempo la sua superficie è diminuita e ha fatto lanciare un grido di allarme a proposito dei cambiamenti climatici che coinvolgono varie zone della terra. Il lago che attrae molti visitatori stranieri, deve il suo nome al conte Chiemo vissuto nel VII secolo .il lago oltre ad offrire ai turisti castelli e parchi, una vegetazione rigogliosa offre la suggestiva immagine di tre isole maggiori ed altre piccole. Nella stazione vicina si può prendere il trenino storico e dei traghetti. Il lago è frequentato soprattutto in primavera e in estate specie per chi pratica sport acquatici. Il tasso di umidità non è molto elevato. Il lago

 

DREAMS

A Roma, Milano, Parigi, Madrid è sorto un museo particolare detto dei sogni. Il museum of dreams ha aperto i suoi battenti a Milano con immagini suggestive di calotte polari, cieli stellati, immagini spaziali tridimensionali., galassie Nella mostra dedicata ai sognatori si trovano piattaforme con giochi di luce di grande impatto visivo, luci colorate e a led. In questo luogo surreale il divertimento, l’intrattenimento è garantito. Il design di certe installazioni acquista importanza attraverso l’uso di avanzate tecnologie moderne. A Milano possiamo trovare ben dodici stanze visitabili in una ora e mezza. A Roma il museo ha aperto i suoi battenti a viale angelico 52 e la visita, dato il successo di pubblico, è stata prorogata fino al diciotto maggio. La zona è facilmente raggiungibile con la metropolitana fermata Ottaviano o con i bus Atac. Qui ci sono ventuno installazioni luminose creative in 4000 metri quadri. Esiste un punto di ristoro e un bar. La vista dura mediamente una

 

PARABOLA DISCENDENTE

Ci sono amici, parenti stretti, cognati, conoscenti, che per abitudine tendono a tenersi tutto dentro, mostrano una chiusura pazzesca. Non raccontano episodi dolorosi della propria vita, pensieri funesti, particolari negativi. Non condividono esperienze, delusioni, sconfitte. Non esternano fatti e misfatti della propria coscienza inquieta. Sono gelosi delle proprie emozioni. In apparenza sono razionali, moderati, affabili, gentili, gradevoli persino disponibili. Non sono però disposti ad analizzare la propria interiorità e a divulgare i propri stati d’animo. Sono riservati fino allo stremo. Si mostrano compassati, abbottonati, impeccabilmente calmi. Non parlerebbero neppure sotto tortura neppure nello stato di ubriachezza. Neppure l’alcol scioglie le loro difese accanite, le loro chiusure. La loro resistenza è indomita, alto è il muro di difesa e protezione. Per barare si mostrano con l’animo cinico e insensibile, quasi insolente e impertinente. Per orgoglio si mostrano beffardi e maliziosi.... Continua a leggere

 

TULLE

La parola tulle viene dal francese e si riferisce alla cittadina francese Tulle, in occitanico era chiamata Tula, nella Francia del sud ovest nella regione della nuova Aquitania un tempo colonizzata dai romani. Il nome deriverebbe da un tempio eretto dai romani e dedicato alla dea Tutela protettrice di tutte le persone. La cittadina, divisa in due cantoni, servita di stazione ferroviaria, è detta la città dei sette colli. E’ famosa per l’artigianato e le fabbriche di tulle, per la produzione di fisarmoniche e merletti di cui è considerata la capitale internazionale. Ad inventare il tessuto tulle furono un gruppo di tessitori francesi forse nel medioevo. All’inizio era una stoffa con fori esagonali. Per tagliarla si usavano dei taglierini rotanti. Il tulle, che può essere messo a strati, è un tessuto leggero, fatto di fili più o meno sottili che si intrecciato in modalità definita aperta. Il risultato è un tessuto robusto, come una rete trasparente simile a una garza. L’intreccio

 

MOTEL

Ci sono nel mondo un numero sempre maggiore di hotel e motel particolari che si possono definire a buon diritto delle vere e proprie attrazioni turistiche. Alcuni sono fatti con tecniche ultra moderne magari eco sostenibili, altri hanno forme particolari come forma di orso, di gatto, alcuni sono solo in vetro. Troviamo una vasta gamma di esempi e di strutture rare e diverse. A Berlino vi è un albergo che ha ogni camere diversa per arredamento e colore. Esiste la camera white solo bianca di un fascino indescrivibile, quella a forma di bara, a forma di coniglio, quella che hai mobili appesi al soffitto, e quella che ha solo specchi molto suggestiva. In Costa Rica l’albergo è allestito dentro un vero aereo situato nella boscaglia vicino al mare. Alberi e rami avvolgono le finestre. Qui è possibile il contatto con animali e piante rare e fiori colorati. In Giamaica l’hotel è propriamente una fortezza con tanto di torre merlata sul mare circondata da un giardino e da un prato. Le

 

CITAZIONI

Conservare la memoria del passato, degli artisti del passato ci sembra talvolta doveroso, necessario come respirare. L’identità di alcuni personaggi storici va salvaguardata in assoluto. Gli artisti di ogni branca nel ricordo hanno la certezza già in vita di essere immortali. La vita che trascende oltre il corpo mortale. Il valore degli artisti , degli scienziati si vede in generale anche dai loro scritti e epistolari. Non sono mai banali, mai monotoni ma saggi, sanno bucare il futuro. Alcune lettere di filosofi, di storici sono testimonianze di notevole valenza storica e sociale. Persino le lettere d’amore di alcuni scrittori hanno un calore di passione unico. Struggenti sono le lettere d’amore di Campana per sibilla Aleramo. Ci si identifica in quel sentimento amoroso fino a toccarlo con mano come fosse proprio. Ogni personaggio ha la sua identità mai astratta, avviluppato dal proprio tempo. Molte sono le persone che fanno raccolte di citazioni celebri di personaggi illustri. Le

 

FLUIDO

Il termine fluido nelle relazioni amorose e amicali è stato introdotto per la prima volta nel 2008 da una psicologa docente universitaria di nome lisa Diamond. Il vocabolo si riferisce alla nuova struttura delle relazioni fra i sessi influenzate anche dai social e da internet. Le relazioni sono sempre più flessibili, volubili, transitorie, effimere. Gli adolescenti soprattutto sperimentano cambiamenti continui e radicali nella sessualità sia a breve che lungo periodo. Le relazioni diventano fragili, liquide. Cambia il gioco del corteggiamento, delle attrazioni, dei comportamenti, la stessa identità sessuale, lo stesso orientamento. Gli incontri sessuali sono sempre più precoci, occasionali, veloci, assumono strane sfumature. Ci sono giovani che non si sentono ne omosessuali ne etero, e si collocano in una dimensione definita intermedia in grado di oscillare di volta in volta da una parte all’altra o di sperimentare forme nuove e alternative. Le nuove generazioni caldeggiano il mutamento... Continua a leggere

 

SWAROSKY

A Wattens in Austria, nel Tirolo che si trova a est di Innsbruck troviamo il museo dei cristalli realizzato nel 1995 per festeggiare i cento anni di attività della ditta produttrice dei cristalli più famosi nel mondo. All’ingresso del museo troviamo un gigante con gli occhi sfavillanti opera dell’artista austriaco Andrè Heller dalla cui bocca esce una cascata di acqua cristallina, infatti il tema del museo è i giganti. Il museo nel 2015 è stato ristrutturato. Troviamo anche una area bimbi con giochi di legno e acciaio, scivoli, labirinti, percorsi, torri, trampolini, reti e corde, sale del binocolo. Ci sono ristoranti, pasticcerie e un negozio con esposte le ultime creazioni e gioielli, nuvole di cristallo. L’ultima entrata è consentita alle 18,00- Il museo si articola in diciotto stanze realizzate da artisti famosi di fama internazionale e architetti di design e artisti moderni con l’aggiunta di collezioni private. La sala blu da l’immagine di una suggestiva grotta con pareti

 

IRINA ALBERTI

Irina Alberti era nata a Belgrado il 5 dicembre 1924. E’ famosa come giornalista, attivista politica e religiosa. Figlia di emigrati russi visse i primi anni giovanili nella città di Belgrado dove frequentò il ginnasio e poi il liceo. Giovanissima seguì i gruppi parrocchiali e di chiesa. La laurea la conseguì a Belgrado in italianistica e nelle materie umanistiche. Con l’avvento di un regime a lei ostile fu costretta a fuggire con la famiglia in Italia, raggiunta attraverso l’Austria. Nel 1945 la famiglia si trasferì definitivamente in Italia. E’ proprio in Italia che sposò un diplomatico italiano che gli fece conoscere molti personaggi importati del panorama storico del tempo. Con il marito per ragioni di lavoro visse in Grecia, Francia, Venezuela, Austria ecc. Dopo la morte del marito che si consolidò la sua vocazione. Nel 1967 fondò una importante radio una finestra aperta sul mondo, sul sociale. Divenne redattore capo di un giornale da lei costituito. Si occupò di questioni... Continua a leggere

 

CARNEVALESCO

Il carnevale come il natale sembra aver perduto il suo spirito originario, la sua brillantezza, la sua vibrazione, sembra avvolto da uno spirito maligno e perfido. Non sappiamo quali sono state le cause scatenanti che hanno portato a un carnevale sottotono, che sopravvive solo nei centri commerciali, nei borghi dove i carri sono una tradizione affermata e conosciuta. Nelle grandi città, nei grossi centri prevale un atteggiamento serioso quasi una presa di distanza verso il carnevale. In certe cittadine non vi è quasi più traccia. L’indifferenza verso le manifestazioni carnevalesche è aumentata, si è irrobustita. Ci chiediamo dove sono le manifestazioni corali di piazza, i gruppi mascherati di giovani e bambini, i parchi pieni di maschere e coriandoli. Passa il carnevale senza aver visto una sola machera nei marciapiedi. Prevalgono le feste private, nei locali, nelle case, nei centri commerciali. Feste al chiuso per pochi eletti per difendere ancora una volta la privacy. Non ci sono più... Continua a leggere

 

COLLE VAL D'ELSA

Colle val d’Elsa in provincia di Siena è famosa per aver dato i natali a un illustre personaggio quale Arnolfo di Cambio scultore e architetto, a lui è stata dedicata la piazza principale. Nel cinquecento fu un notevole centro vescovile oltre che sede strategica di molte cartiere. Nella cattedrale in un tabernacolo si trova conservato uno dei chiodi della crocifissione di Cristo. Ogni anno nelle prime tre settimane di settembre si svolge la mostra del cristallo denominata cristallo fra le mura. E’ interessato tutto il centro storico con esposizioni di oggetti pregiati con lavorazione orafa e cristallo, con proiezioni a tema, con dimostrazioni pratiche di lavorazioni del cristallo. Ci sono poi degustazioni di vini locali e non in calici di cristallo alcuni appositamente realizzati per l’evento, visite guidate e itinerari d’arte, mostre, percorsi a tema, escursioni e apertura dei musei. Il museo più bello del luogo è quello del cristallo con sede in via dei Fossi 8 ora trasferito... Continua a leggere

 

PULCINELLA

Acerra è una cittadina a soli 14 km da Napoli esistente già all’età del rame, situata in una fertile zona pianeggiante. Il suo nome è di origine osca o latina, in riferimento a cerrus che significa quercia. La cittadina ha una cinta muraria di origine romana e i resti di un teatro romano. Il duomo sorge su un antico tempio romano dedicato a Ercole. Acerra è famosa per avere dato i natali alla maschera di Pulcinella. Una leggenda vuole che nel seicento una brigata di commedianti arrivò ad acerra e fu colpita da un contadino dal naso adunco molto allegro e mordace, arguto, faceto vestito di abiti contadineschi con le brache, chiamato Puccio d’Aniello. I commedianti lo portarono con loro ed ottennero molto successo nei vari spettacoli. Ad Acerra è stato istituito nel 1992 il museo di Pulcinella e della civiltà contadina. E’ stato creato per volontà del centro di cultura Acerra Nostra, nata nel 1987, nel castello dei conti di Acerra, distrutto dai longobardi e divenuto feudo dei... Continua a leggere

 

FARLA FRANCA

Nella nostra società non si può cercare la perfezione. La giustizia spesso è un pallido sole che non illumina e non riscalda. In generale possiamo dire che accadono molti fatti anomali che ci impensieriscono. Ragazzini piccoli uccidono animali inermi e innocenti, giovani uccidono gatti e li smembrano con ferocia inaudita e filmano le loro gesta eroiche, padri malmenano i figli magari per un piccolo sbaglio, mariti uccidono le mogli, persone uccidono colleghi, rivali in modo insensato, squilibrati uccidono persino nelle aule universitarie. Molti ragazzini pensano che per diventare famosi si debba commettere qualche azione turpe. La strada del successo deve essere costellata di magagne, insulti, gesti di violenza e odio. Dopo ogni spargimento di sangue perpetrato con inaudita ferocia per mettersi la coscienza a posto si fanno processioni, fiaccolate, si crea una mobilitazione generale, si fanno cortei. Si scende in piazza con megafoni si parla ad alta voce. Poi semplicemente tutto tace... Continua a leggere

 

JERSEY

Jersey è una isola che dista solo venti km dalle coste fascinose della Normandia. E’ la più estesa di un gruppo cospicuo di isole. Si trova nel canale della Manica e un tempo faceva parte del ducato di Normandia, ora è sotto la corona inglese. In origine portava il nome latino di Caesarea come lo stato degli stati uniti che poi è divenuto New Jersey. Il nome attuale nella lingua locale significa contea. L’isola è famosa le sue spiagge sabbiose specie al sud e per il clima mite sia in estate che in inverno per via della corrente del Golfo. Al nord invece troviamo più scogliere aguzze intersecate da valli e altipiani. Nell’isola riveste una particolare importanza il museo marittimo, situato nel porto storico dove il tema centrale è la navigazione nei secoli. Il suo intento è chiaramente didattico come mostrano alcune sale interattive. Sono racchiuse notizie sulle maree, sulle mappe, sulle vele persino testimonianze e leggende sui pirati che per secoli hanno infestato le principali rotte... Continua a leggere

 

ORSOLINE

Angela Merici era nata a Desenzano nel 1474, rimasta orfana era stata ospitata insieme alla sorella da uno zio a Salò. La sorella morì improvvisamente senza ricevere i sacramenti e questo per lei fu motivo di cruccio. Dopo la morte dello zio, per pregare per l’anima della sorella, si fece terziaria. Nella storia di ogni persona importante si cela un elemento scatenante che porta il soggetto a seguire una strada precisa. La sua casa di Desenzano divenne scuola di catechismo per bambini e adolescenti. Dopo un pellegrinaggio a Roma e in Terra santa fondò un ordine e un gruppo di preghiera sempre dedito all’insegnamento a Brescia, all’inizio erano solo ventotto ragazze. Seguirono la regola di sant’Orsola e furono chiamate orsoline. Le prime suore predicavano, restavano in famiglia, non indossavano l’abito, non pronunciavano voti erano come suore laiche. Conducevano vita ritirata e si riunivano periodicamente. La fondatrice fissò delle regole che vennero accettate dal vescovo locale e approvate... Continua a leggere

 

ASTRALE

Negli ultimi tempi, specie dopo la pandemia, si parla sempre più spesso di viaggi astrali ossia di esperienze vissute fuori dal corpo. L’anima uscirebbe fuori dal corpo e la persona ne avrebbe la percezione vedendosi dall’esterno e andando addirittura in altra dimensione. Gli scettici la considerano una esperienza nociva e la osteggiano, molti la trovano utile per lo sviluppo della psiche. La pratica è antichissima. Popoli antichi la favorivano con varie tecniche. Si usava in Egitto, in Grecia al tempo di Pitagora e Platone, che non sarebbe stato contrario, nei vari paesi del medio oriente. Si tratta di una pratica occidentale e orientale. Negli anni sessanta del nostro secolo alcuni fenomeni hanno suscitato molto interesse. Molti testi di letteratura hanno dato indicazioni sui metodi da seguire se si vuole fare un viaggio astrale ossia meditazione, tecniche di respirazione, canto, tecniche di visualizzazione, privazione di sonno. Il viaggio astrale spesso consente l’incontro con entità... Continua a leggere

 

ABUSI

Nella nostra società assistiamo impotenti il più delle volte a discriminazioni, intrighi più o meno palesi, soprusi, abusi in vari campi. Nel campo del lavoro sperimentiamo esclusioni, repulsioni, rivalità, falsità, ironie . Ci sono persone all’apparenza buone che ci adulano e poi ci trafiggono alle spalle all’improvviso e si rivelano meschine e nemiche. Ci sono quelli che ci voltano le spalle ci lasciano al nostro destino ci fanno intendere chiaramente che dobbiamo arrangiarci, che non dobbiamo contare sul loro appoggio e quando noi risolviamo da soli alcuni problemi ci dicono candidamente e ipocritamente che potevano rivolgerci a loro che ci avrebbero aiutato, naturalmente non sono credibili. Certi atteggiamenti teatrali ci fanno ridere, ci sembra uno scherzo idiota. Ci sono quelli che fingono di amarci ma poi ci guardano di sottecchi con aria canzonatoria. In certi ambienti di lavoro gli abusi sono all’ordine del giorno. Si favoriscono i raccomandati che hanno una carriera facile... Continua a leggere

 

ANTROPOFAGIA

Cibarsi di carne umana non è una cosa del tutto scandalosa, il cannibalismo è stato praticato nel mondo a più riprese dagli uomini e dagli animali. Alcune specie in condizioni ambientali sfavorevoli si nutrono di membri della propria razza come insetti, scorpioni, iene, pesci. Molte tribù della preistoria lo praticavano come mostrano i reperti. Per motivi religiosi e sociali il cannibalismo è stato praticato in Asia, Africa, Amazzonia, Cina, America. In Cina si usava mangiare il fegato dei nemici o bere la loro bile. In Russia si ricorreva al cannibalismo anche di cadaveri in caso di prolungate carestie, In Corea e Cambogia i parenti dei defunti mangiavano parte del corpo per impadronirsi delle caratteristiche del suo spirito come coraggio, mitezza ecc. Anche sette segrete praticano il cannibalismo per sottolineare la appartenenza al gruppo. Colombo scoprì la pratica del cannibalismo non solo rituale ai Caraibi da cui deriverebbe appunto la parola cannibale. Il cannibalismo era diffuso... Continua a leggere

 

SONIA BENASSI

Sonia Benassi è nata a Parma nel 1970 dove tuttora vive . E’ cresciuta in un ambiente rurale a contatto diretto con la natura e gli animali. Ha studiato pianoforte e si laureata al conservatorio. Si da piccola si è mostrata sensibile, introversa, e altruista e sorridente. La sua infanzia è stata fuori dal comune. A soli sette anni comincia a sperimentare la visione di defunti che le si palesano davanti a sua insaputa, senza che lei abbia fatto niente. Le accadono molti eventi che rasentano il paranormale. Vede parenti, nonni defunti ed estranei. Allora da grande organizza corsi di medianità in collaborazione con scrittori e artisti. La sua vita è costellata di visioni, intuizioni, episodi di scrittura automatica, casi di veggenza. La sua opera letteraria più famosa è io medium una vera autobiografia sulla sua dote di veggente predestinata. A testo originale di recente sono stati aggiunti tre capitoli inediti. Il libro verte sul concetto di morte e aldilà, sulle possibili connessioni... Continua a leggere

 

RETROSCENA

Nel romanzo Alla scoperta del nuovo mondo si ricostruisce la biografia di Cristoforo Colombo ma meno romanzata e più reale. Si parte dalla sua nascita a Genova in una famiglia normale fra fratelli e sorelle . Colombo era obbediente, servizievole, segue per il lavoro le orme paterne nel commercio della lana ma nel tempo libero si reca al molo e si intrattiene con i marinai, rivelando una inclinazione per la navigazione e per i viaggi ma per suo padre è troppo sognatore. Il primo viaggio su una nave lo fa a soli tredici anni per mettere a frutto le sue conoscenze cartografiche e di navigazione in alto mare. Deve convincere la sua famiglia che alla fine acconsente e lo saluta alla partenza. Sulla nave si rivela scrupoloso, attento e soprattutto non conosce stanchezza e fatica. Il suo scopo è quello di essere come Marco Polo figura che lo affascina da sempre. Dal primo viaggio riporta regali per la famiglia particolari e artigianali mostrando una attenzione per i costumi delle genti conosciute... Continua a leggere

 

SINDROME DI RETT

La sindrome di Rett non è molto conosciuta dalla gente comune. Si tratta di una vera patologia neurologica del sistema nervoso centrale che riguarda lo stesso sviluppo cerebrale. Alla fine si ha un deficit cognitivo spesso di una certa rilevanza. La sindrome per fortuna piuttosto rara è dovuta principalmente al mutamento di un gene che è responsabile assoluto dello scatenarsi della patologia. Di solito colpisce più le bambine in età infantile e adolescenziale. La malattia si può manifestare già a partire dai i sei mesi di vita. Spesso è degenerativa con regressione dello sviluppo. Le anomalie possono colpire anche i ragazzi ma in misura minore. Secondo alcuni studi la sindrome è ereditaria e causata da un cromosoma paterno. I sintomi spesso soggettivi sono difficoltà di linguaggio e di comunicazione, movimenti ripetitivi delle mani, perdita di linguaggio e delle capacità manuali, difficoltà di integrazione sociale, ritardo cognitivo, debolezza muscolare, scoliosi, problemi cardiaci,... Continua a leggere

 

STRANIERE

Negli ultimi tempi è sempre più impressionante il numero di matrimoni misti. Gli italiani propendono sempre più per mogli e compagne straniere. Le donne italiane vengono scartate, messe da parte, annientate. Molte si dolgono di questo stato di cose. I viaggi all’estero favoriscono gli incontri, le unioni. Dopo un viaggio a Cuba, in Messico i ragazzi italiani tornano con la fidanzata straniera, ormai è divenuto un classico e le famiglie si devono mettere l’animo in pace. Alcune famiglie appoggiano le scelte dei figli non si arrabbiano e li lasciano liberi. Molti incontri avvengono nei vari villaggi turistici sparsi per il globo. Ci sono poi i volontari che conoscono le compagne in missione. Ci sono poi i medici senza frontiere che si innamorano di africane, asiatiche ecc. Questo fenomeno denota un cambio di rotta epocale. Si nota un numero sempre maggiore di mogli straniere filippine, giapponesi, canadesi, argentine, polacche, russe, persino australiane. Non possiamo esimerci dal... Continua a leggere

 

MOKU

Negli ultimi tempi sono stati aperti con fastose inaugurazioni molti ristoranti orientali a Roma e anche in altre città. Sulla via Tiburtina a Roma ha aperto un ristorante specializzato in sushi. Esistono altri ristoranti simili a ponte Milvio e a Ostia a viale di capo verde. L’iniziativa molto originale permette di conoscere piatti orientali particolari. E’ possibile pure l’asporto. Sono previste ottime agevolazioni per gli studenti. La location di Tiburtina è molto allettante e attraente. Ci sono mobili in legno pregiato, tende e piante ornamentali di specie particolari. L’ambiente è rilassante. I colori sono stati scelti appunto perché fonte di benessere. I menù sono quelli misti della cucina giapponese, cinese, thailandese. Gli antipasti prevedono fagiolini, insalata di alghe, tartine al tartufo, zuppe di tofu e di riso, gamberoni, arachidi . Per i primi troviamo una vasta gamma di proposte: ravioli di merluzzo, pasta con latte di cocco e maiale, spaghetti di soia ai funghi,... Continua a leggere

 

SPIRITO GUIDA

Molte religioni, come anche la cristiana, ammettono l’esistenza di un padre spirituale che si può scegliere per il proprio cammino di fede nel campo etico e religioso. La direzione spirituale in certi casi sembra addirittura necessaria specie per novizi e presbiteri per un vero discernimento spirituale. Non basta infatti la lettura dei testi sacri e la meditazione. In verità oltre all’angelo custode di cui si parla pure nei testi sacri ogni persona avrebbe uno spirito guida personale detto daimon parola greca che significa guida, messaggero. Il compito dello spirito guida in quanto entità superiore sarebbe quello di consolare, consigliare, dare indicazioni, risolvere dubbi, dare sostegno, dare fiducia, educare, spingere alle decisioni, indurre aa fare progetti, a sviluppare il proprio talento, a affrontare ostacoli. Lo spirito guida dotato di saggezza primordiale, intelligenza e volontà porterebbe il soggetto verso una nuova consapevolezza spirituale e verso la realizzazione del

 

UGUALI

Il mondo della politica è particolare, ha le sue leggi, le sue certezze, i suoi punti di riferimento e agli occhi del cittadino comune appare sovente complicato. Diventa sempre più difficile farsi ascoltare da un politico, sembra sempre che non è il momento adatto. Il cittadino si trova a vivere suo malgrado l’umiliante condizione di dipendenza. Il politico mentre il cittadino parla cerca di sfuggire, di bloccarlo in qualche modo con una scusa. I politici non sentono le proposte dei cittadini, non si avvalgono delle loro esperienze che invece potrebbero tornare utili. Per i politici le parole del popolo sono solo un blaterare senza senso. I cittadini sono sempre più turbati dal comportamento insano di alcuni politici che cercano di disfarsi dell’uomo comune che bussa alla sua porta stanco e oppresso. Anche i politici più moderati si comportano male, hanno modi sbrigativi e scorretti. Alcuni politici sono poi aggressivi. Il cittadino finisce per ammutolirsi, per restare senza parole. Anche... Continua a leggere

 

APPENDICITE

L’appendicite è una infiammazione che coinvolge il tratto inziale dell’intestino crasso. Si tratta di un esile prolungamento di poco più di tredici centimetri simile a un lombrico cavo. E’ fatto di tessuto linfatico e nei primi anni di vita funziona da filtro. Le cause che scatenano la infezione sono molteplici: dieta squilibrata, infezioni respiratorie, morbi, tifo, morbillo, gastriti, problemi di fegato, gastrointeeriti, calcoli renali, flora batterica alterata, coliti, aderenze, presenza di corpi estranei, casi di tumori locali, sedentarietà, parassiti intestinali ecc. I sintomi della infiammazione sono: vomito, nausea, febbre, inappetenza, dolori addominali, dolori ostio articolari, anoressia, accumulo di muco, diarrea, dolori all’anca, ristagno fecale, stitichezza, palpitazioni, ascesso, dolori lombari ecc. che si possono trattare con antibiotico. Molti sottovalutano questa infezione che colpisce specie in età infantile e adolescenziale e non lo considerano un caso... Continua a leggere

 

MAGRINI

Gabriella Magrini è nata a Milano dove si è laureata in lettere dedicandosi al giornalismo. Il suo esordio letterario si ebbe con il romanzo del 1973 Infanzia di una moglie. La protagonista Virginia vive in un paese piccolo, indolente, dove ci si ritrova la bar in piazza o in trattoria. Viene mandata a cucire da alcune zie in città, ha 24 anni ma si sente già vecchia data la mentalità del tempo. Lei infatti conserva le abitudini di origine ed è legata alla sua terra. Conosce in casa delle zie Adelmo un giovane emigrato al nord per fare fortuna che cerca di disarmare la sua diffidenza. Lui cerca di integrarsi nella nuova realtà cittadina. La corteggia senza fretta. Lui è fissato con il suo lavoro che vuole fare bene. Vuole conquistare una posizione sociale. A Virginia il ragazzo appare subito diverso per stile di vita, mentalità, lui non è vissuto al nord e ne è suo malgrado attratta. La famiglia di lui che lei conosce è diversa, amano mangiare insieme avere pasti abbondanti, scherzare... Continua a leggere

 

AUTODIFESA

Piero Rocchini, psichiatra famoso, ricercatore alla università di Tokyo, direttore della rivista psicologia sociale, ha scritto un saggio dal titolo manuale di autodifesa del cittadino. Si tratta di un libro che aiuta a comprendere la politica che spesso è una giungla dove ci sono solo finti volti nuovi. Per orientare gli elettori nella scelta dei candidati l’autore propone una classificazione degli uomini politici dal punto di vista psicologico. Li accomuna tutti ovviamente l’egocentrismo e la smania di successo. Il primo tipo analizzato è il narcisista, un personaggio sempre alla ricerca di conferme, aggressivo, che vuole essere ammirato, in grado di affascinare e manipolare. Non ama troppo le responsabilità che preferisce delegare ai suoi collaboratori che tratta come oggetti. Lo scopo delle sue azioni è solo quello di farsi notare, non pensa al bene della collettività che ignora e certe volte disprezza. Lui si sente al centro dell’universo, della scena politica. Gli altri non si prodigano... Continua a leggere

 

RISONANZA

La risonanza magnetica è una tecnica diagnostica che utilizza campi magnetici privi di radiazione e fornisce immagini dettagliate del corpo umano. Le immagini sono tridimensionali. La risonanza aiuta a individuare varie patologie al pari della tomografia che è al confronto più aggressiva. Con la risonanza si possono individuare organi interni, articolazioni e scheletro. E’ utile in cardiologia, oncologia, ortopedia, urologia, neurologia ecc. Grazie alla risonanza sono stati trovati vari tipi di tumore. Spesso con la risonanza si usa un liquido di contrasto. E’ meglio non fare la risonanza in gravidanza e durante l’allattamento, specie nei primi tre mesi. Per fare la risonanza non occorre una particolare preparazione. Basta evitare di indossare oggetti metallici come spille, lampo, gioielli, fermagli, lenti a contatto, protesi dentali, busti, parrucche. Meglio non avere tatuaggi e cellulari e cosmetici. Tuttavia la risonanza va fatta con cautela. Chi ha la valvola cardiaca, soffre... Continua a leggere

 

SONIA RINALDI

Sonia Rinaldi è nata a san Paolo del Brasile dove tuttora vive. Ha compiuto studi nell’istituto brasiliano di ricerche. Ha studiato pure lingue e scienza delle religioni. Negli ultimi tempi su di lei sono usciti molti articoli interessanti Lei stessa ha rilasciato molte interviste. La sua ricerca si è incentrata sulla comunicazione con altre dimensioni grazie alla collaborazione con la università di san Paolo, con istituti russi di ricerca e ad alcuni laboratori di ricerca di Bologna. Ha realizzato molte conferenze anche in Svizzera. Sonia Rinaldi ha scritto già sette libri tutti pubblicati sui fenomeni paranormali in essi descrive i metodi più efficaci e le tecniche scientifiche di registrazione più sofisticate per registrare i suoni e le voci dell’aldilà. Le tecniche sono descritte nel dettaglio con l’aggiunta di un elenco di casi da lei studiati e analizzati. Le registrazioni con apparecchiature elettroniche hanno dato ottimi risultati e le voci dei defunti sono state comparate... Continua a leggere

 

POSTURALE

La ginnastica posturale è una pratica per migliorare la postura e serve a rafforzare il tono muscolare. Ideale per chi soffre di mal di schiena. Si tratta di un trattamento mirato per i muscoli, che con il tempo perdono tono e elasticità. Gli esercizi possono essere svolti anche e soprattutto a scopo preventivo non solo curativo. La disciplina è utile per le ossa del bacino, gli addominali e va accompagnata da una particolare tecnica di respirazione. Si consiglia ad anziani e ragazzi che spesso portano a scuola zaini pesanti e a bambini. Le posizioni dovrebbero essere consigliate da esperti e specialisti del campo. La posturale aiuta pure oltre le spalle e il collo pure la cervicale specie per chi soffre di attacchi cronici. E’ indicata per scoliosi, lordosi , ernia del disco che richiede un trattamento specifico. . Il problema è che molti hanno una muscolatura debole, ho assumono posture scorrette al lavoro. La posturale andrebbe personalizzata specie per interventi sulla colonna

 

BALISTICA

La balistica, parola che viene dal verbo greco che significa lanciare, è un ramo della fisica meccanica che studia la traiettoria e il moto dei proiettili nelle varie armi da fuoco. Si studia sempre la velocità iniziale e la procedura per inerzia. La traiettoria subisce l’influsso di forze naturali come vento, attrito ecc. Questa scienza ha rapporti continui con altre branche come la cinematica e la dinamica. La balistica ha vari sottogruppi affini. Esistono quattro branche della balistica, quella terminale studia la reazione del corpo al contatto del proiettile. La balistica forense è impegnata nel diritto penale e anche nei processi civili oltre che penali. La balistica può essere interna ed esterna. I sistemi usati sono rigorosamente scientifici. La balistica ingloba anche nozioni di chimica, di termodinamica. Gli specialisti di balistica studiano i campi gravitazionali, operano misure e rilievi e fanno monitoraggio di particolari fenomeni naturali e non, studiano le deflagrazioni... Continua a leggere

 

TONSILLE

TONSILLE Il nome tonsille ha origini greche e allude alla forma di tali organi che è simile a una mandorla. Le tonsille racchiuse in una sacca sono organi linfatici della faringe, ricchi di linfociti necessari per lo sviluppo del sistema immunitario e degli anticorpi. Le tonsille sono un baluardo di difesa dell’apparato respiratorio che proteggono dall’assalto dei microrganismi, germi, batteri e virus. Esistono quattro tipi di tonsille. Esse hanno il massimo sviluppo nella pubertà e in tarda età tendono ad atrofizzarsi. Nei bambini in tenera età spesso si infiammano, si ingrossano con difficoltà a deglutire. L’infiammazione più comune è quella alle tonsille palatine detta tonsillite che può essere batterica o virale. Di solito gli antibiotici sono efficaci, ma non si deve abusare perché possono provocare alterazioni del sistema immunitario. In passato alcuni medici erano favorevoli alla asportazione delle tonsille anche se non necessario, facevano operazioni di routine per

 

PICCOLI

Tutti sanno che un figlio, un bimbo riempie la vita e spesso i bambini si viziano. I bambini sono viziati da nonni premurosi e genitori che danno loro tutto quanto necessita per gli svaghi non certo per il nutrimento dell’anima. I ragazzini conoscono ogni divertimento possibile ma ignorano cose concrete come l’educazione e il rispetto del prossimo. I manager vedono poco i figli per i loro impegni ma li lasciano alle nurse pagate profumatamente come se l’affetto paterno o materno potesse essere facilmente sostituito. I bambini con abiti firmati sentono la mancanza della tenerezza materna. Le madri sono impegnate in importanti carriere. I bambini sono trattati come pupazzi, molti non sanno, ignorano che i bambini sentono tutto, avvertono tutto, si emozionano, si commuovono come gli adulti anzi sono più sensibili di loro. I bambini ascoltano in silenzio, comprendono, si accigliano piangono, soffrono. I bambini ascoltano i giudizi sprezzanti della madre sulla suocera, le offese del padre

 

SRADICATO

Negli ultimi tempi sono sempre di più le persone che lasciano definitivamente il nostro paese. Dopo una accurata analisi, dopo molti viaggi in loco, dopo tutte le procedure molti giovani si trasferiscono, ma non sono solo loro ad andare via per lavoro o amore. Ci sono anche anziani soli, coppie di anziani che si trasferiscono all’estero. Imparano a conoscere nuove lingue, nuove usanze. Ci sono quelli che si trasferiscono in Tunisia, in Asia, in Africa. Pensano di trovare in terra straniera più agi, più giorni felici. I figli lasciano liberi i genitori di partire, hanno fiducia nelle loro scelte. Nessuno si arrabbia per queste prese di posizione. I giovani sono assuefatti, possono vivere anche senza contatti diretti con i genitori e non protestano. Non ci sono ribellioni, rimostranze. Ognuno è libero di organizzarsi la vita autonomamente senza legami. Si escludono dalla propria vita non solo gli importuni ma anche i familiari. Ci sono imprenditori famosi, affermati che in pensione

 

SINONIMO

Spesso gli ambienti di lavoro sono sinonimi di solitudine, di avversione, di cattiva coscienza. Ci capita ingenuamente di fare amicizia con un collega con cui apparentemente andiamo d’accordo. Con lui la conversazione è piacevole, bonaria. Trascorriamo con lui magari la pausa pranzo. Ci dedichiamo a lui con accortezza, ci confidiamo. Lui è amabile, grazioso. Con lui dimentichiamo la severità, la formalità, la solennità, l’asprezza del comando, del potere. Lui ci appare gentile. Lui ci aiuta e noi ricambiamo, facciamo dei sacrifici per lui. Non pretendiamo nulla, solo l’amicizia. Lui si offre di farci da guida in alcuni contesti. In prospettiva ci rendiamo conto che è comodo avere colleghi che sono anche amici. Le giornate trascorrono serene. L’amicizia continua nel tempo, si dispiega in modo normale. Tutto è avvolto dal rispetto, dalla gentilezza. Ci sembra di conoscere il collega da una vita, fa parte integrante del nostro mondo. Non crediamo mai di poter perdere un amico collega. Poi... Continua a leggere

 

SPIRITO NATALIZIO

Negli ultimi tempi nonostante le luci, i colori, le vetrine addobbate, le insegne luminose, gli alberi illuminati si è perso molto dello spirito del Natale almeno come era alle origini. Il natale è stato reinterpretato, rivisitato, revisionato, corretto per proprio uso e consumo. Il consumismo lo ha reso una festa dell’inverno, neutra senza connotati specifici. Non si sente più il calore, l’odore tipico di certe giornate natalizie. Nelle famiglie manca lo spirito di collaborazione, i figli partono per lunghi viaggi all’estero o in montagna lasciando gli anziani soli. Nelle case non c’è più lo staff familiare al completo, mancano pezzi, tasselli importanti come nipoti, cugini, zii. I giovani latitano la tavola di Natale o preferiscono piatti diversi dalla tradizione. Lo spirito del natale non si scova più neppure nelle chiese, in molte quest’anno non è stato allestito neppure il presepe, per mancanza di iniziativa, di disponibilità. Si pensa ai regali costosi per guadagnare rispetto

 

TARANTOLA

La tarantola altro non è che un ragno. Il nome forse di origini greche. A Taranto si diffuse questo nome in riferimento anche a una danza contro il male. Il suo veleno, a dispetto delle dicerie, è blando e non pericoloso. Si può trovare in varie parti del globo, come in Venezuela, cile, stati uniti dove si sono diffusi pure ragni giganti. Il colore può essere nero, marrone, blu cobalto, zebrato ecc. il corpo è diviso in due sezioni, la parte anteriore e l’addome che racchiude l’ano Questo ragno dispone di otto occhi disposti su due file. Le femmine sono più longeve e più robuste. In America alcuni esemplari sono ricoperti di peli urticanti e amano marcare il territorio. Vivono nelle tane e la loro vista è scarsa, ma sentono le vibrazioni di cose e persone vicine. Le tarantole si nutrono di grilli, falene, topi, uccelli, insetti, granchi. Vivono pure sotto le rocce, nelle buche degli alberi, nei rifugi abbandonati di altri animali. Alcuni esemplari producono ragnatele. Per la riproduzione... Continua a leggere

 

MADONNA DELLA SPERANZA

Un vero capolavoro di maestria artistica è il duomo di san Pietro apostolo a Senigallia, situato nella piazza settecentesca, presente già in era cristiana e sorto sulle ceneri di una chiesa antica diretta dai padri Gesuiti, realizzato dall’architetto Honorati e Posi. Pio IX nativo di Senigallia, eresse la chiesa a basilica minore e fu lui a rifare la facciata nel 1877., commissionata all’artista Innocenti La chiesa a tre navate, a croce latina ha sei pilastri corinzi di valore con una cupola di stile classico. All’interno troviamo una statua bronzea dello stesso Pio IX raffigurante nell’atto di benedire il popolo e opere di Corvi, Barocci ecc. L’organo a canne classico risale al 1906. Nel 1931 furono aggiunte altre decorazioni di pregio. Dentro troviamo pure il sarcofago di san Gaudenzio in stile bizantino di autore ignoto. All’interno troviamo la cappella della madonna della speranza tipica espressione neoclassica. Consacrata ufficialmente nel 1938 dal cardinale Testaferrata che... Continua a leggere

 

VACANZIERI

Negli ultimi tempi molti sono i motivi della nostra scontentezza di cittadini. Siamo sempre costretti ad andare su tutte le furie, ad arrabbiarci, a esclamare parole di stupore. Molte cose che accadono ci urtano perché si ripetono e sono la fotocopia di altri soprusi, di altri errori e angherie del passato. Siamo sempre alterati. Ci sentiamo perseguitati senza una ragione, attaccati da più parti. Infuriarsi, imprecare spesso non serve. Nessuno ci ascolta e noi restiamo confusi più di prima. Ci inalberiamo perché non vi è una alternativa valida. Ogni giorno si compiono abusi ai danni dei cittadini onesti. Ci si approfitta della buona fede. Negli ultimi tempi a renderci nervosi sono le assenze prolungate del medico di famiglia che in ogni ponte, in ogni festività comandata, coglie l’occasione per lasciare lo studio per intere settimane e per diverso tempo. I sostituti sono distratti, svogliati, non conoscono le situazione reali dei pazienti, ignorano i vari quadri clinici spesso critici,... Continua a leggere

 

FONDIARIA

Nel 1950 in Italia ci fu una interessante riforma agraria che intendeva ridistribuire le terre ai contadini con la introduzione di specifiche tassazioni sui terreni coltivati e non. In Italia fino al 1947 esisteva una imposta reale, diretta sui terreni che colpiva i proprietari dei fondi, terreni di coltivazione ma anche incolti e quindi senza reddito. Ci si basava sui dati forniti dagli archivi del catasto. Con il tempo si tenne conto anche del valore venale dei terreni non solo della superficie. Erano esenti dalla tassazione i cimiteri, le chiese, i conventi, i beni del demanio., i militari, i magistrati, gli studenti, i docenti universitari, le città franche Si cercò di fare dei conguagli e di eliminare alcuni privilegi. L’Italia era divisa in nove zone catastali sparse nello stivale. Si cercò anche di rivalutare gli estimi catastali. Si intendeva controllare pure i ricavi. La riscossione era affidata ad esattori inizialmente nominati da una assemblea di contadini e reclutati nelle

 

CRINOLINA

La crinolina era un accessorio della biancheria intima da donna del passato. Nata in Francia sicuramente nel cinquecento. Era una struttura rigida fatta a gabbia di tessuto di crine di cavallo, di qui il nome, che serviva a gonfiare la gonna sottostante. La gabbia era fatta di cerchi di acciaio o addirittura ossi di balena che sosteneva la sottoveste. Era accompagnata da lunghe mutande di pizzom e sottane di flanella. La crinolina si diffuse molto nel settecento, ottocento e novecento. Si usavano vari tessuti come percalle, cotone, raso, seta, mussolina e anche il vimini. I tessuti spesso erano inamidati. L’indumento risultava pesante e rigido. All’inizio venne usato solo dai ceti elevati poi da quelli medi. Con il tempo la moda divenne sempre più estremista. Si usavano gabbie sempre più ingombranti e pesanti tanto da impedire il normale movimento e spostamento. Molti medici erano contrari all’uso della crinolina che creava problemi anche alla struttura ossea. Nel periodo del romanticismo... Continua a leggere

 

DIONISIO FILIPPI

Dionisio nacque nella provincia di Vicenza il 12 maggio 1882 e fu battezzato con il nome di Egidio. A soli sedici anni espresse il desiderio di entrare in convento di frati minori nel ruolo di frate laico, nel 1907 espresse i voti perpetui e prese il nome di Dionisio Maria. Il convento seguiva la regola francescana. Data la sua innata umiltà gli fu affidato il ruolo di questuante. Nel 1923 fu mandato a Treviso per operare la ricostruzione della chiesa di santa Maria Ausiliatrice , che fu però bombardata nel 1944 durante il secondo conflitto mondiale. Allora fu mandato a riaprire un convento dismesso a Cittadella in provincia di Padova. Si trattava di un antico convento non più attivo per anni. Qui si diede ospitalità a rifugiati, studenti, dissidenti, orfani, vedove, seminaristi i cui conventi erano stati distrutti dalla guerra, insegnanti di varie scuole bombardate. In questo contesto fra Dionisio fu cuoco, sagrestano, questuante. Si fece protettore dei bambini. Le donne in gravidanza... Continua a leggere

 

STIMA

Negli ultimi tempi la gente pensa solo a correre e chiaramente non considera gli altri, il loro giudizio. Come automi tutti corrono per la strada, con l’auto, dal supermercato. Una corsa affannosa, competitiva perché chi non corre è giudicato idiota, lento. Non c’è tempo per aiutare, per capire i pensieri degli altri. L’ebbrezza indescrivibile sta tutto in quella folle corsa. Ognuno si sente padrone di se stesso, si sente in certi casi insopportabilmente superiore. Si chatta nella rete solo per sottolineare la propria originalità. Negli ultimi tempi molti sono i comportamenti anomali, strani. Ci sono quelli che seguono una nuova moda quella di non lavarsi, di non portare il reggiseno, di portare i pantaloni strappati anche in pieno inverno, di girare nudi sotto il cappotto, di fare sesso al primo appuntamento. Un tempo non si lavavano spesso le persone che non avevano l’acqua in casa, portavano i pantaloni rotti o ricuciti con le toppe chi era povero. Ora tutto si è rovesciato, viene... Continua a leggere

 

OLOCAUSTO

Livia Jackson è il nome da sposata di Elli Friedmann, nata in Slovacchia è una dei pochi sopravvissuti all’olocausto. Deportata ad Auschwitz con la madre e il fratello è stata liberata dagli americani nel 1945. Nel 1951 si è trasferita negli Stati uniti alternando soggiorni a New York e Israele. Tiene conferenze sulla Shoah, e sulla condizione delle donne al tempo del nazismo. La sua testimonianza è racchiusa in un libro dal titolo Ho vissuto mille anni, pubblicato dalla Sansoni. Nel libro viene raccontato il dramma degli ebrei e della deportazione, viene descritto il crescendo delle imposizioni naziste e delle leggi razziali. All’inizio solo divieti, oltraggi, insulti, ghettizzazioni, divieti di frequentare locali e scuole, indifferenza. Elli sin dalle prime avvisaglie decide di non arrendersi e questo è il messaggio del romanzo. Dopo una vita agiata e serena la protagonista e la famiglia si ritrova nell’occhio del ciclone. Non possono parlare con i vicini di casa, entrare nei teatri,... Continua a leggere

 

IMPOSIZIONI MANI

L’imposizione delle mani è un rito sacramentale non solo della liturgia cattolica e biblica ma anche delle cerimonie sacre di altre confessioni religiose. La praticavano anche gli ortodossi. I primi ad usare questo metodo rituale furono gli egiziani e i Greci. I giapponesi imponevano le mani per ottenere guarigioni. Si dice che i re merovingi usassero le imposizioni delle mani sulla gente per guarire da malattie. I loro poteri li consideravano in grado di essere trasmessi per via ereditaria. In Inghilterra imporre le mani aveva un ruolo curativo. Molti guaritori popolari imponevano le mani capaci di trasmettere un caldo flusso di energia vitale e cosmica. I monaci cinesi e giapponesi imponevano le mani prevalentemente per scopi terapeutici. L’usanza della Bibbia di imporre una o due mani sulla testa del fedele ha vari significati simbolici a seconda del contesto e delle occasioni. L’imposizione delle mani può indicare: invocazione di grazia, di benedizione, atto di consacrazione, atto

 

CHIFFON

La parola chiffon viene dalla lingua francese e significa cencio, straccio ma non in senso spregiativo, allude al fatto che lo chiffon è un tessuto morbido, liscio, leggero come un panno. Si tratta infatti di un tessuto leggero, velato, trasparente, liscio, simile al crepe, soffice ma per fortuna estremamente resistente. Ci sono anche però delle varietà che sono ruvide al tatto non lisce e sono leggermente increspate. Lo chiffon, in origine rigorosamente in seta, è nato ufficialmente in Cina. Solo nel settecento è stato introdotto in Europa e usato per gli abiti e gli accessori delle classi elevate. Nell’ottocento ha avuto una grande diffusione, specie in seta, per gli abiti femminili da sera, per il teatro e lo spettacolo. Essendo un tessuto costoso e raffinato si usava per biancheria intima, gonne, fulard, camicette, sciarpe, nastri, camicie, vestaglie, camicie. Nel XIX secolo si usava per una delicata biancheria intima e denotava uno specifico e ricco stato sociale. Dopo si cominciò... Continua a leggere

 

CREMA

Ci sono persone alla apparenza normali, razionali, che conducono una vita normale, che hanno un sorriso spontaneo, modi gentili, fare elegante. Non sono mai burberi, non si lamentano mai. Hanno un casa di proprietà, magari un lavoro come impiegati, commessi, una casa al mare. Conducono una vita sociale discreta, hanno una cerchia di amici che frequentano, una normale vita di relazione. Amano l’eleganza, l’educazione. Sono innovativi e creativi. Poi frequentandoli assiduamente si scopre che hanno strani pallini e fissazioni e si comportano in modo sciocco e leggero. Sono persone ossessionate dalle firme, dalle mode, dalle etichette, dai simboli e emblemi. Portano solo un profumo di una certa marca sottovalutando gli altri. Rabbrividiscono se una persona non usa abiti firmati. Non comprano certi oggetti considerati volgari, adatti solo a gente di basso livello. Con pazienza cercano solo certi capi di abbigliamento di un certo tipo. Si mostrano sofisticati. Vogliono frequentare solo certi... Continua a leggere

 

FURBASTRI

Ci sono persone divertenti, allegre, disinvolte, vivaci, eleganti che sembrano i partener ideali. Ci coinvolgono con il loro buon umore, le loro risate sonore, i loro sguardi languidi. Si mostrano spensierati e allegri. Riescono ovviamente a dissimulare. Spesso sono inclini a complimenti, corteggiano in modo morboso. In fondo al loro animo covano oscure fobie. Di solito corteggiano persone benestanti, ricche, di ottima famiglia. Intessono una relazione più o meno duratura che poi però finisce. La storia d’amore è una iperbole discendente. Il loro atteggiamento è contraddittorio. Durante la relazione si fanno coccolare con regali, oggetti preziosi, inviti a cena. Alcune donne si fanno sistemare la casa, la casa al mare, alcuni uomini si fanno pagare il mutuo, la vacanza ai caraibi. Tutto sembra scorrere liscio. Sono persone piacevoli, gentili, sorridenti. Chiedono soldi in prestito al compagno/a ma non li restituiscono, si fanno comprare auto, gioielli, abiti firmati, sin fanno pagare cinema,... Continua a leggere

 

TRUFFE

Negli ultimi tempi non vanno di moda solo i borseggi, gli scippi, i furti, le rapine che ci fanno diventare tante prede da tiro al bersaglio. Si sono sviluppate apposite truffe architettate ad arte. Come ci rilassiamo, come dimentichiamo un particolare, come abbassiamo la guardia siamo colpiti. Notiamo come le storie si ripetono monotono. Abbiamo parenti e amici che hanno subito la stessa sorte: l’auto rubata sotto casa, lo scippo in pieno giorno in stazione. Le rapine e i furti si susseguono a breve distanza una dall’altra, ci tolgono oggetti, ricordi. All’improvviso veniamo privati di oggetti importanti dal punto di vista affettivo più che economico. I ladri poi buttano rapidamente le cose di scarso valore per loro e si tengono solo le cose preziose. Le buttano nei cestini e nei cassonetti della spazzatura dove è possibile rinvenire portafogli, immagini, fotografie, cartoline ecc. Siamo abituati a essere derubati. Molti accettano tutto con disinvoltura. Negli ultimi tempi le truffe... Continua a leggere

 

GRUVIERA

La gruviera o groviera è un formaggio svizzero come tutti sappiamo che deve il suo nome alla regione di Friburgo da dove ha avuto origine. Ha ottenuto il marchio di prodotto tipico. Esistono molte varietà e molti centri di produzione come Berna ecc. il prodotto con ogni probabilità è nato nel 1072 e le tecniche di produzione sono state acquisite pure nella regione della Savoia. Anche i francesi hanno imitato questo formaggio, solo che quello francese ha un altro sapore, un maggiore spessore. Si usa il latte crudo intero di mucca. La stagionatura dura dai cinque ai dodici mesi. Le forme sia tonde che quadrate possono arrivare a pesare 150 kg, di solito pesano fra i 35/40 kg. Le forme vengono spazzolate prima di essere vendute. Il latte viene scaldato con il caglio e poi la cagliata viene tritata e riscaldata a 50 gradi. Le forme poi sono pressate e messe in bagno di sale. La naturale occhiatura del formaggio dipende da sacche di anidride carbonica che si formano durante la maturazione... Continua a leggere

 

DIRE NO

Tutti i genitori ai nostri giorni auspicano per i loro figli un destino fulgido, brillante. Vogliono che i loro figli diventino ricchi per poter avere una degna vita mondana. Sognano per il figlio ville, palazzi, feste. Ognuno vuole che il figlio faccia crociere, partecipi alla caccia al cervo con i ricchi e i potenti. Una ambizione smisurata. Un figlio di successo da lustro alla famiglia, inorgoglisce. Un figlio che fa il proprio dovere ma non ha successo non è ben visto, solo accettato. Ognuno sogna per i figli abiti firmati, lavori considerati importanti. Si immagina che la figlia possa un giorno indossare parure di gioelli e cambiarsi mille abiti eleganti. Si aspira ad avere il massimo nel campo del lusso. In questa orgia di pretese si ignora completamente l’aspetto formativo e l’educazione. Ai figli si permette tutto. Loro possono fare veramente tutto. I rimproveri raggelanti sono scomparsi al posto loro è comparsa una strana indulgenza. E’ costume lasciare campo libero ai figli.... Continua a leggere

 

SBALLARE

Negli ultimi tempi il sentimento amoroso si è svilito, avvolto dalle pieghe dell’egoismo, dell’interesse più bieco. L’amore non è più partecipato nel senso pieno del termine. Spesso diventa possesso, rabbia, rancore. Le parole dell’amore non sono più simili a quelle delle poesie, dei film. Prevalgono i modi alteri, le parole irriverenti. Le persone perbene, riservate hanno problemi nelle relazioni intime e alla fine preferiscono una esistenza appartata. L’amore non è più sinonimo di gioia, è divenuto freddo, distaccato. Bisogna quindi stare attenti agli approcci, controllare che le persone siano degne della nostra fiducia. La persona che ci sembra migliore è quella che puntualmente ci delude di più. Le aspettative sono spesso deluse e sono frequenti gli errori di valutazione. Persone in gamba che ci incuriosiscono si rivelano meschine, animate da intenti malvagi. In certi casi si compie la dissacrazione del sentimento. Le donne provocanti si rilevano astute, gli uomini liberi e allegri... Continua a leggere

 

FERRATELLE

Le ferratelle sono biscotti dolci tipici. L’invenzione risale probabilmente al tempo dei romani la ricetta romana si è diffusa nel tempo con gli stessi ingredienti. Donarle era un atto di omaggio e rispetto. Si usavano di varie forme circolari, quadrate, a forma di rombo. Per creale si usa olio, uova minimo tre, farina, zucchero almeno tre cucchiai, sale, scorza di limone grattato, cannella che può essere anche omessa, aromi vari. L’impasto va sbattuto con una frusta o con il frullatore elettrico e messo a riposo per circa una ora. Poi si unge una piastra di ferro, che si compra, dentro cui si mette un cucchiaio di impasto denso, e si schiaccia e si fa cuocere da ambo i lati. Il ferro deve essere scaldato e ha la forma di una inferriata o cancellata da qui il nome. A Chieti sono chiamate pizzelle. Nel lazio sono chiamate nuvole. Le ferratelle, fatte di pasta di biscotto, sono divenute prodotti di pasticceria tipica e sono tipiche del Molise e dell’Abruzzo. Nel Lazio sono diffuse... Continua a leggere

 

TARTASSATI

Viviamo una vita frenetica che affrontiamo più o meno con disinvoltura e garbata calma e con un atteggiamento certe volte fatalista . Ogni giorno problemi, disservizi, disfunzioni, rapine, contrasti più o meno evidenti, crisi, discussioni, inciampi, ritardi. Molti episodi incresciosi che accadono ci demoralizzano. Testardi andiamo avanti ci difendiamo. Ci sentiamo però tartassati come un bimbo tartassato dalle prediche in famiglia. Non possiamo indossare oggetti d’oro e di valore, gli scippatori sono sempre in agguato pronti a colpirci. Non possiamo andare in giro da soli di notte nelle stazioni specie se siamo donne, sarebbe un comportamento screanzato. Le stazioni sono bivacchi di sbandati e senzatetto, di indolenti vagabondi. Dobbiamo seguire certe regole la disobbedienza ci più costare cara. Non possiamo parcheggiare in certi posti, si potrebbero avere furti la polizia stessa ci rimprovera l’imprudenza. Nei mercati dobbiamo stare attenti a come muoverci ci sono persone che rubano

 

ZETA JONES

Un romanzo divertente ed esilarante è quello che porta il titolo il matrimonio di Zeta Jones. La protagonista è una ragazza dinamica, dipendente di una azienda prestigiosa, instancabile lavoratrice. A un certo punto della sua vita, dopo varie relazioni occasionali, sente il bisogno di una vita sentimentale più stabile. Vede le amiche sposate con figli e sente anche lei il bisogno di mettere su famiglia. Per raggiungere lo scopo cambia stile di vita, cura di più il suo aspetto fisico, compra abiti firmati, segue diete . I primi approcci con un vicino di casa sono fallimentari nonostante la sua insistenza e i suoi incoraggiamenti. Comincia a guardarsi intorno e trova solo uomini viziati, stravaganti, bugiardi. Escogita vari trucchi per farsi invitare a feste e convegni e per farsi notare. I primi uomini che incontra sono chiusi, distanti, non fanno auguri e regali e lei è costretta a pagare cene e aperitivi. Segue corsi per favorire gli incontri e le nuove conoscenze. Incontra uomini divorziati,... Continua a leggere

https://www.my101.org/altro-profilo.asp?u=663