Discussione

La SIAE costa troppo!

La SIAE costa troppo!

Si parla tanto della fine del monopolio SIAE, si elogia Soundreef, e in effetti un miglioramento c'è stato. Peccato però che il miglioramento riguardi solo la parte di quelli che producono musica, invece nessuno parla di chi vive suonandola e di chi organizza gli eventi. Visto che non ne parla nessuno, lo dico io: in Italia organizzare musica dal vivo costa troppo a causa della SIAE! Quindi è evidente che sotto questo aspetto ci sia ancora molto da fare: il gestore di un locale oggi è costretto a rinunciare alla musica dal vivo, dato che spenderebbe più per la SIAE che per i musicisti. Le conseguenze di questo fatto sono sotto gli occhi di tutti: non si fa più musica e di conseguenza non esiste più il contesto adatto a formare bravi musicisti. Di questo passo, arriveremo al punto in cui saranno i musicisti a pagare per suonare, e per quanto riguarda i professionisti, la situazione è già molto grave: per poter lavorare sono costretti ad oltrepassare il confine italiano e cercare ingaggi all'estero. Grazie al cielo, qualcuno nel 2021 si è reso conto che i musicisti italiani e più in generale, tutti i lavoratori dello spettacolo, non erano tutelati in nessun modo, ed è stato finalmente introdotto ALAS, il nostro welfare. Per chi non ne sapesse niente, lascio un riferimento: https://www.cutt.ly/QnwJMZ9 Ora, manca solo la questione SIAE e poi potremo considerarci una nazione normale. È necessario ricalcolare i costi SIAE per l'organizzazione degli eventi musicali, ed è necessario farlo al più presto, prima che la musica muoia. Ho scelto di pubblicare questo articolo qui su 101 perché è la piattaforma più adatta al dibattito e alla diffusione di idee. Facebook è un pollaio, non va bene per discutere certi temi, perché sarebbe come tirare un urlo nel cortile di casa: l'informazione farebbe poca strada e raggiungerebbe la gente sbagliata. Sto cercando l'attenzione di persone competenti che fanno parte del settore e oltre ai musicisti, mi piacerebbe soprattutto ricevere un riscontro da parte dei gestori dei locali. Pertanto chi ha interesse a portare avanti questo discorso, è il benvenuto a lasciare un commento. Spero che possa iniziare una discussione costruttiva, che possa riunirci tutti per mettere in pratica delle iniziative utili all'intero settore.

Commenta