Discussione

Ubuntu Studio per suonare dal vivo con Ardour, Raysession e Moraldiweb Music Manager

Ubuntu Studio per suonare dal vivo con Ardour, Raysession e Moraldiweb Music Manager

Non vorrei dirlo troppo forte per scaramanzia, ma forse sono riuscito finalmente a mettere in pratica il mio set up ideale per le performance live, ho intenzione di usare: la DAW Ardour al posto del mixer; il controller midi per suonare l'arranger Ketron SD40 e pilotare i fader della DAW, cioè i volumi della strumentazione; A quanto pare la scheda audio Focusrite 4i4 ora sembra funzionare, evidentemente sono riuscito a risolvere i problemi che mi dava all'inizio: forse le chiedevo troppo, usando sia il mixer digitale che la scheda il suono veniva convertito e riconvertito troppe volte tra analogico e digitale, quindi si deteriorava. Inoltre, questa volta penso di essere stato anche molto più delicato con i processori di segnale e a quanto pare c'è differenza! Ma la parte che mi dà maggiore soddisfazione è la possibilità di sfruttare i software inclusi nel sistema operativo Ubuntu Studio, ovvero la DAW, i plugins per processare il suono e... la chicca: Raysession, il software che con un click mi apre tutto quanto! Ho salvato una scena di Raysession che: avvia Google Chrome puntando direttamente al leggio virtuale Moraldiweb Music Manager che contiene tutti i miei spartiti; avvia il server audio qjackctl ed effettua tutti i cablaggi necessari a far funzionare il set up; avvia Ardour con la sessione che ho creato per suonare, pronta all'uso! Vi lascio lo screenshot per farvi vedere, che goduria ragazzi! Ora si tratta di mettere a punto alcune cosette, per esempio vorrei filtrare il midi che va al synth Yoshimi per evitare che cambi il volume con il muovere del fader della tastiera, perché preferisco gestire tutti i volumi esclusivamente dalla DAW. Magari cambierò il delay, non mi fa impazzire quello attuale. In compenso ho miscelato 3 bei riverberi, uno "trasparente", un plate un po' acido che fa molto bene alla mia voce e il Calf riverb che è particolarmente denso e ho dovuto "bucare" un po' con l'equalizzatore. Con qualche martellata qua e la sarò pronto per tornare a suonare! Se conoscete qualcuno che fa musica con Linux, lasciate un commento e invitatelo a partecipare a questa discussione, mi piacerebbe condividere questa passione e perché no, creare una community italiana di musicisti che usano Linux.

Commenta