Discussione

Coi piedi per terra, Modena City Rambles

La música, si sa, ha sempre cantato l'amore, ma ritengo che siano veramente poche le canzoni che l'amore riescono a dipingerlo per davvero. Una di queste è una canzone che narra di un legame ormai finito, ma di cui si è molto grati, si tratta di "Coi piedi per terra" dei Modena City Rambles. Di seguito il testo e il link al video. Buona lettura e buona visione. Ti ho amato attraverso giorni Di buona fortuna e di festa Ti ho amato attraverso giorni Di mare agitato e tempesta Ti ho amato attraverso gli anni Le strade, gli oceani e le terre Attraverso i momenti felici Le gioie, i pianti e le guerre Abbiamo girato paesi E ascoltato le orchestre suonare Abbiamo guardato persone cadere E fucili sparare E riso e scherzato Sperando che il tempo non dovesse finire E bevuto col nodo alla gola Guardando gli amici partire Mi hai dato conchiglie Per farmi ascoltare i racconti del mare Mi hai dato un tamburo Per battere il tempo e sentirlo passare Mi hai dato parole e storie E un bicchiere robusto e profondo Per poterci raccogliere dentro Le grida e il dolore del mondo Puoi prendere un fuoco Ed accendere i sogni di chi ti sta intorno Puoi aprire la mano E raccogliere tutti i colori del giorno Puoi fare un castello Con legni spezzati e barattoli rotti Puoi trovare una stanza grigia E riempirla del blu della notte Ti ho amato attraverso giorni Di buona fortuna e di festa Ti ho amato attraverso giorni Di mare agitato e tempesta Ti ho amato per quando mi hai preso E portato vicino a una stella E per quando mi hai preso per mano E tenuto coi piedi per terra Coi piedi per terra

Commenta
 

Che emozione leggere questo testo, ascoltare il brano e pensare a certi legami ormai lontani ai quali sono grato! Grazie Elena, è stato un contenuto molto gradito. Chissà se legami di quella qualità saranno ancora possibili in futuro.

 

É stato un piacere @Mattia. Mi piacciono tantissimo I Modena e questa è una delle mie canzoni preferite. Per quanto riguarda quei legami, spero di si

 

È un gruppo che conosco poco, se non erro contribuirono alla colonna sonora del film "I cento passi". Però mi ha fatto piacere il tuo articolo, mi ha dato modo di conoscere una bella canzone e mi ha incuriosito, ne ascolterò altre.

 

Ce ne sono diverse molto belle come "In un giorno di pioggia" "Ninna nanna" "In qualche splendido giorno" "Canzone per un amico fragile", poi ovviamente tutto dipende dai gusti. Per quanto riguarda "I cento passi" splendido film che devo assolutamente rivedere

 

Per ora ho ascoltato "In un giorno di pioggia" è bella, mi sono piaciute molto le voci per quanto riguarda la qualità della registrazione. Prossimamente continuerò ad ascoltare altri brani. Trovo molto piacevoli i riferimenti della musica e di alcune parti del testo alla cultura scozzese, creano un'atmosfera fantastica. In Emilia Romagna hanno un invidiabile ecosistema musicale: abbondano i musicisti, gli studi di registrazione e tanti famosi autori e interpreti della canzone italiana appartengono a quella regione. Mi piacerebbe avere la stessa fortuna, ma purtroppo la zona dove vivo io è molto lontana da questo genere di cose. Il film "I cento passi" lo vidi a scuola, forse alle scuole medie se non ricordo male. È una storia tremenda, ma è un dovere conoscere certi fatti. A tal proposito un altro ottimo documento cinematografico è la miniserie "Il capo dei capi". Lo consiglio soprattutto a chi vorrebbe conoscere la storia della mafia italiana ma come noi è nato al tramonto di quel periodo sanguinoso di attentati e terribili omicidi. Lo hai mai visto?

 

@Mattia non è alla cultura scozzese che s'ispirano, ma a quella irlandese. Si conosco "Il capo dei capi" ma ti dirò, non mi ha entusiasmato particolarmente

 

Ah ecco, ho sbagliato allora. L'ultimo verso della canzone dice: "Balleremo leggeri sull'aria di un Reel". Cercando su Wikipedia la parola reel è venuto fuori: "danza popolare di origine incerta e diffusa principalmente in Irlanda e Scozia". Questo mi ha portato fuori strada, ma effettivamente basandosi solo sul sound che si sente nella canzone il pensiero va all'Irlanda. A volte dovrei fidarmi un po' di più del mio orecchio e fare più attenzione :-D

 

@Mattia, l'intuito va sempre ascoltato. Qualcuno direbbe "il sesto senso non sbaglia mai". Conosco bene "In un giorno di pioggia" e posso dirti con assoluta certezza che è dedicata al l'Irlanda.

 

Effettivamente il testo menziona l'Irlanda, il riferimento è esplicito quindi. Comunque anche solo dalla musica si capisce, ma non è mia abitudine dare retta all'intuito. Purtroppo l'istinto non so neanche che cosa sia, triste vero? Arrivo alle conclusioni sempre per ragionamento, ma in questo caso si è dimostrato un metodo sbagliato.

 

Io invece pur ragionando parecchio, do sempre retta al mio intuito che difficilmente sbaglia. Sono modi diversi di vedere le cose, ma entrambi validi

 

Caspita, ti invidio parecchio per questa tua capacità. Io ho sempre trovato difficile lasciarmi andare in quel senso.

 

Dimenticavo! Se ti piace l'atmosfera irlandese, ti consiglio questo vecchio fim Disney: "Darby O'Gill e il re dei folletti" Lo puoi guardare qui in streaming https://www.t.ly/tNn1 A me è piaciuto molto, l'ho guardato un paio di volte. Uno dei protagonisti è un giovanissimo Sean Connery. È proprio una bella storia, sicuramente consigliato per i bambini.