Discussione

Torre di Faro Sicilia

Torre di Faro Sicilia

Sorge qui, all’incrocio fra i due mari, nell’estremità orientale della Sicilia, l’antico borgo di Torre Faro, il piccolo villaggio marinaro che dal 17 al 18 agosto sarà la location del Capo Peloro Fest, kermesse di musica, arte, artigianato, fotografia e ambiente che da tre anni a questa parte, grazie all’impegno della Pro Loco Capo Peloro, si pone l’obiettivo di raccontare e preservare l’identità di un luogo in cui convivono mito e folclore, beni architettonici e spiagge da sogno, bellezze paesaggistiche uniche al mondo e tradizioni secolari. La storia moderna del borgo ha origine nel 1700, quando, al termine delle incursioni saracene e piratesche, alcuni abitanti di Casale di Faro (l’attuale Faro Superiore) si stabiliscono a Capo Peloro per potersi dedicare a tempo pieno alla pesca. Negli anni il paese si ingrandisce sempre più e nel 1747 viene costruita la chiesa della Sacra Lettera, grazie anche al contributo dei pescatori e degli abitanti, che versano una piccola quota dei loro guadagni per sostenere l’allora piccola cappella. Nello stesso tempo, quasi sulla spiaggia di Punta Sottile, viene edificato un “lanternino” dal lato Ionio, rimosso poi con la costruzione del Pilone, di cui ai giorni nostri rimane la struttura cilindrica di cemento, ricovero di anziani e giovani che al riparo del sole e del vento conversano del mare e con il mare. La crescita del villaggio non si arresta, e in seguito alla distruzione del terremoto del 1908 e dei bombardamenti della seconda guerra mondiale, disordinatamente, senza un preciso piano regolatore, l’abitato si estende sempre più tra i due mari e i laghi di Ganzirri, fino a divenire negli ultimi decenni del ‘900 il luogo privilegiato di villeggiatura dei messinesi. Nel corso degli anni nascono i primi lidi balneari, dall’Horcynus Orca in giù, e sorgono numerose attività alberghiere e di ristorazione, che non intaccano tuttavia l’anima marinara del borgo, scalfita dalle tradizioni della pesca e dal suo rapporto archetipico con il mare.

Commenta
 

Quella che ho appena letto è una descrizione molto affascinante di un posto da sogno, chissà che meraviglia durante le festività e che spettacolo le spiagge durante la stagione balneare!