Discussione

E tu, che seduta sei?

E tu, che seduta sei?

Molti anni fa ho lavorato per 4 lunghissimi anni in un reparto (di un'azienda metalmeccanica) il cui responsabile ha fatto nascere in me, a sua insaputa ed in modo del tutto involontario, una passione sfrenata per le sedute... Pur non essendoci la necessità di farmi lavorare in piedi (gironazolando ore intere in reparto per controllare a vista gli operai) questo responsabile trovava il sistema giusto per costringermi/convincermi a farlo usando sempre una motivazione border line per riuscire ad ottenere il risultato senza ricorrere a discussioni e confronti accesi. Mentre il responsabile provava gusto nel vedere me ed altri colleghi (che avevano il mio stesso ruolo) affaticarci prematuramente e arrivare con i piedi gonfi e doloranti a fine turno, in me nasceva costantemente il desiderio di accomodarmi su una seduta confortevole e riposante. Spesso la notte sognavo di dover scegliere, negli showroom, sedie e poltrone da portare a casa ed a lavoro per poter ristorare le mie gambe, i miei piedi, e perché no anche la mia schiena. Da qui è iniziata la passione forte per i complimenti d'arredo ed in particolare le poltre di design al punto da progettarne alcune. Se qualcuno di voi si sta chiedendo che fine abbia fatto il responsabile, ecco ve lo dico subito: è rimasto un uomo solo perché non si è mai comportato bene con nessuno e nessuno gli ha mai voluto bene per il suo pessimo carattere, la fine è dunque piuttosto scontata... Svelate le origini di questa mia passione, vorrei chiedere: tu che seduta sei? Quale poltrona ti è piaciuta cosi tanto da acquistarla e portarla a casa e dove l'hai piazzata? Quale modello di poltona preferiresti? Preferisci il tessuto o la pelle? Quale stile, moderno, contemporaneo, vintage ? Ti piace sederti su una spugna morbida e con poca portanza (affondarci dentro) oppure preferisci una spugna più rigida e sostenuta (per certi versi più ergonomica) ? Se t potessi immedesimarti in una seduta, quale seduta saresti? Spiegami il perché se ti va 😊 Poi vi spiegherò io che poltrona sono, ma più in la, promesso 🤞

Commenta
 

..... Scusate ci son diversi digit error... Un po' l'orario non è di grande supporto....un po' il dizionario dello smartphone.... Ad ogni modo: Poltre = poltrone Complimenti = ovviamente complementi d'arredo 😃

 

Stamattina levataccia, sono già in piedi ma è stato un piacere trovare questo articolo, grande Antonio! Che storia! Quando si parla di sacrifici... comunque sei stato in gamba a fare di necessità virtù. A me piacciono le vecchie poltrone voluminose in pelle, ne ricordo una così a casa dei miei nonni. Se dovessi essere una seduta sarei quella, credo. Da me non ne ho così ma non è detto che in futuro non ci faccia un pensierino. Devo confessare che ho sempre avuto un debole per le sedie a dondolo! Sono tentato! Nel seminterrato ho un piccolo studio di registrazione casalingo, prima o poi ci dovrò mettere un paio di sedie con le ruote, di quelle moderne con tessuto e ammortizzatori vari... Praticamente due sedie da formula 1 :-)

 

Ciao Mattia, che belle le vintage 😊... Quelle a dondolo sono affascinanti, hanno qualcosa in più, non sono statiche, la categoria #Rocking chairs sono stupende... Ne ho una in mente da progettare e realizzare ma ci vuole ancora un po' di tempo per farla... Pensa che mia suocera ne ha una degli anni 60 in bambù ed è straordinariamente forte nonostante non pesa molto (manifattura degli anni d'oro) .... Quando vado da lei, è diventata ormai un'abitudine, mi devo dondolare per almeno 15 minuti... La cosa che ogni volta mi affascina è il fatto che quella rocking ha da raccontare almeno 2 generazioni, era di una sua zia passata a vita migliore che ha cullato i suoi figli, poi lo ha rifatto mia suocera... Diversi poppanti sono stati dondolati... Tante storie ha ascoltato, tanti pensieri ha conciliato, tanti pianti ha ascoltato... Che storia

 
Immagine di Daniele

Mattia, quella poltrona la ricordo anch’io, per motivi che già conosci ed'è meglio non rammentare... Ricordo molto bene anche la poltrona del tuo bisnonno, dov’era seduto con la sua pipa, assomigliava più ad un trono, forse perché io ero molto piccolo. Antonio, ogni poltrona, come hai scritto, ha una storia alle spalle e pure sotto il sedere ha tantissime storie da raccontare… Chissà se queste sarebbero d’accordo di certi comportamenti umani? A parte gli scherzi, non mi sono affezionato a nessuna in particolare, l’ultima che deve nascere è sempre la più bella, e la storia si ripete… Dovessi sceglierne una, per vari motivi, è la Tube Chair del geniale Maestro Joe Colombo.

 

Quante storie legate a una poltrona: da quella che ha cullato tutta la famiglia, a quella che è stata brutalmente pugnalata con un punteruolo 😁 A parte gli scherzi, sono oggetti che non avevo mai guardato in questo modo. Anche questa discussione ha dato non pochi spunti di riflessione. Per esempio, è bello ricordare le persone care del passato attraverso gli oggetti che abbiamo in comune con loro. Daniele, la poltrona nella foto è spettacolare!

 
Immagine di Antonio Barbieri Designer

Ciao Daniele, da quanto leggo conosci Mattia e la sua famiglia da molto tempo, è bello sapere che le amicizie durano cosi tanti anni... Peccato che ci separano diverse centinaia di chilometri altrimenti sarebbe stato un onore conoscervi di persona ... Ma, Mai dire mai, dopotutto staimo in Italia non è così difficile che accada.... Mi ha fatto ridere molto l'elegante affermazione dei Comportamenti umani 🤣 Cavolo se ci penso, di poltrone ne esistono veramente tante, è cosi difficile sceglierne una e basta... Francamente Faccio una fatica enorme anche io a deciderne una... Però una che mi ha sempre attirato molto, dai tempi in cui mi sono accostato al design, è la citè di Jean Prouve. Un oggetto che è stato presentato al mondo circa 90 anni fa, ma è di una attualità spaventosa... Anche lui come Colombo, un genio! Daniele ma dunque ti piace una seduta più rigida?

 

Si Mattia, un oggetto che rievoca sensazioni, passioni, emozioni degli anni passati ha certamente un valore inestimabile, proprio come le belle amicizie che durano decenni...

 

Daniele correggimi se sbaglio: sì Antonino, le nostre famiglie sono amiche da generazioni, poi con Daniele e mio padre condividiamo la passione per internet e siamo affascinati dall'innovazione in generale. Ci troviamo spesso e volentieri tutti e tre a parlare di idee e di futuro. Sarebbe un grande piacere organizzarsi e incontrarsi tutti insieme di persona, molto volentieri!

 

Antonio, sicuro, emozioni uniche… e… difficili da raccontare a parole, per questo ogni tanto è d’obbligo cambiare le imbottiture. Concordo sulla sedia di Prouvé, ha resistito alla prova del tempo, molto elegante. Difficile dare una risposta univoca, mi piace anche e soprattutto il concetto che c’è dietro una sedia, come quella di Colombo, indipendentemente dall’imbottitura morbida o rigida. Mattia, ti piace mettere il punteruolo nella piaga eh? :) Che danno!

 

Ahahaha "il punteruolo nella piaga" bella questa 😆😆😆 avrei voluto vedere la scena. Povera poltrona...

 

Mi incuriosisce molto questa storia 🤔 ma com'è andata...? Cioè chi è stato a fare, come si dice a Napoli, il guaio?

 
Immagine di Mattia Moraldi

Ahahahahah io non ero nemmeno nei pensieri di mio papà, la storia me l'hanno raccontata quindi passo la palla a Daniele... no comment 🤪😁

 

☺️ ☺️ ☺️ La curiosità aumenta costantemente... ... Allora come è andata? 🤔🤔🤔 Ho capito che Mattia non centra nulla...

 

Niente di che... per modo di dire... C'era una bella poltrona tutta rivestita in pelle di colore amaranto. Per caso avevo un chiodo in mano e non ricordo il motivo, ma incominciai a bucherellarla un po' dappertutto. Tanti piccoli fori. Un lavoro di almeno mezz'ora in mano ad un marmocchio di 5 anni. Un disastro insomma :)

 

Povera poltrona... Cose da bambini che poi restano indelebili e si raccontano ai posteri quasi come delle favole... :)

 

Ahahaha attenti se lo vedete in giro con un chiodo in mano, non ha paura di usarlo 😂😂 assecondatelo e mantenete la calma, appena possibile chiamare la polizia.