Discussione

Auguri "inoltrati" anche quest'anno, che tristezza.

Auguri "inoltrati" anche quest'anno, che tristezza.

Profonda delusione per le tonnellate di auguri "inoltrati" che anche quest'anno mi è toccato ricevere su WhatsApp, Telegram e Facebook Messenger. Meno male che le festività sono finite. Non smetterò mai di ripeterlo: per fortuna che abbiamo 101, l'unico posto dove possiamo rifugiarci tra i nostri simili che ancora hanno piacere di scrivere il proprio pensiero, o l'intelligenza di non scrivere nulla se non ne sentono il bisogno spontaneo e sincero!

Commenta
 

Ho bisogno di silenzio (Alda Merini) Ho bisogno di silenzio 
come te che leggi col pensiero
 non ad alta voce 
il suono della mia stessa voce
 adesso sarebbe rumore 
non parole ma solo rumore fastidioso
 che mi distrae dal pensare.

 Ho bisogno di silenzio
 esco e per strada le solite persone 
che conoscono la mia parlantina
 disorientate dal mio rapido buongiorno
 chissà, forse pensano che ho fretta.

 Invece ho solo bisogno di silenzio
 tanto ho parlato, troppo
 è arrivato il tempo di tacere
 di raccogliere i pensieri 
allegri, tristi, dolci, amari, 
ce ne sono tanti dentro ognuno di noi.

 Gli amici veri, pochi, uno?
 sanno ascoltare anche il silenzio,
 sanno aspettare, capire.

 Chi di parole da me ne ha avute tante 
e non ne vuole più, 
ha bisogno, come me, di silenzio. ___ Un abbraccio Mattia

 

Ciao Daniele grazie. Alda Merini la sapeva lunga... Siamo arrivati a capolinea ormai, la civiltà sta andando alla deriva.

 

Ciao Mattia, ma di che ti meravigli? Ormai è una pratica comune... Liste di condivisione sforano i perimetri dei gruppi wazzup lavorativi e vanno a intaccare (spesso con comodità) le ricorrenze... Ormai da qualche anno mi limito a fare gli auguri autentici solo a chi realmente li merita.... Niente più messaggi confezionati (inoltrati).... A tutti gli amici di my 101 auguro per il 2021 uno stupendo anno di rinascita, un anno di recupero di tutto ciò che si è perso nel 2020, insomma un anno di cambiamento positivo, lasciando alle spalle il peggio e pensando che il bello deve ancora venire...

 

Ciao Antonio, grazie per essere intervenuto, sono contento di leggere le vostre conferme al mio pensiero. Ormai siamo una rarità noi che contattiamo le persone solo quando abbiamo realmente un valido motivo e l'intenzione di comunicare. L'inoltro di messaggi preconfezionati secondo me è una pratica ipocrita dal punto di vista umano, inoltre nei confronti della cosiddetta netiquette va considerato spam perché di questo si tratta, per esempio: non esiste un vero sentimento da comunicare, il tuo impegno nei miei confronti è limitato a selezionare il mio nome all'interno di una lista di contatti e mandarmi un contenuto multimediale. Risultato: mi hai disturbato per inviarmi una cosa realizzata da qualcun altro che non riguarda né te né me e contribuisci insieme ad altri spammer come te a intasare lo spazio di archiviazione del mio smartphone. Complimenti. Se proprio ci tieni a me, scrivi qualcosa di nostro oppure mandami una cartolina di auguri, almeno puoi aggiungere una scritta di tuo pugno sul retro. Ovviamente, stiamo parlando di un forte bisogno di fare gli auguri a qualcuno, ma tra tutti quelli che inoltrano certi messaggi, quanti smaniano veramente dalla voglia di farti gli auguri? Se è un piacere, scrivi, inoltrare significa togliersi un pensiero, come pagare una bolletta o levarsi un dente. Potrei polemizzare per giorni, mi fermo qui.

 

Non è polemica Mattia, sono consapevole di questo, ne siamo consapevoli. Il mondo va "alla deriva" come hai scritto. E, noi andiamo dall'altra parte. Bello no? Niente di sconcertante, anzi, mi fa piacere avere una direzione ben precisa. Cosciente.

 

Sì sono fiero di far parte di quei pochi che vanno in tutt'altra direzione! Evviva 101 e il suo servizio di messaggistica interna, dove è necessario scrivere per comunicare con qualcuno! Siamo su un altro pianeta, mi dispiace per gli altri.