101

 

PHS Crew - Il nuovo singolo “Caldo Moro”

PHS Crew - Il nuovo singolo “Caldo Moro”

Il brano pubblicato l’8 luglio 2024 è nelle radio Il nuovo brano “Caldo Moro” della PHS Crew è disponibile sugli stores digitali e, dall’8 luglio 2024, nelle radio italiane in promozione nazionale. Non si tratta di un semplice tormentone estivo: la produzione di Out vuole che questo brano conservi i suoni grezzi di cui è ormai maestro. La storia raccontata da Fast, Alaska, Willy e Totem è quella di un’estate romana ed è il pubblico a dover fornire un’interpretazione. Ascolta il brano open.spotify.com/intl-it/album/4uZuctuDWR2S3xasiHWhbd?si=9LMrxyHhTd24vtnz0lxjPA Storia della band La PHS Crew è un gruppo Rap / Trap / Hip Hop di Roma. Nasce a metà del 2020 sotto il concetto di denuncia sociale, con lo scopo di affermarsi come realtà musicale indipendente e di diffondere il proprio verbo. La PHS è un’esplosione di musica fresca e dura allo stesso tempo, con testi che portano l’ascoltatore all'interno di un viaggio di riflessione e di verità sociale. Instagram: instagram.com/phscrew_official?igsh=eDJibW5jYzBoMXVk Tik Tok: tiktok.com/@phscrew YouTube: https://youtube.com/@PHScrew

Leggi tutto

 

PREDESTINAZIONE

La dottrina della predestinazione ha radici molto antiche. In Grecia ne parlarono i filosofi come gli stoici e i tragici greci. Il filosofo Parmenide parlava di fato. Nella chiesa primitiva il tema fu molto dibattuto. Sorsero molte controversie in proposito. Alcuni salmi religiosi antichi alludono al destino. Alcuni teologi medievali parlano di un piano di Dio che avrebbe scelto già in anticipo. Dio ha dei progetti che spesso non coincidono con i nostri e che porta avanti con determinazione. Alcuni come Abramo e i profeti sono dei prescelti. Isaia stesso parla di destino. Certo l’uomo ha il libero arbitrio e la volontà di allontanarsi dalla divinità. In tutta la bibbia ci sono riferimenti alla predestinazione, specie nelle lettere di san Paolo nel nuovo testamento. Non mancarono i teologi e gli studiosi che avversarono tale dottrina e interpretarono in modo diverso le scritture. Tuttavia Geremia parla chiaramente di un piano di Dio che non si affida al caso. L’uomo è limitato e non potrebbe fare nulla senza Dio. La predestinazione ha avuto diverse interpretazioni e rimane ancora avvolta nel mistero. Sant’Agostino in modo molto tradizionale la accetta. Anche Lutero e Calvino ne sono convinti. Nell’ottocento il dibattito si fece acceso proprio sulla sua esistenza da molti messa in dubbio. San Tommaso sottolinea come il punto di vista di Dio non è il nostro noi aspiriamo a qualcosa che non coincide spesso con i progetti di dio e dio ci conduce verso la sua strada se siamo disponibili e non ribelli. Secondo moderne teorie religiose l’anima sceglierebbe prima di nascere il suo cammino e la sua storia. Prima di nascere viene stabilito il destino di una persona. Il discorso è complesso anche se alcune volte ci capita di volere ardentemente una cosa e non solo di non averla ma gli eventi ci portano verso tutta altra parte e poi scopriamo che quella via insolita era la migliore per noi dati i risultati ottenuti, come se una mano invisibile ci sospingesse verso la nostra meta a nostra insaputa. Gli zingari sono molto abili a individuare il destino di ognuno. Una volta si dice che una zingare abbia predetto al figlio di uno scrittore tedesco del novecento che avrebbe avuto il cuore di vetro, aveva usato questa espressione. Il bimbo morì a nove anni per un grave problema cardiaco.

Leggi tutto

 

Il ritratto vivido di un'epoca

Il ritratto vivido di un'epoca

"Come l'arancio amaro" di Milena Palminteri è un'opera che cattura l'attenzione per la sua abilità nel dipingere le condizioni delle donne agli inizi del Novecento, rivelando le ingiustizie e le difficoltà che affrontavano. Palminteri offre un ritratto vivido di un'epoca in cui la mafia era una presenza costante, ma non mancano figure di bontà e coraggio. Il romanzo è scritto con grande maestria, affrontando una vasta gamma di temi: dall'amore alle delusioni, dai tradimenti alle miserie umane, fino al tema del riscatto femminile, che emerge come un filo conduttore particolarmente rilevante. Questo elemento rende il libro attuale e interessante, in un anno in cui il film di Paola Cortellesi ha portato all'attenzione del pubblico temi simili. La storia si distingue per la sua freschezza e vitalità, tipiche di una narrazione di giovinezza profonda, ma al contempo è dotata di uno spessore e una densità che derivano dall'esperienza e dalla profonda comprensione dell'animo umano da parte dell'autrice. Il racconto di riscatto femminile è ben costruito e riesce a catturare e commuovere il lettore, grazie a un intreccio avvincente. Tuttavia, nonostante questi pregi, la scelta stilistica di utilizzare molte subordinate implicite tende a sottrarre brio e scioltezza alla narrazione, rendendo la lettura a tratti faticosa. Inoltre, l'abbondante uso di termini dialettali richiede frequenti consultazioni del glossario presente nel libro, interrompendo così il fluire della lettura. Nel complesso, "Come l'arancio amaro" è un romanzo che, pur con qualche difficoltà stilistica, risulta apprezzabile per la sua capacità di raccontare una storia di riscatto femminile con profondità e sensibilità. Milena Palminteri riesce a intrecciare una trama coinvolgente che non solo intrattiene, ma offre anche spunti di riflessione sui temi universali dell'amore, della sofferenza e della speranza.

Leggi tutto

 

"La Curva Lunare" di UDI: un viaggio tra sensualità e nostalgia

"La Curva Lunare" di UDI: un viaggio tra sensualità e nostalgia

Udi, il cantautore ciociaro noto per le sue pennellate musicali intrise di emozioni e immagini vivide, ci accompagna in un nuovo viaggio sonoro con “La Curva Lunare” (PaKo Music Records/Believe Digital). Questo brano rappresenta un lido sicuro dove approdare, un rifugio di sensazioni e ricordi, offrendoci un'esperienza che abbraccia sia il cuore che la mente. Tra sensualità e malinconia “La Curva Lunare” si dipana con un sound fresco e accattivante, perfetto per le serate estive, impreziosito da un tocco retrò che evoca la nostalgia di tempi passati. Il testo, scritto dallo stesso Udi, è un tributo alla sinuosità della figura femminile, un omaggio alla profondità e alla generosità dei suoi lineamenti. Le parole, come sempre, non sono esplicite ma ricche di significati sottintesi, metafore eleganti capaci di lasciare spazio all'immaginazione dell'ascoltatore. «Chiama l’idraulico dei sentimenti, sta sgorgando la ruggine, che tra le ipotesi ed i tradimenti, solcherò una voragine» canta Udi, dipingendo con maestria la ricerca del rapporto sincero tra gli esseri umani, come un valico o un solco che si frappone tra congetture e inganni. L’artista ci invita a riflettere sulle luci del nostro quartiere, su quei piccoli dettagli che possono illuminare o spegnere il nostro dolore, come in una scena cinematografica: «Riesci a non vedere, come le luci del tuo quartiere, possono spegnere il tuo dolore, tutto un altro sapore!». In questo verso, l’abilità iconografica del cantautore cattura l'essenza della quotidianità e delle piccole cose che influenzano il nostro stato d'animo. Le luci del quartiere traslano le esperienze e le memorie che ci circondano, trasformando la sofferenza in qualcosa di più gestibile, quasi dolce. La capacità di Udi di evocare immagini così potenti con una semplicità disarmante è ciò che rende la sua scrittura tanto unica quanto emozionante. Non di meno importante, sebbene la canzone sia incontrovertibilmente “estiva”, i rimandi all’infanzia, ai Natali passati, e alla nonna che non c’è più e che l’artista ricorda spesso nelle sue narrazioni, aggiungendo un tocco malinconico alle sue opere. Anche in “Curva Lunare”, vi è infatti un’importante componente di connessione con le proprie radici, che proprio in quelle luci del quartiere trovano il richiamo alla terra d’origine, alla famiglia e alle tradizioni. «Per me, - dichiara Udi - “La Curva Lunare” simboleggia un rifugio, un luogo sicuro dove ritrovare me stesso. È un pezzo che mescola la sensualità con la nostalgia, evocando ricordi d'infanzia e momenti di pura bellezza. Volevo che questa canzone fosse un abbraccio musicale, qualcosa che potesse toccare l’anima di chiunque l'ascolti, portando alla luce emozioni dimenticate». Queste parole, condensano perfettamente la complessità del processo creativo di Udi, che descrive la traccia come un porto sicuro, un luogo in cui è possibile approdare ogni qualvolta si avverte la necessità di ritrovare se stessi. La mescolanza di sensualità e nostalgia costituisce un connubio perfetto che rende questo singolo un’opera capace di risvegliare emozioni spesso dimenticate, abbandonate nei cassetti polverosi della frenesia quotidiana che, come una fitta coltre di nebbia e smog, offusca con la sua irrequietezza i ricordi e le memorie più dolci. “La Curva Lunare” si avvale di un team di eccellenza che ha creato un sound inconfondibile: la produzione del brano è stata curata da Davide Cocco, con gli arrangiamenti di Gianmarco Valente, Lorenzo Simeone e dello stesso Udi. Il mix e il mastering, affidati a Fabrizio Migliorelli, assicurano una qualità sonora che permette di raggiungere l’ascoltatore con chiarezza, intensità e immediatezza. Gli strumenti utilizzati, dalla chitarra acustica alla kalimba, contribuiscono a creare un’atmosfera incantata. “La Curva Lunare” è una celebrazione della vita, un invito a nutrire non solo il corpo, ma anche l’anima. Udi continua a dimostrarsi un talento straordinario nel panorama musicale italiano, capace di toccare le corde più intime del pubblico con la sua scrittura poetica e la sua vocalità intensa e riconoscibile. Con questo nuovo singolo, ci ricorda l'importanza dei legami sinceri e delle radici, regalandoci un brano che avvolge cuore mente nel caldo abbraccio delle connessioni senza tempo.

Leggi tutto

 

IstitutoSalute: nasce il nuovo portale dedicato a corsi personalizzati per il benessere psico-fisico

IstitutoSalute: nasce il nuovo portale dedicato a corsi personalizzati per il benessere psico-fisico

Istituto Salute lancia un nuovo portale dedicato alla salute psico-fisica, offrendo corsi e percorsi personalizzati di mindfulness per la gestione di ansia e stress, per il dimagrimento, per smettere di fumare e per la salute in età avanzata. Istituto salute nasce per migliorare la tua qualità della vita. Il 1 luglio 2024, viene lanciato ufficialmente Istituto Salute, un nuovo portale interamente dedicato alla salute psico-fisica degli individui. Istituto Salute nasce dall'idea che la salute psico-fisica sia un obiettivo raggiungibile per tutti. Fondato da un team di esperti nel campo della psicologia, nutrizione e fitness, si propone di fornire strumenti e risorse per migliorare la qualità della vita delle persone. I suoi corsi sono progettati per essere accessibili e praticabili da chiunque, indipendentemente dall'età e dallo stato di salute. La filosofia di Istituto Salute si basa su un approccio olistico alla salute, che considera sia il benessere mentale che fisico. La missione del portale Istituto Salute è fornire alle persone gli strumenti necessari per migliorare la propria salute psico-fisica. Attraverso i suoi corsi e percorsi personalizzati, si propone di aiutare ogni individuo a raggiungere il proprio benessere ottimale. Il suo approccio si basa sulla convinzione che ogni problema abbia una soluzione e che, con il giusto supporto, chiunque possa migliorare la propria qualità della vita. I percorsi di Istituto Salute saranno quattro e vi ci si potrà accedere tramite il portale dedicato: Mindfulness - Gestione di Ansia e Stress: Il corso di mindfulness è dedicato a tutti coloro che desiderano vivere il "qui e ora", lontano da ansia e stress. Il programma include pratiche di meditazione, tecniche di respirazione e rilassamento muscolare progressivo. La mindfulness è una pratica comprovata che aiuta a ridurre lo stress e migliorare la qualità della vita. Questo corso è ideale per chi cerca di migliorare la propria qualità della vita e affrontare le sfide quotidiane con maggiore serenità. Dieta - Come Dimagrire: Il percorso di dimagrimento è rivolto a chi desidera perdere peso in modo sano e sostenibile. Offre programmi di esercizio fisico personalizzati e consulenze nutrizionali con esperti del settore. Il corso è adatto sia per chi vuole sentirsi in forma per la prova costume, sia per chi cerca una soluzione a lungo termine per problemi di sovrappeso e obesità. Gli esperti nutrizionisti e coach di fitness d'Istituto Salute lavorano insieme per creare un piano che sia sostenibile e adattato alle esigenze individuali. Come Smettere di Fumare: Il programma per smettere di fumare è pensato per guidare le persone passo a passo verso l'abbandono delle sigarette. Offre supporto comportamentale e, se necessario, farmaci sostitutivi della nicotina. Smettere di fumare è una delle decisioni più importanti che una persona possa prendere per migliorare la propria salute e Istituto Salute è qui per aiutare a raggiungere questo obiettivo. Salute per la Terza Età: Il percorso per la terza età è studiato per aiutare le persone anziane a ritrovare salute, energia e passione per la vita. Offre programmi di esercizio fisico adattati alle esigenze degli anziani, fisioterapia regolare e supporto per mantenere uno stile di vita attivo e socialmente coinvolto. Istituto Salute crede che la salute in età avanzata sia fondamentale per una vita piena e soddisfacente. Inoltre, Istituto Salute è sempre aggiornato sulle ultime ricerche nel campo della salute e del benessere, garantendo che i suoi corsi e programmi siano basati su evidenze scientifiche e pratiche al tempo stesso. Il team Istituto Salute Il team di Istituto Salute è composto da esperti nel campo della psicologia, della nutrizione e del fitness. Ognuno di loro ha una vasta esperienza nel proprio settore e una profonda passione per il benessere degli altri. Lavorano insieme per creare programmi che siano efficaci, accessibili e adatti a ogni esigenza. Istituto Salute vi invita a scoprire di più sui suoi percorsi, a leggere il blog per ulteriori consigli sulla salute e a visitare il portale di Istituto Salute: istitutosalute.com per saperne di più per iniziare un viaggio verso il benessere.

Leggi tutto

 

Nuova cover di “Rock'n'roll robot”: Simone Riva canta Alberto Camerini. «Sogno di duettarci

Nuova cover di “Rock'n'roll robot”: Simone Riva canta Alberto Camerini. «Sogno di duettarci

Un desiderio canoro che si concretizza. Simone Riva, noto anche come “Turista Spazzino” per la sua dedizione alla pulizia degli ambienti urbani e naturali dai rifiuti abbandonati, fa il suo debutto nel mondo della musica edita. Per la prima volta, dopo aver pubblicato sei canzoni inedite nel giro di due anni, l’appassionato di Peschiera Borromeo (Milano) ha scelto di cimentarsi in un’impresa non da poco: cantare la cover di “Rock'n'Roll Robot” (1981) di Alberto Camerini. «L’incisione, alla quale pensavo da anni, vuole essere un omaggio nei confronti di uno dei miei cantanti preferiti - dichiara Simone Riva -. Alberto Camerini mi affascina da sempre. Ho ancora ben impressi i ricordi da bambino di quando ha fatto la sua comparsa sotto i riflettori con pettinature eccentriche, una musicalità fuori dal comune, sonorità elettroniche, uno stile inconfondibile e movenze robotiche. “Rock'n'Roll Robot”, tra i brani di maggior successo, oltre all’orecchiabilità delle note ha un testo con passaggi personalmente molto emozionanti, ad esempio “ha un cuore di bambino che non si rompe mai”. La registrazione - continua - non è stata una passeggiata, d’altronde non è facile misurarsi con un artista di questo calibro». La cover è stata realizzata nello studio di Nicola Ursino a Revello (Cuneo) il quale ha messo a disposizione le competenze di arrangiatore e polistrumentista e la vasta esperienza in materia. «Ho provato a mettermi in contatto con Alberto Camerini gli scorsi mesi ma senza riuscirci - prosegue -. Mi sarebbe piaciuto coinvolgerlo nel progetto. Il mio sogno è quello di poterci duettare insieme un giorno. L’ho incontrato in due occasioni in passato - aggiunge - e mi ha dato l’impressione di essere una persona straordinaria. Spero che ascolti la mia cover e la apprezzi». Gli altri brani che Simone Riva ama dell’Arlecchino del rock sono: Tanz Bambolina, Maccheroni Elettronici, Sintonizzati Con Me e Computer Capriccio. Per quanto riguarda il suo repertorio, tra il 2022 e il 2024, ha pubblicato “Bacchespani”, “Porsea”, “Non abbandonare il cane”, “E invece no”, “La Ciappana” e “No to violence” della durata record di un solo un secondo. «Ci tengo a dedicare questa mia performance a un caro amico, Michols Mancini, 39 anni, residente a Bellaria Igea Marina - conclude -. Più volte mi ha seguito nell’altra mia grande passione, ovvero le operazioni volontarie di pulizia degli ambienti dai rifiuti, accompagnandomi nelle varie attività». La cover di “Rock'n'Roll Robot” si può ascoltare su Youtube al link:

Leggi tutto

 

The Cave, location da non perdere!!!! spettacolo puro...

The Cave, location da non perdere!!!! spettacolo puro...

“THE CAVE”, nome del locale “In”, a Gallarate, dove ci si può tuffare in un pot-pourri di emozioni che, stuzzicano il palato, con una “Cuisine dei burger e non solo” di un certo spessore. In questo viaggio dei sapori, parliamo con uno dei padroni di casa Gabriele, essendo tre soci, oggi ci farà lui da cicerone. Qui, inizia la nostra avventura del gusto, essendo un locale diverso dagli altri, nella tranquillità, nel sentirsi a casa, nell’interfacciarsi tra giovani, ritrovando il gusto di stare in buona compagnia, egli ci spiega come in un certo territorio, non ci sia un apporto molto ampio per i giovani di potersi riunire con spensieratezza. Adesso però, iniziamo a immergerci a gustare squisiti burger, ma non “i soliti”, tipo come quelli di grandi marche, che ormai sono omologati con i sapori. Gabriele, ci dice che la sua cucina, si rifà ad una scelta equilibrata delle carni, che provengono da allevamenti italiani, da produttori locali, non distanti, quasi a kilometro zero. Questi burger vengono sapientemente cucinati con ricette “segrete”, dando un tono di mistero… oserei dire “Unici”. Ve ne sono diversi tipi, come ad esempio burger da insoliti gusti: lo Smash plus bacon; Pollè arrabbiato; Pulled pork; Delicato ma neanche troppo, fritti come crocchette di patate impanate con pane grattato giapponese con una grana un po' più grande, che da quella sensazione in bocca di uno “scrocchiettare saporito” e non finisce qui... Il locale ha sia una parte interna che esterna, la parte interna è intima ben proporzionata negli spazi non accalcati, dove poter godere sia del cibo che degli spettacoli, mentre la parte esterna è stata creata tutta da Gabriele e dai suoi soci: Oliviero e Davide. Lavorando con grande spirito artistico contemporaneo, costruendo persino un bancone e dei posti per i clienti con legname recuperato. A dir il vero, il “The Cave”, non offre solo ottima cucina, ma anche ottimi intrattenimenti e di qualità, sia per giovani che per famiglie. Basti pensare, che famosi intrepreti della comicità moderna si sono esibiti a Zelig ed hanno calcato il palco di questo locale e qui stiamo parlando della scorsa settimana di: Elena di Cioccio, Roberto De Marchi e Max Samaritani è un o stand ap giovanile seguito dai social oltre a Urbano Moffa. Il palco, del The Cave è come un trampolino di lancio, per chi non è ancora conosciuto, sia come cantante che come comico, e ripercorre un po' quel quid autentico del cabaret, che ha contatto diretto col pubblico, cosa che oggi giorno si sta perdendo. Uno slogan o motto di Gabriele è: “Esplorare la fame interiore”, lui dice: come cavernicoli, ma va vista anche in chiave metaforica: non solo nutrirsi col cibo, ma anche nutrire lo spirito con la cultura! Un sogno di Gabriele…una stella Michelin per il “The Cave”, e si è un sogno, e chissà che una stella non ascolti il suo desiderio, diciamo noi! Ufficio Stampa & Produzioni MP di Salvo De Vita.

Leggi tutto

 

L'arte dal real all'AI presso Feste Archimedee, Ortigia

L'arte dal real all'AI presso Feste Archimedee, Ortigia

Dal 3 al 6 luglio, la meravigliosa isola di Ortigia, ospitando per l'XI anno consecutivo le Feste Archimedee, si trasformerà in un teatro di eventi straordinari dedicati allo sviluppo e alla valorizzazione del genio dei giovani. Il tema di quest’anno è “Il Futuro siamo Noi” e, come sempre, si svolgeranno attività rivolte all’arte, alla scienza, allo sport e alla cultura con laboratori didattici, spettacoli ed esibizioni sportive. L’XI edizione delle Feste Archimedee si aprirà con centinaia di giovani atleti siracusani e con la partecipazione dei ragazzi protagonisti del progetto nazionale GAME UPI che promuove uno stile di vita sano e inclusivo attraverso lo sport. La serata del 3 luglio in piazza Minerva sarà un’occasione per celebrare i campioni europei Matteo Melluzzo e Samuele Burgo, nonché i nostri giovani atleti che hanno trionfato nella finale del sud Italia, ottenendo 9 ori, 2 argenti e 2 bronzi in 13 gare. All’interno della manifestazione nella giornata del 5 luglio presso la sala Borsellino di Palazzo Vermexio si terrà un evento di International art Prize Giotto e Intellisystem Technologies dedicato a un argomento molto attuale: l’intelligenza artificiale e l’arte. Per spiegare il rapporto arte e scienza, antico connubio e le opere generate dell'intelligenza Artificiale, saranno presenti due relatori d’eccezione: il Prof. Cristian Randieri di Intellisystem Technologies, Ricercatore e Professore dell’Università eCampus, e membro del Forbes Technology Council, la dott.ssa Melinda Miceli critico d’arte di Enciclopedia d’arte italiana presidente del celebre International art prize Giotto e Premio Internazionale La Fenice d'oro. Premiazione dei seguenti artisti segnalati dal comitato scientifico per aver utilizzato l'AI e aver partecipato a cataloghi virtuali: Sebastiano Cosimo Auteri, Claudia Salvadori, Belinda Ferraro BM Ferraro Foundation New York city, Marco Troia, Andreas Martin Fedrigo, Felice Iafisco, Tina de Luca, Miguel Angel Acosta Lara, autore della locandina artista digitale premiatissimo nel mondo e amatissimo dalle Vip. Patrocini morale di Stampa Parlamento, Corriere nazionale, Globus, Informasicilia, Luz Cultural, Spagna etc… Ha spiegato il critico d’arte Melinda Miceli: “Il mio premio International art Prize Giotto, sostiene da sempre le nuove tecnologie e tiene il passo con la modernità d’avanguardia nell’arte avendo già creato il Catalogo digitale delle arti contemporanee e la Prima mostra metaversa europea dal titolo Altare della pace. L’incontro mirerà a esplorare il futuro con ambiente 3D virtuale che immagina la futura trasformazione delle opere, rivelando infatti l’ossatura del metaverso e avverando il sogno di creare mondi virtuali immersivi del tutto simili al mondo reale. Altresì le nuove frontiere della fotografia nell’era dell’Intelligenza artificiale, fanno comprendere come l’IA stia influenzando e trasformando il modo in cui concepiamo la fotografia e come questa tecnologia possa migliorare l’efficienza e la creatività dei fotografi”. Sarà proiettato il cortometraggio Il Segreto di Notre Dame tratto dall'omonimo romanzo d'arte di Melinda Miceli che partendo da Siracusa fa luce sull'incendio e i misteri della regina delle cattedrali gotiche. Dott.ssa Melinda Miceli critico d'arte, editorialista

Leggi tutto

 

OSSERVATORIO DEI VALORI IMMOBILIARI DI NAPOLI E PROVINCIA. SOS UTENZE E SERVIZI TRA LE PRESENZE

OSSERVATORIO DEI VALORI IMMOBILIARI DI NAPOLI E PROVINCIA. SOS UTENZE E SERVIZI TRA LE PRESENZE

F.I.M.A.A. Campania ha presentato giovedì 27 giugno 2024 il nuovo Osservatorio dei Valori Immobiliari di Napoli e provincia. In una folta sala del Circolo Canottieri di Napoli, il Presidente F.I.M.A.A. Campania Vincenzo De Falco, ha aperto i lavori della tavola rotonda. Hanno preso la parola: il presidente nazionale Santino Taverna, il presidente Confcommercio Campania Pasquale Russo, il direttore del quotidiano “Il Mattino di Napoli” Roberto Napoletano, Pasquale De Toro professore di Estimo Dipartimento di Architettura alla Federico II e Raffaello Lerro, avvocato e presidente Asspi Napoli. Dalla minuziosa analisi è emerso che il mercato immobiliare a Napoli e provincia è stabile rispetto al crollo di altre grandi città come Roma, Milano e Torino. Spiega De Falco: “Napoli oggi ha un notevole potenziale economico in tanti settori. Quello immobiliare lo è particolarmente in questa fase e merita una grande attenzione per lo sviluppo della nostra economia e per il miglioramento della qualità della vita dei nostri cittadini”. Presenti al convegno una delegazione di SOS UTENZE E SERVIZI guidata dal Presidente Santo Vanzanella, che tra l’altro è stato relatore in collegamento video di un altro convegno proposto da F.I.M.A.A. Messina il giorno 28 giugno. La società presente su tutto il territorio nazionale, da anni è impegnata nel cooperare con gli agenti immobiliari nel dare supporto alla loro clientela per la scelta consapevole e mirata dei fornitori di energia più adatti alle loro esigenze. Oltre a Vanzanella, la delegazione era composta dalla responsabile dello sviluppo societario Antonella Iacomino, dai manager Lucio Cortile e Antonio Marrone e dai consulenti Luca Autore e Alfredo Pezzella. Ufficio comunicazione SOS UTENZE & SERVIZI responsabile Pio Pinto

Leggi tutto

 

Quali sono i significati segreti dei colori nella comunicazione

Quali sono i significati segreti dei colori nella comunicazione

L'articolo di AV Grafica & Design esplora i significati nascosti dei colori nella comunicazione, evidenziando come questi possano influenzare emozioni e comportamenti. La psicologia dei colori rivela che tonalità diverse evocano reazioni specifiche: il rosso incita energia e urgenza, il blu calma e fiducia, il verde natura e sostenibilità. Nel marketing, l'uso strategico dei colori è cruciale per creare connessioni emotive con il pubblico. Tuttavia, è essenziale considerare le differenze culturali nei significati dei colori e mantenere la coerenza cromatica nei materiali di comunicazione aziendale. avgraficadesign.com/blog/quali-sono-i-significati-segreti-dei-colori-nella-comunicazione

Leggi tutto

Il pulsante spazzatura elimina i contenuti di questo autore dalla tua 101, per sempre!