Luca Ascari - Carpinvest

 

META' DELLA CONTRAFFAZIONE E' ONLINE

OLTRE IL 50% DEI CASI DI CONTRAFFAZIONE NASCE SU INTERNET È stato pubblicato ieri da EUIPO (European Union Intellectual Property Office) lo studio dal titolo “Misuse of e-commerce for trade in counterfeits”. Lo Studio presenta un’analisi dell’uso illecito del commercio elettronico per favorire la vendita di prodotti contraffatti. Negli ultimi anni la rapida espansione del commercio elettronico è coincisa con una maggiore fiducia dei consumatori verso l’acquisto online di prodotti e servizi. In questo senso non va dimenticato quanto il web sia diventato luogo d'acquisto di utenti sempre più eterogenei e non più ad appannaggio di millennials. Tra il 2018 e il 2020 le vendite al dettaglio online, un sottoinsieme di tutte le attività B2C, sono aumentate del 41 % nelle principali economie, a fronte di un incremento inferiore all’1 % delle vendite al dettaglio complessive. A tale aumento ha contribuito la pandemia di COVID-19 che ha indotto i consumatori a fare acquisti online... Continua a leggere

Apri
https://www.my101.org/altro-profilo.asp?u=400